Come svolgere l'addizione in colonna

di Giovanni D'Alterio tramite: O2O difficoltà: facile

Se si decide di aiutare i propri figli a fare i compiti di matematica, ma da anni si utilizza la calcolatrice, il computer e il cellulare è fondamentale ripetere le regole di base delle operazioni. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli su come svolgere l'addizione in colonna. La conoscenza delle quattro operazioni di base è indispensabile per far svolgere i problemi ai propri figli.. Ecco le regole, i trucchi e i passaggi su come eseguire questa operazione.

1 L'addizione è quell'operazione che permette di aggiungere un numero ad un altro numero. Ad esempio se al numero 4 si aggiunge 1 si ottiene 5. In matematica si utilizza il segno + per indicare l'addizione ed il segno = per indicare il risultato. Quindi l'operazione si deve scrivere in questo modo: 4 + 1 = 5 --> quattro più (+) uno uguale (=) cinque. I numeri che si sommano si chiamano "addendi", invece il risultato che si ottiene prende il nome di "somma".

2 Quando i numeri sono più complessi è opportuno utilizzare il metodo dell'addizione in colonna. Questo metodo consiste nel disporre gli addendi in righe diverse, prestando attenzione a riportare nella stessa colonna le cifre dello stesso ordine. Le unità sotto le unità, le decine sotto le decine, le centinaia sotto le centinaia e così via. L'operazione si esegue iniziando a sommare le cifre di ogni colonna da destra verso sinistra. Successivamente si scrive la somma ottenuta al di sotto della linea, nell'apposito spazio per il risultato; esempio: 134 + 212 = 346.

Continua la lettura

3 A volte facendo l'addizione in colonna può capitare che la somma dei due o più numeri supera la decina.  Allora si deve utilizzare il riporto; cioè, in parole semplici, bisogna scrivere nella riga del risultato solo le unità e riportare le decine alla colonna successiva Approfondimento La proprietà commutativa dell'addizione (clicca qui) Quando poi si fa la somma delle cifre della colonna successiva si deve aggiungere il riporto.  Esempio: 138 +226 = 364; nella prima colonna a destra 8+6=14 quindi si trascrivono solo le unità, cioè 4, mentre la decina 1 si riporta nella colonna subito a sinistra.  Infine, quando si calcolano le decine si deve aggiungere il riporto; per cui 3 +2= 5 più il riporto di 1 = 6.

4 Per la verifica del risultato ottenuto si deve fare la prova dell'addizione. Essa è possibile mediante la proprietà commutativa: "cambiano l'ordine degli addendi il risultato non cambia". Se il risultato che si è ottenuto nella prima operazione e quello della prova sono uguali significa che l'addizione è stata eseguita correttamente. Esempio della proprietà commutativa: 116 + 220 = 336 oppure 220 +116 = 336; come si può vedere Il risultato resta invariato.

Non dimenticare mai: l'esercitazione è fondamentale

Come semplificare il calcolo coi numeri relativi Quelli che comunemente vengono chiamati numeri interi relativi, altro non sono ... continua » Differenze tra proprietà associativa e commutativa Le quattro operazioni matematiche (addizione, sottrazione, moltiplicazione e divisione) hanno delle ... continua » Come Risolvere Un'Addizione Tra Numeri Decimali Periodici All'interno della presente guida, andremo a occuparci di matematica. Nello ... continua » La proprietà commutativa della moltiplicazione In parole povere, la proprietà commutativa della moltiplicazione significa che, non ... continua »

Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come eseguire calcoli a mente

La matematica costituisce una materia ostica per molti studenti delle medie e delle superiori. Alcune operazioni, tra cui quelle complesse come le radici, le derivate ... continua »

Come usare l'abaco

L'abaco è sicuramente uno degli strumenti matematici più antichi al mondo, in quanto si tratta di un modello base di calcolatore. Se ne possono ... continua »

Come spiegare il centinaio

Spiegare il concetto del centinaio a dei bambini di seconda elementare è piuttosto facile, sia perché essi già comprendono il valore del numero 100 come ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.