Come tracciare una retta di regressione

di Ivan Tamburello tramite: O2O difficoltà: difficile

Nel campo matematico le equazioni differenziali si applicano nell'analisi dei sistemi. Ciò significa che quando una quantità varia in una sola parte di un sistema, il suo tasso di variazione dipende dalle quantità nelle altre sue parti. La variazione, quindi, di una quantità influenza indirettamente la quantità stessa. Il fenomeno in questione è il cosiddetto feedback. Questa guida vi aiuterà nello specifico a comprendere come tracciare una retta di regressione.

Assicurati di avere a portata di mano: libro di matematica, metodo dei minimi quadrati, analisi statistiche

1 Disegnare la retta di regressione graficamente Per poter capire lo studio di una retta di regressione occorrerà disegnare un grafico. Partiamo dall'equazione seguente: z = 2x + y -1/6(x^2 + y^2). Come dominio di questa funzione si considera l'intero piano xy. A questo punto occorre trovare i massimi e i minimi di z. La z è una funzione derivabile di x e di y, quindi si applicherà il calcolo differenziale per tracciare la retta di regressione.

2 Punto di massimo e di minimo Tenendo fisso x, così x = x0, e ci si muove direzione y. Si genera un punto massimo se õz/õy = 0 e õ^2z/õy^2 < 0 e un punto di minimo se õz/õy =0 e õ^2z/õy^2 > 0. Nel nostro esempio: õz/õy =1 - 1/3y e õ^2z/õy?2 = -1/3. La derivata prima si annullerà per y = 3 e la derivata seconda è sempre negativa. In questo caso si ottiene un punto di massimo in y = 3. Per definire il punto di massimo o di minimo si dovrà soddisfare la condizione combinata õz/õx = 0 e õz/ õy = 0. Nell'esempio la coppia che la soddisfa è x =6 ed y = 3. Questo è il punto di massimo ed equivale a z = 7,5, mentre per gli altri valori l'ordinata zeta è un valore minore.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Il metodo dei minimi quadrati Continuando nella applicazione della retta di regressione bisogna studiare il metodo dei minimi quadrati.  Con una serie di punti nel sistema delle coordinate cartesiane (x1, y1) (x2, y2)...  Approfondimento Come determinare l'equazione della retta tangente al grafico di una funzione (clicca qui) (xm, ym), prossimi alla retta si trova la retta con la seguente equazione y = ax + b.  L'ipotesi da fare è di assumere che nessun punto si trova più lontano di un certo ammontare dalla retta.  Per calcolare la derivata della retta di regressione si calcolano tutti i quadrati della formula.  Il passaggio di più semplice applicazione è la cosiddetta regola regola della catena.  In questo modo le derivate del termine generale diventeranno: õ/õa (axi +b -yi)^2 = 2 (axi + b -yi) · xi, õ/õb (axi + b - yi)^2 = (axi + b - yi) · 1.  Proseguendo nel calcolo della retta di regressione 2∑(axi + b - yi) xi = 0, 2∑(axi + b - yi) = 0.  A questo punto bisogna eliminare il fattore due e calcolare le somme: a · ∑x^2 + b · ∑xi - ∑xiyi = 0, a · ∑xi + b · m - ∑yi = 0.  Con questi semplici calcoli otterrete la linea di regressione.  Ricordate che negli assi tra le coordinate e le ascisse occorrerà sostituire alle lettere x e y i parametri di riferimento per un'analisi statistica.  Ad esempio, per disegnare la retta di regressione si parte dal numero di abitanti che risiede in cinque delle nostre città italiane.

Non dimenticare mai: Il simbolo õ indica la lettera greca delta scritta in minuscolo. Alcuni link che potrebbero esserti utili: Lo studio della retta di regressione

Come determinare l'equazione di una retta passante per un punto e parallela ad un'altra retta Sappiamo dalla geometria elementare che per un punto passano infinite rette ... continua » Come ricavare l'equazione di una retta passante per due punti Oggi dedichiamo la nostra attenzione ad un ramo particolare della matematica ... continua » Come ricavare l'equazione di una retta passante per un punto e parallela ad una retta Ricavare l'equazione di una retta passante per un punto e ... continua » Come determinare l'equazione di una retta In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Le derivate parziali

Dobbiamo prima di tutto comprendere il significato del termine di derivata:
sia f (x) definita in un intervallo aperto (a, b) e sia x un ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.