Come Sintetizzare Un Etere Da Un Alchene

di Giulia Ciaramitaro tramite: O2O difficoltà: media

Gli alcheni sono composti molto semplici. È grazie a loro che possiamo avere numerosi prodotti. Per ottenere un etere da un alchene bisogna effettuare una reazione abbastanza complessa, la cosiddetta alcossimercuriazione. Vediamo quindi insieme, nella guida che segue, come poter effettuare passo dopo passo questa reazione, ovvero sintetizzare un etere da un alchene, in maniera intuitiva e scorrevole.

Assicurati di avere a portata di mano: Manuale Chimica Organica

1 La prima parte del lavoro deve essere incentrata sulla ripetizione. Si tratterà quindi di ripetere in maniera approfondita la famiglia degli alcheni. Sarà più che necessario e doveroso esercitarsi sulla nomenclatura e sulle formule di struttura. Inoltre, sarà anche opportuno dedicare un altro po' del proprio tempo alla ripetizione della famiglia degli eteri. Dopo aver completato questi piccoli compiti, si potrà facilmente procedere con lo scegliere l'alchene da far reagire. A questo punto, sarà possibile utilizzare senza troppi problemi il 2-butene. Prestate quindi particolare attenzione. Si tratta di far reagire questo composto con l'acetato di mercurio. Solo in questo modo sarà possibile ottenere un intermedio, con carbonio e mercurio carichi parzialmente in positivo.

2 Dopo aver ottenuto ciò, si potrà proseguire con una molecola di alcol. Quest'ultima potrà essere facilmente utilizzata in CH3OH. Dopo aver attaccato il carbonio carico delta più, sarà possibile ottenere un intermedio protonato. Continuate quindi il lavoro, eseguendo una deprotonazione su questo intermedio. Solo in tale maniera sarà possibile ottenere un composto neutro, senza cariche. Tuttavia state molto attenti. Infatti la reazione non è ancora ultimata. Tenete sempre in considerazione la continua presenza di un acetato di mercurio che dovrà essere necessariamente eliminato.

Continua la lettura

3 Per poter eseguire questa operazione, sarà doveroso eseguire una ulteriore reazione di riduzione, utilizzando del NaBH4.  Infatti, solo a questo punto sarà possibile riuscire ad ottenere l'acetato e, successivamente, l'etere.  Approfondimento Come fare una ossimercuriazione riduzione (clicca qui) A questo punto, l'azione di sintetizzazione si può dire completa.  Ovviamente, questa attività non può che richiedere una precedente conoscenza dei materiali e della teoria chimica.  Tuttavia, qualora non si disponesse sfortunatamente di una ampia cultura chimica e/o scientifica, sarà comunque possibile farsi aiutare da chi è più competente, in modo da poter capire in maniera maggiore tali reazioni e attività.  Buon lavoro!. 

Non dimenticare mai: Tenete sempre in considerazione la continua presenza di un acetato di mercurio che dovrà essere necessariamente eliminato. Alcuni link che potrebbero esserti utili: Le reazioni degli alcheni La reazione di sostituzione e eliminazione nella sintesi organica Eteri Preparazione degli alcheni Slide reazioni Alcheni Alchini Alogenuri alchilici: metodi di sintesi e reattività

Come effettuare una ossidazione blanda di un alchene Studiare non e sempre facile, soprattutto alcune materie come la chimica ... continua » Come ottenere una aloidrina da un alchene Ottenere una aloidrina da un alchene è un argomento che appartiene ... continua » Come Fare Una Idratazione Acido Catalizzata Di Un Alchene Nei passaggi seguenti ci occuperemo di chimica: è una tra le ... continua » Come Sintetizzare Un Etere Da Un Alcol Gli eteri sono dei composti costituiti da due gruppi alchilici legati ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.