Come Trasferirsi Da Una Scuola Pubblica Ad Una Privata

di Sara Orioli tramite: O2O difficoltà: media

Scuole pubbliche o Scuole private? Il dibattito è acceso da anni e non accenna a scemare, anzi. Con il moltiplicarsi delle possibilità di scelta tra le offerte nel mondo del Privato aumentano i genitori che si pongono legittimamente questa domanda, andando sempre alla ricerca della migliore formazione possibile per i propri figli in un mondo in continua evoluzione.
Qualunque scelta venga presa in merito, precisiamo che passare da una all'altra non è cosa facile. Vediamo in questa guida come trasferirsi da una scuola pubblica ad una privata.
Prima di compiere questo passo, bisogna tenere a mente una cosa: le scuole pubbliche usufruiscono dei fondi del governo, quelle Private no. Pertanto, scegliendo le scuole Private, dovremo tenere in considerazione un budget di spesa diverso a quello previsto per la frequentazione di una scuola Pubblica, certamente superiore. Il tutto, partendo già dalle spese di iscrizione. D'altra parte, è innegabile che le scuole private offrano dei servizi che le scuole pubbliche, spesso per mancanza di fondi, non riescono ad erogare.
Vediamo ora nel dettaglio come muoverci per effettuare il passaggio.

1 Come prima cosa, è necessario iniziare le proprie ricerche con dovuto anticipo e "sondare il terreno". Cambiare tipologia di istruzione non è semplice e bisogna che ogni decisione sia misurata sulle maggiori informazioni che riusciamo ad ottenere. Dopo aver controllato quali sono gli Istituti di Istruzione Privata nella zona di nostro interesse, sarà necessario recarsi in prima persona presso queste Scuole. Sarà utile approfittare degli Open Day o di occasioni di incontro che permettano un confronto e raccolta di informazioni. Per esempio, capire le materie d'insegnamento (non tutti gli Istituti Privati si attengono alle linee dell'istruzione pubblica) e l'organizzazione della struttura. Molto importante, inoltre, raccogliere informazioni sul rendimento accademico, poiché molte di queste scuole sono a numero chiuso e regolate, oltre che alte spese, anche da test di ammissione o preselezione dei ragazzi. Sono premesse lunghe ma importanti, basilari per poter fare una prima "scrematura" ed eliminare dalle opzioni gli Istituti che sono lontani da quello che si cerca per la migliore formazione dei propri figli.

2 Una volta esaminate le opzioni e presa la decisione, arriva la fase della modulistica. Per eseguire il nostro passaggio sarà necessario anzitutto compilare i moduli per richiedere il "nulla osta" della scuola frequentata, quindi si potrà proseguire con la modulistica per l'iscrizione presso il nuovo istituto Privato, secondo le indicazioni che verranno fornite direttamente in sede. Probabilmente verrà chiesto un colloquio privato con il Direttore didattico, al fine di ulteriori informazioni e approfondimenti come la presenza di borse di studio o agevolazioni. È sempre informarsi in merito, dal momento che esistono servizi di "ammortizzazione dei costi" entro i quali si potrebbe rientrare se esistono i requisiti. I parametri sono diversi da Istituto a Istituto e, anche se di solito non sono molto pubblicizzati, questi servizi sono attivi e durante l'anno vengono erogati poco per volta a dilazione.

Continua la lettura

3 Inoltre, saranno valutati anche gli anni di istruzione antecedenti e l'andamento medio del ragazzo.  Se i crediti maturati negli anni passati non dovessero essere sufficienti a raggiunger i requisiti richiesti per l'ammissione, sarà possibile integrare con un esame di recupero.  Approfondimento Come funziona la scuola in America (clicca qui) Solitamente si tratta di esami piuttosto semplici, atti a raggiungere i crediti necessari e che si basano su conoscenze di base della materia oggetto di approfondimento.  Ricordiamoci, ad ultimo, di controllare che tutta la documentazione scolastica degli anni passati venga consegnata in brevi tempi ed entro l'inizio dell'anno scolastico al nuovo Istituto privato scelto.  Purtroppo, la macchinosa burocrazia tende ad allungare di molto i tempi, pertanto sarà necessaria una particolare cura e perizia su questo lato.  Ormai, ogni cosa è fatta: dovremo solo attendere l'inizio di un nuovo anno scolastico.  Il tempo e l'esperienza personale ci dirà se la scelta di una scuola Privata sarà stata una soluzione di successo per i nostri figli.

Non dimenticare mai: - Chi ha tempo non aspetti tempo : muoversi con adeguato anticipo per raccogliere tutte le informazioni necessarie - Partecipare agli Open Day degli Istituti e prepararsi fin da casa le domande che si vuole porre Alcuni link che potrebbero esserti utili: Le Scuole Private in Italia , una guida utile per muovere i primi passi e approfondire l'argomento.

Come iscriversi a una scuola privata La scuola privata, conosciuta anche come paritaria, è un istituto scolastico ... continua » Obiettivi e funzioni delle scuole paritarie Una scuola paritaria è sostanzialmente una scuola privata. Viene cioè gestita ... continua » Come iscrivere un figlio a una scuola paritaria Tutti i genitori che devono far studiare i propri figli devono ... continua » Come fare l'iscrizione scolastica online La normativa istituita dal Ministero della Pubblica Istruzione, dell'Università e ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Scuole di arabo a Milano

Per noi italiani la lingua araba non è molto facile da apprendere. Ciononostante, troviamo numerose scuole ben organizzate e in grado di insegnarci la lingua ... continua »

Scuole di inglese a New York

Esistono molti modi per apprendere una lingua straniera. Ma il migliore è sicuramente quello di recarsi nel paese originario della lingua stessa. Neanche la lingua ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.