Come Si Costruisce Il Complemento Oggetto In Spagnolo

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
19

Introduzione

In questa guida, che ci accingiamo a scrivere, abbiamo pensato di proporre un articolo speciale ed aiutare tutti i nostri lettori, ad imparare come si costruisce il complemento oggetto in spagnolo, senza rischiare d'incorrere in errori o sbagli, che potrebbero finire con il compromettere il nostro bel lavoro.
Siamo degli amanti dello spagnolo e vorremmo imparare ad utilizzare questa fantastica lingua come se fosse la nostra? Oppure lo stiamo studiando, magari a scuola, ma non riusciamo a capire come si costruisce il complemento oggetto? Se la risposta a queste domande è si, allora questa guida farà sicuramente al caso nostro. Il complemento oggetto spagnolo può risultare molto spesso problematico se non spiegato come si deve. Questa guida vi aiuterà a capire, come avrete sicuramente già capito dal titolo, quali sono le regole basilari da seguire per saperlo usare e soprattutto in modo che non vi confondiate più. Con pochi semplici passi non avrete più problemi. Detto ciò, mettetevi comodi e non mi resta altro che augurarvi una buona lettura.

29

Occorrente

  • conoscenza delle lingue
39

Il complemento oggetto spagnolo a differenza di quello italiano può molto spesso essere preceduto dalla particella a. In questo caso parliamo di Accusativo personale. Questa costruzione avviene nei seguenti casi:
Davanti ai nomi propri di persona o animale. Es: Llamo a Pedro, cioè "chiamo Pedro".
Davanti a nomi comuni di persone o animali che però sono conosciuti o determinati.
Es: Busco a la secretaria - Cerco la segretaria (la segretaria che sto cercando, la conosco, non è una qualunque).

49

In questo caso ci si potrebbe confondere perché è giusta anche la frase Busco la secretaria. In questo caso però è una segretaria che non conosco, non definita. Mi va bene una qualunque.
Attenzione: Se a si trova davanti a nomi con articolo si può trasformare in articolata:
Saludo al padre de Juan, cioè "Saluto il padre di Juan".

Continua la lettura
59

Davanti a nomi di cose personificate. Amo a la patria (la patria in questo caso è sentita come un essere personificato).
Davanti ad alcuni nomi collettivi. Mirar a la gente, tradotto sarebbe "guardare la gente" (la gente è un nome collettivo ma sentito come un'individualità) .

69

Quando l'oggetto è costituito anziché da un nome da: un pronome personale, gli indefiniti algien e nadie e dal relativo quien.
Te veo a ti. Cioè "vedo te".
Veo a algien por allì, cioè "vedo qualcuno da quelle parti".
No conozco a nadie, tradotto diventa "non conosco nessuno". Una volta che avrete imparato questo, procedete pure al passo successivo per completare al meglio l'apprendimento del complemento oggetto.

79

Quando sono a contatto un complemento oggetto e un complemento di termine, entrambi preceduti dalla particella a, la si omette nel complemento oggetto.
Maria presenterà (a) su novio a sus padres Maria presenterà il fidanzato ai suoi genitori. Spero di esservi stato d'aiuto. La guida termina qui, buono studio e alla prossima.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Conoscere le lingue, è un modo per conoscere nuove culture ed anche avere varie possibilità in campo lavorativo!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come si fa la proposizione oggettiva in spagnolo

Le proposizioni oggettive sono quelle che fungono da complemento oggetto della proposizione principale. Nella lingua spagnola, come in italiano, esse si formano mediante l'indicativo oppure con il congiuntivo: spesso, la regola vigente in Italia non corrisponde...
Lingue

Spagnolo: i pronomi personali

Quando si impara una nuova lingua, la prima cosa da fare è capirne le regole grammaticali, le forme verbali e come viene composta una frase. Una delle cose fondamentali da conoscere sono sicuramente i pronomi personali. Essi infatti rappresentano la...
Lingue

Come usare por e para in spagnolo

Nella lingua spagnola esistono due modi per tradurre la preposizione italiana "per"; questi due modi sono "por" e "para" e vengono usati in circostanze diverse. Abbiamo deciso di realizzare questa guida perché così impareremo ad utilizzare correttamente...
Università e Master

Come si fa la proposizione soggettiva in spagnolo

Una proposizione si dice soggettiva quando funge da soggetto al predicato della frase principale. Nella lingua italiana, di norma, si forma con un verbo o un costrutto impersonale. In spagnolo la regola non cambia di molto. Tuttavia, alcuni studenti possono...
Superiori

Grammatica latina: il complemento di causa

Anche trattandosi di una lingua ormai estinta, la grammatica latina rappresenta una materia di studio in tanti Paesi del mondo (compresa l'Italia). Come la lingua italiana, anche il latino ha una notevole quantità di complementi, ognuno dei quali svolge...
Superiori

Come usare la perifrastica in latino

La lingua latina è costituita da numerose regole e costrutti. Per fare le versioni in maniera corretta è necessario, dunque non solo conoscere le regole basilari quali casi, declinazioni o verbi, ma anche i vari costrutti come ablativo assoluto,...
Lingue

Come Coniugare I Verbi Essere E Avere Al Presente In Inglese

In questa breve guida vi spiegherò come coniugare i verbi essere e avere al presente in inglese, in modo semplice e facile da capire; con esempi di frasi più comuni. Così vedrete che non avrete più dubbi e non lo dimenticherete più. Inoltre bisogna...
Lingue

Appunti di sintassi spagnola

La lingua spagnola, insieme ad altre lingue come il francese e l'italiano, fa parte delle lingue romantiche che derivano dal latino. Per questo motivo somiglia così tanto all'italiano sia nei suoni che nella grammatica. Quindi, chi studia questa lingua...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.