Come studiare la geografia

di A. D.T tramite: O2O difficoltà: media

Questa tipologia di guida, è dedicata a tutti quegli studenti, che hanno difficoltà nell'apprensione della materia scolastica che è la Geografia. Oggi giorno, molti ragazzi che frequentano le scuole, si trovano di fronte a questa materia, fondamentale, ma che per un motivo o per un altro, è molto sottovalutata. Ecco perché, cercheremo in qualche modo tramite semplicissimi, passaggi, di spiegare in maniera molto concisa, qualche tecnica, che può aiutare su come studiare la Geografia.

Assicurati di avere a portata di mano: Testi specifici in materia e cartine geografiche, politiche e fisiche

1 Innanzitutto, è importante avere la materia prima, cioè il libro di testo, dove andremo a studiare gli argomenti che ci verranno assegnati a scuola. Quindi, tramite la lista dei libri, che ci verrà assegnata ad inizio anno, andiamo ad ordinarlo in libreria il prima possibile, in maniera tale da poterci mettere subito all'opera.

2 Successivamente, dopo aver ottenuto il nostro testo, seguendo le lezioni assegnateci dal professore o dalla professoressa, iniziamo a leggere capitolo per capitolo. Cercate di fare molta attenzione, su cosa c'è scritto, e di memorizzare bene, tutti i dettagli salienti del paragrafo. Per poter ricordare in maniera più efficace, è sempre consigliabile l'utilizzo dell'evidenziatore o della matita per sottolineare.

Continua la lettura

3 Fatto ciò, continuate la lettura e soffermatevi sempre a delineare i passi più essenziali del vostro testo.  Qualora individuate parole di cui ignorate il significato, cercatele sul dizionario e poi procedete al capitolo successivo.  Approfondimento Come studiare in modo produttivo (clicca qui) Se non capite un periodo o anche una semplice frase, rileggetela tantissime volte, finché non vi è chiaro il senso.

4 Alle superiori, solitamente, la geografia viene studiata soltanto per i primi 2-3 anni, dopo di che non è più necessario poiché non è una materia che necessita un enorme impegno e uno studio approfondito. Un consiglio che posso darvi per migliorare lo studio di questa materia è evitare qualsiasi tipo di distrazione, dalla musica al PC fino ad arrivare alla televisione. Cercate un posto silenzioso e tranquillo in modo che niente e nessuno possa interferire con la vostra attività di studio.

5 Alle medie, invece, i professori, spesso, fanno utilizzare la carta lucida per il disegno delle cartine dei vari stati. Ecco, su questo punto, cercate di dare il massimo di voi stessi perché più una cartina è fatta bene, più riuscirete a collocare mentalmente i vari luoghi del posto e potete tirar fuori un lunghissimo ed elaborato discorso, semplicemente tenendo davanti soltanto la cartina geografica che voi avete disegnato. Con questo, ho cercato di chiarire ogni dubbio e incertezza sull'argomento, cosi da avervi dato quella marcia in più per dare il meglio di voi stessi.

Non dimenticare mai: Impegno Concentrazione Applicazione

Come creare una mappa geografica per aiutare i bambini La geografia, è un'importante materia da studiare sin dalle scuole ... continua » Storia greca: come prepararsi all'esame Come ogni esame universitario, anche quello di Storia Greca, presenta delle ... continua » Le principali risorse didattiche nella scuola primaria La scuola primaria è uno dei primi luoghi di apprendimento; pertanto ... continua » Consigli per le mappe concettuali per una lezione di geografia Se siete alle prese con lo studio della geografia, siete degli ... continua »

Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come studiare la storia

Studiare la storia per molti di noi è davvero un dramma. In effetti rappresenta una delle discipline scolastiche fra le più odiate, forse perché le ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.