Come studiare la storia

di Giovanni D'Alterio tramite: O2O difficoltà: facile

Se si incontrano delle difficoltà nello studio della storia perché è difficile ricordare date, nomi di battaglie, generali e politici non bisogna disperare in quanto esiste una soluzione per tutto. La storia è molto importante; essa permette di conoscere tutti gli avvenimenti. Basta applicarsi ed adottare un giusto metodo di studio per assimilarla facilmente. Leggendo il tutorial si possono avere alcuni consigli su come studiare la storia.

Assicurati di avere a portata di mano: concentrazione attenzione libro di Storia foglio o quaderno evidenziatore matita penna

1 Avvicinarsi nel modo giusto allo studio di questa materia è il primo passo da fare se si vogliono ottenere buoni risultati. È opportuno sapere che studiare a memoria non porta a nulla; infatti, se non si ricorda una determinata cosa non si è in grado di continuare. Lo studio della storia consente di: seguire l'evoluzione dell'uomo, venire a conoscenza delle scoperte e del progresso della scienza. È fondamentale capire i concetti ed approfondire la conoscenza.

2 È vero che è una materia dove la memoria è alla base di tutto. Di solito i libri di storia sono divisi in piccoli paragrafi dove vengono organizzati gli argomenti seguendo un filo logico. Bisogna leggere attentamente il primo paragrafo e cercare di soffermarsi sulle informazioni essenziali, come nomi di personaggi, date significative, nazioni coinvolte. È consigliabile evidenziare le cose da ricordare per renderle ben visibili ai propri occhi.

Continua la lettura

3 Un altro metodo per poter comprendere la storia è quello di fare un riassunto di quello che è stato letto.  Bisogna scegliere un titolo che aiuta a ricordare facilmente di cosa parla il riassunto.  Approfondimento Come prepararsi per un esame orale (clicca qui) Successivamente bisogna schematizzare i fatti più importanti che sono descritti nel paragrafo del libro.  È fondamentale l'utilizzo di parole proprie per ridurre al minimo indispensabile le informazioni.  In questo modo si ha ben chiaro il succo del discorso.  Inoltre, si devono mettere in evidenza le date più importanti ed i fatti accaduti.

4 Bisogna rileggere con attenzione gli appunti e controllare per verificare la completezza. In seguito si deve ripetere ad alta voce ciò che è stato schematizzato, aiutandosi anche con la memoria visiva. Non è consigliabile ripetere parola per parola quello che è stato scritto. Si devono rielaborare i contenuti ed arricchirli di dettagli. Questo è utile per rispondere in modo chiaro e completo alle domande dell'interrogazione o del compito in classe. Bisogna svolgere questo lavoro paragrafo per paragrafo; in questo modo è più facile rispolverare ciò che è stato studiato in precedenza.

Come Organizzare Un Ripasso Di Storia Durante Il Periodo Estivo Se durante il periodo estivo è necessario ripassare una materia dove ... continua » Come ottimizzare il metodo di studio Avere un buon metodo di studio è fondamentale per memorizzare quanto ... continua » Come aiutare i bambini a studiare storia Aiutare i bambini a studiare ed a svolgere i compiti per ... continua » 10 trucchetti per ridurre il tempo di studio Minimo impegno, massimo risultato. Tutti vorremmo che fosse così, soprattutto gli ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come riassumere un testo

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori ad i. Parare come poter riassumere in testo, senza rischiare d'incorrere in errori e sbagli ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.