Come studiare per l'esame di maturità

di Chiara Esposito tramite: O2O difficoltà: media

Per tutti gli studenti l'esame di maturità è davvero una dura prova. Molti di loro non hanno mai affrontato un vero e proprio esame, per questo vengono assillati da innumerevoli dubbi su come studiare e come rendere al massimo. Ma non bisogna avere paura, con poche semplice regole su come studiare per l'esame di maturità, sarà semplicissimo arrivare al giorno dell'esame senza dover temere nulla. (Foto da www. Forlitoday. It).

1 Il tempo è il fattore più importante. Organizzarsi vuol dire saper ripartire il proprio studio durante un periodo di tempo molte volte abbastanza limitato. Bisogna organizzarsi calcolando bene i tempi di consegna della "tesina" e di tutti gli elaborati che dovranno accompagnarla. È necessario concordare con i professori, i momenti in cui sarà possibile revisionare la tesina, in modo da non avere sgradevoli sorprese all'ultimo momento, inoltre, organizzandosi in questo modo, potremo anche chiedere spiegazioni al docente nel caso in cui le simulazioni non fossero andate molto bene. È molto importante anche avere le idee chiare sul programma, e chiarire quali sono i nostri punti di forza e su quali siamo carenti.

2 Durante la ripetizione dobbiamo concentrarci su di un'unica materia. Così avendo chiaro tutto il programma nella nostra mente possiamo capire quali dei capitoli ci sono più ostici e quali meno, elaborando, se necessario, una strategia con il professore. La ripetizione ad alta voce può esserci molto utile, per imparare ad esporre al meglio tutti gli argomenti.

Continua la lettura

3 Dividere il quantitativo quotidiano di lavoro, è un altro passo essenziale per una corretta preparazione.  Se siamo parecchio indietro con il programma è ovvio che dovremo sacrificare qualche week-end.  Approfondimento Come preparare un buon esame di maturità (clicca qui) Bisogna pianificare, passo dopo passo, le nostre giornate, in base agli impegni ed alle materie ancora da "spolverare".

4 Ripassare con i compagni di classe può essere molto utile, sia perché ci si confronta su argomenti studiati insieme, sia perché ci può essere uno scambio di appunti davvero molto utile. Con i compagni di classe il lavoro diventerà più leggero e stimolante e ci si sosterrà moralmente.

5 Bisogna prestare attenzione anche all'alimentazione che dovrà essere nutriente e leggera: privilegia la carne, il pesce (per l'elevato contenuto di fosforo che incentiva le performance mentali), frutta e verdura fresche a volontà. No a cibi elaborati, fritti e ricchi di grassi. Riposa almeno 8/9 ore: le nottate insonni non hanno mai prodotto grandi risultati! Non abusare di energetici o addirittura ansiolitici, la vera forza è in te.

Come fare la tesina per l'esame di maturità Con l'avvicinarsi dell'esame di maturità tendono ad aumentare, molto ... continua » Maturità: come affrontarla Per gli studenti del quinto anno delle superiori gli ultimi mesi ... continua » Come affrontare al meglio l'esame di maturità in un istituto tecnico commerciale L'esame di maturità è un momento assolutamente particolare nella propria ... continua » Come prepararsi al meglio per l'esame di maturità L'esame di maturità è la fase finale di un percorso ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Guida per una tesina perfetta

L’esame di maturità è alle porte? Tranquilli: calma e sangue freddo. Una parte molto importante di questa prova è rappresentata dalla presentazione della fantomatica ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.