Come spiegare la divisione a due cifre ai bambini

di Sara Nicoli tramite: O2O difficoltà: media

La divisione a due cifre senza l'uso di una calcolatrice può risultare ostica perfino ad un adulto, figuriamoci ad un bambino di seconda o terza elementare. Bisogna, pertanto, essere davvero dei bravi insegnanti per riuscire a far comprendere velocemente e bene ai propri piccoli allievi questo genere di operazione matematica in cui il divisore è rappresentato da un numero naturale di due cifre. Ecco dunque di seguito un metodo abbastanza semplice ed efficace su come spiegare la divisione a due cifre ai bambini.

Assicurati di avere a portata di mano: Lavagna, gessetti.

1 La prima cosa da fare è di procedere alla lavagna con un esempio, mostrando ai bambini come si dispongono in colonna dividendo e divisore. Prendendo come esempio la divisione 396 : 22 e spiegate ai vostri piccoli allievi che il dividendo (396) va posto sul lato sinistro, mentre il divisore (22) sul lato destro della griglia di incolonnamento, tracciando al di sotto dello stesso divisore una linea sotto cui andrà riportato il quoziente o risultato della vostra operazione.

2 Dopo aver effettuato questo passaggio alla lavagna in modo che i bambini comprendano bene come incolonnare dividendo e divisore, dite loro di abbassare nella riga sottostante il dividendo le cifre necessarie a formare un numero superiore o tuttalpiù uguale al divisore, in questo caso 39. Spiegate ai ragazzi che per fare questo passaggio non dovranno partire dall'ultimo numero del dividendo (vale a dire le unità) ma dal primo (in questo caso le centinaia, ma potrebbero essere anche decine o migliaia). Per comodità, almeno all'inizio, consigliate ai bambini di trascrivere il numero individuato, in seguito sarà sufficiente contrassegnarlo con una parentesi curva o quadra posta sopra le cifre che si desidera abbassare.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 A questo punto, dite ai bambini di concentrarsi solo sulle decine del numero abbassato e del divisore, vale a dire 3 e 2, e invitateli a calcolare quante volte la decina del divisore sta nella decina del numero abbassato.  In altri termini, i piccoli allievi dovranno ricondurre la divisione a due cifre ad una divisione ad una sola cifra utilizzando l'escamotage del numero abbassato.  Approfondimento Come svolgere una divisione con il metodo anglosassone (clicca qui) Una volta individuate quante volte le decine del divisore stanno dentro le decine del numero abbassato, dite loro di segnare questo risultato sotto il divisore, nella parte appunto riservata al quoziente o quoto (in caso di resto) della vostra divisione.

4 Stando all'esempio fatto sopra il risultato è 1, tenete però presente che qualora si trattasse di numeri più grandi comprendenti le migliaia, a questo punto le decine del dividendo da prendere in considerazione non saranno un numero ad una cifra ma due o più cifre pertanto è probabile che individuare quante volte le decine del divisore stanno dentro quelle del dividendo potrebbe essere molto più lungo e difficile del previsto. È assai probabile che in casi come quello appena citato i bambini sbaglino o debbano fare comunque molte prove prima di trovare il giusto risultato, quindi siate pazienti e ripetete dall'inizio l'intero procedimento se vedere che i vostri allievi fanno difficoltà ad interiorizzarlo.

5 Una volta individuate quante volte le decine del divisore stanno in quelle del dividendo tramite l'abbassamento di queste ultime, moltiplicate il numero segnato nella parte riservata al quoziente per il divisore e segnate il numero ottenuto a sinistra proprio sotto il dividendo. Qualora il numero fosse superiore a quello abbassato è segno che il risultato è errato, dunque dite ai bambini di ripetere la moltiplicazione con un numero di un valore inferiore. Se invece il numero contrassegnato sotto il dividendo è inferiore o uguale al numero abbassato, a questo punto spiegate agli allievi che dovranno effettuare una sottrazione, operazione che dovrebbero conoscere già molto bene. I valori da sottrarre saranno a questo punto il numero abbassato e il numero risultante dalla moltiplicazione del quoziente parziale e del divisore.

6 Mostrate graficamente dove trascrivere il risultato di questa sottrazione, vale a dire ancora una volta sotto il numero abbassato nella colonna di sinistra. Nel caso del nostro esempio il risultato ottenuto è 17. A questo punto dite ai bambini di abbassare nella colonna a sinistra anche le unità del dividendo, che dovranno essere inserire a fianco del risultato ottenuto con la sottrazione (stando ancora al nostro esempio il risultato sarà 176). Il numero ottenuto è chiamato anche resto parziale della divisione a due cifre. Adesso i bambini non dovranno far altro che individuare quante volte il divisore (22) sta nel resto parziale ottenuto (176) aiutandosi con uno strumento che dovranno conoscere benissimo, le tabelline.

7 Facendo un po' di prove grazie alla conoscenza delle tabelline, i bambini non dovrebbero avere difficoltà ad individuare il numero giusto (cioè quante volte il divisore sta nel resto parziale): nel nostro caso il risultato corretto è 8 e andrà segnato a fianco alla cifra 1 nella parte riservata al quoziente. Dite dunque ai vostri allievi di effettuare un ultimo passaggio, cioè moltiplicare questo ultimo numero individuato per il divisore e segnare il risultato di questa moltiplicazione sotto il resto parziale: anche in questo caso, qualora il numero individuato fosse superiore al resto parziale vuol dire che è errato dunque si dovrà optare per una cifra inferiore. Nel nostro caso, moltiplicando 8 per 22 s ottiene proprio il resto parziale, vale a dire 176, dunque questo significa che il resto dell'operazione è zero. Se invece il numero ottenuto fosse stato inferiore a 176, i bambini dovranno effettuare un'ulteriore passaggio, vale a dire eseguire una nuova sottrazione per individuare il resto effettivo che andrà nella parte terminale della colonna a sinistra.

Non dimenticare mai: Siate pazienti e lasciate che i bambini imparino anche dai loro errori. Alcuni link che potrebbero esserti utili: http://www.youmath.it/scuola-primaria/matematica-scuola-primaria/seconda-elementare/2764-divisioni-a-due-cifre.html

Come moltiplicare e dividere i decimali Qualunque sia la nostra idea sulla matematica: più o meno difficoltosa ... continua » Come spiegare le divisioni a tre cifre Vostro figlio va alle scuole elementari, si presenta un giorno col ... continua » Come effettuare divisioni attraverso sottrazioni successive Alcuni concetti matematici per molti di noi sono difficili da comprendere ... continua » Come risolvere una divisione tra numeri decimali finiti I numeri decimali fanno parte della matematica a tutti gli effetti ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come Fare Le Divisioni

Insegnare a fare le divisioni non è facile. Spesso i bambini non riescono a fare i compiti e siamo noi mamme a dover aiutare il ... continua »

5 metodi diversi per fare le divisioni

Moltissimi alunni delle classi primarie, devono sempre cimentarsi con i primi approcci alla matematica, che coinvolgono le quattro operazioni principali: moltiplicazione, addizione, sottrazione e divisione ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.