Come Usare I Sostantivi In Spagnolo

di Nicolò Tricarico tramite: O2O difficoltà: facile

Imparare una seconda lingua differente dalla nostra, è ormai diventato fondamentale sia per riuscire a viaggiare in altre nazione, ma sopratutto per trovare lavoro fuori dall'Italia. Tuttavia, imparare un'altra lingua non è mai un'impresa molto semplice e per farlo potremo recarci presso degli specifici corsi dove, insegnati della lingua da noi scelta potranno seguirci durante il percorso di apprendimento. Il costo di questi corsi, però, risulta abbastanza elevato e se vogliamo provare a risparmiare potremo imparare la lingua da soli. Per farlo sarà sufficiente trovare sul web delle guide che ci illustrino tutta la grammatica della lingua che vogliamo imparare, in questo modo studiando queste regole e facendo molta pratica sia con degli esercizi scritti e sia eseguendo dei dialoghi, riusciremo ad imparare la lingua desiderata. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire ad usare i sostantivi in spagnolo.

Assicurati di avere a portata di mano: studio delle regole grammaticali

1 Come accade nella lingua italiana, anche in quella spagnola, i nomi si distinguono in due generi principali: i nomi maschili e quelli femminili. Di conseguenza gli aggettivi, i pronomi e gli articoli concordano con il genere del sostantivo. Generalmente sono maschili tutti quei nomi che terminano con la vocale "o" (ad esempio: el abogado); mentre sono femminili i nomi che terminano con la vocale "a" (ad esempio: la mesa).

2 In ambo i casi sono presenti delle eccezioni alla regola, per cui sarà opportuno prestare attenzione, ad esempio: "mano" termina in "o" ma è femminile; mentre "idioma" termina in "a", ma invece è maschile.
Esistono anche altre eccezioni: sono femminili anche i nomi che terminano in "ciòn" e "siòn" (ad esempio: la canciòn (la canzone), la pasiòn (la passione).
Infine, precisiamo che possono essere sia maschili che femminili, tutti quei nomi che terminano in "e", in consonante e in "ista" (come ad esempio: el coche, la mente; el paìs, la tesis; el periodista, la masajista).

Continua la lettura

3 Concludiamo facendo un ulteriore precisazione che riguarda quei nomi che possiedono un termine sia usato al femminile che al maschile, come: padre/madre, marido/esposa, actor/actriz. 
In genere, le parole che terminano in "s" sono tutte plurali, mentre le altre sono singolari (esempio: el libro, los libros).  Approfondimento Tedesco: la declinazione dei sostantivi (clicca qui) I nomi maschili che terminano in "o" ed anche in "e", quando sono al maschile prendono la "s"; mentre i nomi che terminano con la consonante, prendono "es" i nomi femminili che terminano in "a" ed in "e" prendono invece, la "s" finale.

Spagnolo: nozioni base La lingua spagnola è prevalentemente flessibile. È caratterizzata da due generi ... continua » Appunti di sintassi spagnola La lingua spagnola, insieme ad altre lingue come il francese e ... continua » La formazione del femminile in francese Il francese rappresenta sicuramente una lingua estremamente affascinante e al contempo ... continua » Come usare l'articolo indeterminativo in spagnolo Al giorno d'oggi, la conoscenza di una o più lingue ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Appunti di lingua svedese

Lo svedese è un linguaggio di origine germanica e presenta caratteristiche simili al danese e al norvegese. Si tratta di un idioma molto diffuso nella ... continua »

Grammatica italiana: gli articoli

In questa guida tratteremo un argomento molto basilare e semplice, presente nella grammatica italiana. Questo è un argomento che viene studiato alle elementari poiché è ... continua »

Come declinare un nome latino

Fino a diversi decenni fa lo studio della lingua latina era previsto all'interno dei programmi delle scuole medie. Con l'evoluzione dei percorsi scolastici ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.