Come utilizzare i verbi modali in inglese

di A. C. tramite: O2O difficoltà: facile

Molto spesso quando studiamo ci possiamo imbattere in determinati argomenti che possono in un certo qual modo frenare in maniera piuttosto sensibile, il corretto apprendimento dell'intera materia in questione. Esistono infatti delle materia che presentono degli argomenti concatenati l'uno con l'altro, per cui uno studio errato di quest'ultimo può compromettere l'apprendimento generale. In questa guida vedremo per l'appunto uno specifico argomento dello studio della lingua inglese. Più nel dettaglio vedremo, attraverso semplici e chiarissimi passaggi, come poter utilizzare i verbi modali in inglese.

1 I verbi modali in inglese di cui vi parlerò successivamente sono i seguenti: "can", che significa "potere" o, meglio, "essere capaci di"; "may", che vuol dire "chiedere il permesso" o "potrebbe"; "must", che ha il significato di "dovere", nel senso di necessità.
"Can" traduce soltanto il "presente" e non prende la "s" alla terza persona singolare, mentre il tempo "infinito" non richiede il "to" nelle frasi negative e/o interrogative; nelle risposte brevi e nelle "question tags", invece, si comporta come gli ausiliari "to be" e "to have".

2 Il "passato" di "can" è "could" e, in italiano, traduce il tempo "imperfetto", il "passato remoto", quello "prossimo", il "condizionale" ed il "congiuntivo imperfetto".
Per capire le regole appena esplicate, bastano due semplici esempi: "They can't work because they are tired" = "Non possono lavorare perché sono stanchi" (per indicare la capacità o la mancanza di essa); "Can you see that green car? It's my father's!" = "Vedi quella macchina verde? È di mio padre!".

Continua la lettura

3 Il secondo dei verbi modali che vi andrò ad enunciare è "may" e, precisamente, esso ha le stesse caratteristiche di "can"; il suo "passato" è "might" e, solitamente, non si contrae con la negazione "not", come esempio prendiamo la frase "Dad, may Susan go out with my friend Tom? No, she may not.  It's late", che in italiano significa "Papà, Susan può uscire con il mio amico Tom? No, non può.  Approfondimento Come Usare Can, Could E Be Able To (clicca qui) È tardi".

4 Infine, il "must" ha le stesse caratteristiche di "can" e non ha il tempo "passato"; la sua forma negativa si può contrarre in "mustn't" ed un esempio potrebbe essere "Must you do all these exercises? Yes, I must", che vuol dire "Devi fare tutti questi esercizi? Si".

5 Esistono alcune eccezioni che bisogna tenere bene in considerazione e, precisamente, dovete sapere che, per tutti i tempi mancanti: si impiega l'espressione "to be able to" per il "can-could" ("Will you be able to do this work tomorrow? No, I won't" = "Potrai fare questo lavoro domani? No"); si utilizza "to be allowed" per il "may-might"; si usa "to have to" per il "must".

Come tradurre i verbi difettivi in inglese La lingua inglese ha una struttura totalmente differente dalla lingua italiana ... continua » Come usare il verbo modale can in inglese La lingua inglese è da tempo la più utilizzata al mondo ... continua » Come usare il condizionale in inglese Una delle regole sicuramente più complicate e difficili da utilizzare in ... continua » Gli ausiliari nella lingua inglese La lingua inglese è una delle lingue più parlate al mondo ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Appunti di grammatica inglese

La lingua inglese è ormai a tutti gli effetti parte integrante della nostra cultura: ultimamente, infatti, già a partire dalla scuola materna si impartiscono ai ... continua »

Inglese: il periodo ipotetico

Il periodo ipotetico rappresenta quella struttura sintattica che indica, appunto, un'ipotesi oppure una congettura, nonché la conseguenza che essa comporta. In buona sostanza esso ... continua »

Tedesco: il Präteritum

La lingua tedesca è sicuramente una della lingue più parlate al mondo, seconda soltanto all'inglese. Essa, infatti, viene parlata in molti altri paesi europei ... continua »

Tedesco: il Konjunktiv 2

Nella lingua tedesca, il Konjunktiv II, trova la sua corrispondenza in italiano nei seguenti modi verbali: congiuntivo e condizionale. Ecco spiegato perché, molto spesso, capiti ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.