Come Tradurre una Versione di Greco

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Tradurre greco spesso rappresenta un ostacolo non semplice da superare per gli studenti che si approcciano per la prima volta a questo nuovo linguaggio, forse perché, dando un primo colpo d'occhio, la mente non riconosce come "familiari" le lettere greche, o forse per la grande varietà di modi e tempi verbali che questa lingua presenta. Con questa guida, però, passo dopo passo, andremo a scoprire qualche trucchetto per affrontare nel modo corretto, e soprattutto con metodo, la traduzione di una versione di greco.

28

Occorrente

  • Un vocabolario di Greco (Rocci o GI sono i migliori)
  • Il testo della versione
  • Due fogli di carta (uno per la brutta copia, uno per la bella)
  • Buone conoscenze della grammatica greca
  • Una matita per l'analisi del testo
  • Una penna per riportare la traduzione
  • Tanta concentrazione
38

Cominciamo dallo stato d'animo con cui si affronta la traduzione: una mente stanca o poco serena non è in grado di tenere viva la concentrazione, che è invece fondamentale per poter tradurre al meglio. Messo da parte ogni altro pensiero è il momento di leggere la versione che ci è posta davanti. Un errore assolutamente da evitare è quello di fiondarsi immediatamente sul dizionario e iniziare una ricerca esasperata delle parole, quindi mettete da parte il vocabolario e, momentaneamente, dimenticate di averlo.
L'attenzione deve essere rivolta al titolo del brano in questione. Il titolo, infatti, contiene le informazioni necessarie a capire il contesto in cui tutte le frasi che compongono la versione devono essere inserite.

48

Procediamo con l'analisi dei singoli periodi che abbiamo individuato e, solo a partire da questo momento, possiamo aprire il vocabolario. Per l'analisi dei singoli periodi procediamo in questo modo: cominciamo dall'ultimo verbo del periodo, quello più vicino al punto, e procediamo a ritroso in modo da "accoppiare" ogni verbo alla congiunzione che lo precede. Procedendo a ritroso noteremo che un solo verbo non è preceduto da alcuna congiunzione.

Continua la lettura
58

Analizziamo il verbo di questa proposizione, cercando di capire se si tratta di un verbo alla forma attiva, media o passiva. Cerchiamo il significato sul vocabolario; ad ogni vocabolo corrispondono numerosi significati, ma il lavoro che abbiamo svolto sul titolo e sull'introduzione ci aiuteranno a scegliere il migliore tra quelli proposti. Il predicato è il fulcro di ogni frase, quindi impariamo ad estrapolare da esso tutte le informazioni che ci servono e a impostare in base ad esso la traduzione del resto della frase.

68

Ad ogni verbo, solitamente, corrisponde un soggetto, che di norma si trova vicino al predicato (ma non facciamo affidamento sulla posizione dei termini): esso sarà esplicito quasi sicuramente nella prima frase della versione, mentre potrebbe non esserlo nel resto del brano, in quanto l'autore sottintende che si tratta sempre dello stesso personaggio che compie le azioni. Una volta tradotta al meglio la principale, procediamo così con il resto del periodo, sforzandoci di dare un senso compiuto al brano e di capire in che rapporto gerarchico stanno le proposizioni. La prima traduzione del brano non è mai del tutto corretta, quindi scriviamo a matita, oppure su un foglio di brutta copia. .

78

Una volta terminata la prima "stesura" della traduzione, rileggiamo ciò che abbiamo scritto. Non tutte le frasi saranno esposte in un italiano perfetto, quindi sta a noi modificarle cercando di renderle nel modo migliore. Ormai il senso della versione dovrebbe esserci chiaro, quindi concediamoci anche qualche piccolo stravolgimento della grammatica, se serve a migliorare la resa formale (avendo sempre cura di riportare tra parentesi la frase tradotta in modo letterale, in modo tale da non essere penalizzati per la vostra "licenza poetica).

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non fatevi prendere dal panico se la traduzione sembra non avere un senso, ma procedete finchè non ne troverà uno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come tradurre le versioni di latino

La versione di latino, è da sempre il disagio apparente, che mette in crisi migliaia di studenti del liceo. La traduzione dal latino, infatti, non è per niente semplice se non si utilizza uno schema di lavoro ben preciso e non si possiede una buona...
Superiori

Grammatica greca: come riconoscere e tradurre il genitivo assoluto

Il genitivo assoluto è un costrutto della grammatica greca molto difficile da riconoscere e da tradurre. Dal punto di vista logico non appare complicato. Quando lo hanno spiegato in classe, infatti, pensavamo di averlo capito perfettamente. Il soggetto,...
Superiori

Grammatica latina: come tradurre il dativo di possesso

Il latino insieme al greco è una delle lingue più affascinanti della letteratura mondiale. Molti di voi hanno già avuto la fortuna di studiare questa lingua al liceo, e di approfondire le regole basilari. Iniziare ad avvicinarsi allo studio della lingua...
Superiori

Trucchi per tradurre una versione di latino

Tradurre una versione di latino è un compito molto difficile per tutti. I trucchi elencanti di seguito sono utili sia per chi mira alla sufficienza che per chi vuole raggiungere ottimi risultati. Seguire questi trucchi con costanza è un ottimo metodo...
Superiori

Come tradurre una versione di latino

Il latino è una materia molto importante, la quale può apparire odiosa perché spesso si incontrano difficoltà nel fare le traduzioni. Per risolvere questo problema basta leggere attentamente questa guida e la versione non sembrerà mai più un ostacolo...
Superiori

Come tradurre il supino in latino

Quando osserviamo un paradigma di un verbo in latino, oltre a trovare la forma della prima persona del presente indicativo, la seconda dello stesso tempo, la prima del perfetto e l'infinito del verbo, troviamo anche un nome verbale denominato supino....
Superiori

Come tradurre al meglio le versioni di latino

La lingua latina è sostanzialmente diversa dall'italiano, soprattutto per quanto riguarda la sintassi.L'attività di traduzione da un linguaggio all'altro implica conoscenze lessicali, morfologiche, idiomatiche e sintattiche che a livello scolastico...
Superiori

Come tradurre il dativo di interesse in latino

Il latino è una lingua che presenta una morfosintassi spesso molto differente dalla nostra, con costruzioni particolari che vanno studiate nello specifico ai fini di una buona traduzione con una perfetta resa in italiano corrente. In particolare, in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.