Come trovare i punti di flesso a tangente obliqua

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

I punti di flesso corrispondono al cambio di curvatura o concavità che si manifesta su una curva. Il metodo più utilizzato per scoprire questi punti è calcolare delle derivate. Tale procedimento è applicabile sia su tangente obliqua che verticale. Ma come trovare i punti di flesso che corrispondono a tangente obliqua? Con questa guida vi spiegheremo i semplici passaggi con cui rispondere e risolvere questo quesito.

24

Poni la seconda derivata uguale a zero

Per rispondere al questo quesito è importantissimo iniziare dalla soluzione finale. Grazie allo studio teorico sappiamo che basterà calcolare la derivata seconda e dargli valore uguale a zero. Successivamente, vedendo che la derivata seconda ha valore diverso dalla derivata terza, si avrà il valore di un punto di flesso. Nel caso in cui si dovrai rappresentare graficamente la curva, basterà effettuare lo studio della derivata seconda: ciò ci permette di sapere se la concavità è rivolta verso l'alto o verso il basso.

34

Effettua semplici calcoli

Una volta stabilito il processo descritto precedentemente si dovrà passare ai calcoli. Poniamo che, ad esempio, il problema dei flessi di funzione Y: x'2 - 3x+7. Ci toccherà, in primo luogo, calcolare i valori della prima e delle seconda derivata. Ricordiamo che quest'ultima dovrà essere posta con un valore pari a zero. Una vola fatto ciò il risultato darà un numero che dovrà essere sostituito alla X della funzione iniziale. Dopo il suo svolgimento troverai un probabile punto di flesso.

Continua la lettura
44

Svolgi la derivata terza e la tangente

Per constatare che il numero ricavato dallo svolgimento della funzione con la derivata seconda sia giusto, bisognerà svolgere quella che è la derivata terza. Il risultato darà un numero corrispondente ad un flesso. Non contenti di questo, si dovrà calcolare anche quella che è la tangente di flesso grazie alla formula y-y0^= m (x-x0). Noterai che y0 e x0 sono le coordinate del punto di flesso ricavate ponendo la seconda derivata uguale a zero. Invece m corrisponderà al valore della derivata prima del punto. Una volta effettuato questo procedimento si avrà una normale equazione a cui si dovrà determinare il punto di flesso studiandone la concavità. Per fare ciò occorrerà lo studio del segno della derivata seconda. I risultati finali daranno due possibilità: se è maggiore la concavità sarà rivolta verso l'altro, nel caso in cui questo sia, invece, minore la concavità sarà rivolta verso il basso. Ovviamente ciò dovrà essere rappresentato in un grafico su piano cartesiano in cui si dovranno rispettare le proporzioni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come trovare i punti di flesso di una funzione

In Analisi Matematica, lo studio di funzione è una delle operazioni fondamentali per studiare il comportamento di qualunque funzione, che sia lineare, esponenziale o trigonometrica. Consta di vari passaggi che vanno eseguiti secondo un certo ordine,...
Università e Master

Studio della derivata prima

Furono principalmente Newton e Leibniz a sviluppare, indipendentemente l'uno dall'altro, i concetti fondamentali del calcolo integrale. I due matematici riuscirono a fondere il calcolo integrale con il secondo grande ramo dell'analisi: il calcolo differenziale.Il...
Superiori

Come si studia la crescenza di una funzione

La matematica rappresenta senza dubbio una delle materie più complesse che ci siano. Non tutti infatti riescono ad imparare correttamente tutte le formule e le regole di cui essa è caratterizzata. Nella seguente guida in particolare verrà dunque spiegato...
Superiori

Studio completo di una funzione

All'interno della presente guida andremo a occuparci di matematica e, nello specifico, ci concentreremo sullo studio completo di una funzione. Andiamo immediatamente a trattare l'argomento.Lo studio completo di una funzione determina le caratteristiche...
Superiori

Dimostrazione della continuità di una funzione derivabile

La funzione è una applicazione matematica formata da x argomento o valore della variabile indipendente detto dominio della funzione e y valore della variabile dipendente, detto condominio della funzione. In esami o compiti in classe, spesso capita agli...
Superiori

Come creare grafici di funzioni matematiche

Disegnare e rappresentare il grafico di funzioni matematiche è un'operazione difficile e non molto veloce. Per riuscire a disegnare in un sistema di riferimento cartesiano l'andamento di una funzione occorre una buona conoscenza matematica e una praticità...
Superiori

Come studiare una funzione Matematica

Una funzione è un insieme di operazioni matematiche eseguite su uno o più ingressi (variabili), che si traduce in un'uscita. Una semplice funzione potrebbe restituire l'ingresso più uno. Tale funzione sarà simile: Y = X + 1In questo caso, X nel valore...
Superiori

Come disegnare una funzione

Qualora pensiate che disegnare un grafico di una determinata funzione (di qualunque tipo essa fosse) sia qualche cosa di veramente impossibile da fare, vi ricrederete immediatamente perché, nella seguente semplice e rapida guida che enuncerò nei passaggi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.