Come si esegue un'analisi metallografica

di Nicolò Tricarico tramite: O2O difficoltà: facile

La metallografia è una particolarissima scienza che si occupa di studiare la struttura fisica dei vari tipi di metalli e delle leghe metalliche. Questo avviene mediante una serie di prove eseguite in laboratori, che consentono di comprendere la composizione di questi materiali. Se siamo affascinati da questo mondo, è vogliamo saperne di più e capire quali sono e come si svolgono le varie prove di laboratorio, non dovremo fare altro che cercare su internet, delle guide che ci spieghino tutti i passaggi da eseguire nell'esecuzione dei vari test. Nei passi successivi di questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire ad eseguire correttamente un'analisi metallografica. Questa prova viene eseguita per poter analizzare la continuità del materiale ferroso ed individuarne la porosità, la possibile formazione di cricche e molto altro ancora.

Assicurati di avere a portata di mano: Microscopio ottico

1 Preleviamo un campione e prepariamolo per l'analisi e osserviamo il complesso di elementi che lo compongono, con questo metodo si evidenziano le imperfezioni. Il livello d'ingrandimento sarà di circa 450 x, grazie ad un microscopio ottico. Vi sono vari metodi d'ispezione al microscopio, osservazione a campo scuro e a campo chiaro, con illuminazione conica.

2 Il campione da prendere in analisi viene tagliato da una barra di dimensioni standard, deve essere collocato in modo pratico sul microscopio, tuttavia bisogna fare molta attenzione nella fase del taglio in modo da evitare qualsiasi riscaldamento eccessivo che possa compromettere la struttura originale della barra, per questo viene largamente impiegato il refrigerante. La superficie grezza e lucidata viene lavorata con una levigatrice orizzontale, questo eliminerà qualsiasi difetto.

Continua la lettura

3 Sulla superficie del pezzo vengono versate alcune gocce di un reagente chimico, il Nital, deve stare in posa dai 10 ai 120 secondi, un campione anche se ben levigato e lucidato non rivela la sua microstruttura, Per osservare le caratteristiche è necessario questo processo, chiamato "attacco chimico" rimuove la patina sulla parte superiore e mette in evidenza elementi della lega tramite una diversa colorazione degli elementi, la forma e la posizione.  Succede perché la reazione con l'agente chimico è diversa dipende dal tipo di componenti per questo la visione al microscopio risulta ottimale, dovuta alla diversa riflessione del fascio luminoso che evidenzia le variazioni di colore e gli elementi della lega.  Approfondimento Come Fare Un'Immunofluorescenza Indiretta (clicca qui) L'utilizzo degli agenti chimici dipende dal materiale che stiamo controllando, infatti possiamo usare diversi reagenti, acido cloridrico, acquaragia glicerinata.  Questo accade perché le reazioni con l'agente chimico e diversa dipende dal tipo di componente.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: https://www.youtube.com/watch?v=PbPgY2w2Lrk

Come Chiudere Un Vetrino Di Sezioni Istologiche L'istologia studia la morfologia dei tessuti, e le cellule che ... continua » Come analizzare dei campioni di terreno Per una totale produttività delle piante che coltiviamo è opportuno conoscere ... continua » Come osservare al microscopio ottico un preparato istologico Il preparato istologico è una porzione di tessuto animale o vegetale ... continua » Come fare una semplice analisi statistica dei dati La statistica è una disciplina che ha il fine di sintetizzare ... continua »

Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come calibrare un microscopio

All'interno di questa guida, andremo a parlare di microscopi. Nello specifico, in questo determinato caso, ci occuperemo di calibrarli. Proveremo a rispondere a questa ... continua »

Fisica: la legge di Bragg

Ecco una semplice ed utilissima guida, mediante cui poter capire qualcosa di più sulla fisica ed in particolar modo sulla legge di Bragg, in modo ... continua »

Appunti: elementi chimici

La materia che ci circonda è costituita da atomi differenti, classificabili secondo proprietà chimico-fisiche ricorrenti in natura ed osservabili dall'uomo. Si definisce "elemento chimico ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.