Come trovare il minimo di una successione

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Una successione, definita anche sequenza infinita oppure stringa infinita, in analisi matematica è definita in modo intuitivo alla stregua di una lista ordinata formata da un numero infinito di oggetti, chiamati termini della successione, fra i quali deve essere possibile individuare un primo, un secondo, un terzo e, nel complesso, un n-esimo termine per ciascun numero naturale n. Una successione, definita anche sequenza infinita oppure stringa infinita, in analisi matematica è definita in modo intuitivo alla stregua di una lista ordinata formata da un numero infinito di oggetti, chiamati termini della successione, fra i quali deve essere possibile individuare un primo, un secondo, un terzo e, nel complesso, un n-esimo termine per ciascun numero naturale n. Diversamente da quanto accade per gli insiemi numerabili, nel caso della successione è importante l'ordine degli oggetti, e un medesimo oggetto è in gradi di presentarsi più di una volta, infatti differenti termini possono coincidere insieme. Queste proprietà hanno similitudini a quelle che differenziano una n-upla ordinata rispetto un insieme formato da n elementi. Vediamo di seguito come trovare il minimo di una successione.

24

Definizione di una successione

Per trovare il minimo di una successione prima di tutto teniamo a mente la definizione: per una successione an, L è il limite massimo di an se si tratta dell’estremo minimo dei maggioranti definitivi. Un maggiorante definitivo per an è una cifra M, quindi troviamo ν ∈ IR in modo che an < M∀n > ν. Allo stesso modo il minimo limite è definito come l’estremo maggiore dei minoranti definitivi, in cui un minorante definitivo è una cifra m per la quale sussiste ν ∈ IR in modo che an > m∀n > ν.

34

Verifica delle proprietà

Da questo presupposto si ottiene questa definizione: una cifra L è massimo limite di una successione an nel caso in cui si verifichino le seguenti proprietà congiuntamente: ∀ε > 0∃ν ∈ IR: an < L + ε ∀n > ν∀ε > 0, per indici infiniti an > L − ε. Allo stesso modo che per il maggiorante definitivo una cifra pari a l è limite minimo di una successione nel caso in cui si verifichino le seguenti proprietà congiuntamente: ∀ε > 0∃ν ∈ IR: an > l − ε ∀n > ν∀ε > 0, per indici infiniti an < l + ε.

Continua la lettura
44

Individuazione del minimo

Una modalità per individuare il limite massimo e minimo di una successione è questo: individuare due sottosuccessioni {ank}, {anh}, tendenti a due limiti differenti, l, L, e poi, nel caso in cui l sia definita in modo che∀ε > 0∃ν ∈ IR: an > l − ε ∀n > ν l è limite minimo di an. Invece nel caso in cui L sia definita in modo che∀ε > 0∃ν ∈ IR: an < L + ε ∀n > νL è limite massimo di an.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare la somma di una serie numerica

Il concetto di serie numerica generalizza, in matematica, l'idea intuitiva di "somma di infiniti addendi". In questa guida vedremo la definizione di serie, che formalizza in maniera rigorosa le idee precedenti, alcuni criteri che permettono di stabilire...
Superiori

Come scoprire analiticamente la successione dei numeri esagonali centrati

I numeri esagonali appartengono alla classe dei numeri cosiddetti poligonali, si aggiungono ai numeri triangolari, a quelli quadrati e a quelli pentagonali. Nella guida vedremo come farci aiutare dalla matematica per scoprire analiticamente la successione...
Università e Master

Come calcolare il limite di una successione convergente

Nella matematica avanzate non è raro imbattersi nelle serie o successioni numeriche. In analisi è una stringa infinita di termini, ossia di numeri. Non si tratta di insiemi numerabili. Pertanto è fondamentale seguire l'ordine prestabilito dei termini....
Università e Master

Come Calcolare I Numeri Di Fibonacci

In matematica quella che viene definita la successione di Fibonacci, è una successione composta da numeri interi positivi, nella quale ciascun numero è l'esatta somma dei due precedenti. Quindi essa ha una definizione ricorsiva. Tale successione prendere...
Università e Master

Come risolvere una successione numerica

Una successione numerica è una successione ordinata di numeri di varia natura. Si possono avere successioni reali, complesse, a valori vettoriali, aritmetiche o geometriche. Gli ultimi due tipi sono i più comuni e i più facili da risolvere. Nel primo...
Superiori

Come studiare un limite di successione

In questa guida andremo a vedere come è possibile studiare un limite di successione. Ma prima di tutto è necessario sapere cos'è una successione. Una successione reale non è nient'altro che una sequenza illimitata di numeri, si parte da un numero...
Università e Master

Come costruire la successione di Padovan

La successione di Padovan, derivata da quella di Fibonacci, fu inventata da Richard Padovan che però ne conferisce l'invenzione ad Hans van der Laan, monaco olandese. Padovan la presentò nel 1994 in un proprio saggio e il matematico Ian Stewart la riprese...
Università e Master

Diritto: successione a titolo universale e a titolo particolare

La successione è un diritto che si acquisisce in varie situazioni consensuali o in alternativa per eventi naturali di causa maggiore. Per regolare le modalità di assegnazione e per legalizzare i diritti che gli eredi acquisiscono si deve fare riferimento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.