Come si calcolano le moli di ioni

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La chimica è una materia che richiede molta tenacia e attenzione. È molto importante conoscere tutte le nozioni fondamentali per potere procedere con i vari esercizi. Se fatta bene e specialmente se viene spiegata in modo molto semplice, è possibile comprenderla al meglio senza problemi. In questa guida approfondiremo un argomento molto importante, cercando di esplicarlo in modo molto semplice e chiaro. È importante anzitutto conoscere la definizione delle sostanze ioniche. Le sostanze ioniche sono delle componenti chimiche che, disciolte in acqua, permettono la dissociazione completa in ioni. Potere conoscere gli ioni, permette ai chimici di potere individuare eventuali solidi di reazione oppure se il numero di ioni presenti causano qualche determinato problema. Questa guida vi spiegherà come i calcolano le moli di ioni. Buona lettura.

26

Anzitutto bisogna prendere familiarità con una soluzione chimica. I metalli alcalini e i metalli alcalino-terrosi formano dei composti ionici nel caso in cui siano nella fase solida. Per potere conoscere le moli degli ioni, disciolti o meno, bisogna utilizzare la formula: n moli: grammi/peso molecolare. Per fare ciò è importante ovviamente conoscere bene la tavola periodica e studiarla con attenzione. C.

36

Nel caso in cui si considerano delle soluzioni differenti, la concentrazione di ioni viene calcolata a seconda del volume della nuova soluzione. Per potere trovare in questo caso il numero di moli di ioni, bisogna calcolare il numero di ioni e dividerlo per il volume totale della soluzione.

Continua la lettura
46

Esiste inoltre una formula chimica che permette di calcolarla in modo molto semplice. Basterà dunque conoscere la così detta molarita. La molarità si calcola facendo il rapporto tra le moli del soluto e il volume della soluzione. Questa può essere però utilizzata soltanto nel caso in cui si conoscano sia il numero di moli che il volume, altrimenti il quesito non potrà essere risolto.

56

Per potere riconoscere gli ioni positivi e negativi nel composto, bisogna avere familiarità con le formule degli ioni più comuni. Le tabelle riguardanti gli ioni sono presenti in tutti i libri scolastici, online o tramite enciclopedie che avete in casa.

66

Per potere fare ciò con molta attenzione, è necessario, dunque, avere le nozioni base della chimica. È uno studio da attuare con molta profondità e tenacia. Con la speranza che questa guida sia stata utile, vi auguriamo un buon proseguimento online.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare la concentrazione di ioni di idrogeno

Gentili lettori, la guida che state leggendo sarà dedicata ad argomentare rispetto al tema degli ioni di idrogeno. Infatti, come svilupperemo nei prossimi passi, ci dedicheremo a comprendere come poter calcolare la concentrazione di ioni di idrogeno.Quindi,...
Superiori

Come calcolare la molarità in una titolazione

La titolazione è un metodo attraverso il quale si cerca di determinare la concentrazione (titolo) di una soluzione mediante l'aggiunta ad essa di un'altra soluzione (soluzione titolante o reattivo titolante) di concentrazione nota. Se le soluzioni utilizzate...
Superiori

Come calcolare la titolazione del pH

La titolazione è una tecnica analitica utilizzata per determinare la concentrazione di una sostanza sconosciuta tramite il rapporto molare espresso mediante l'equazione di reazione chimica. Usando queste relazioni, il pH può essere determinato calcolando...
Università e Master

Come Calcolare La Solubilità Di Una Soluzione

Si definisce solubilità di un soluto in un solvente (in specifiche condizioni di pressione e temperatura) la massima quantità di un soluto che si scioglie in una determinata quantità di solvente. L'unità di misura è moli/litro e si calcola moltiplicando...
Università e Master

Come calcolare il PH di una soluzione chimica

Ogni soluzione acquosa presenta una sua acidità o basicità. Il calcolo del pH serve appunto a definire se una soluzione è acida o basica. Questa scala fu introdotta nel 1909 da Sorensen, un chimico danese. Potete osservare che su tutte le tipologie...
Superiori

Come calcolare il grado di dissociazione di un acido

Il grado di dissociazione è una grandezza adimensionale. In chimica, con questo termine si intende il rapporto tra il numero di moli dissociate e le moli iniziali della stessa sostanza. Il grado di dissociazione avviene in funzione della temperatura...
Superiori

Come calcolare la molarità con la curva di titolazione

Sciogliendo un pochino di sale (che rappresenta il soluto, ovvero l'elemento che viene sciolto) nell'acqua (che costituisce il solvente, ossia l'elemento che scioglie), si ottiene una soluzione liquida: dunque, la molarità è il rapporto fra le moli...
Superiori

Come calcolare il numero di moli in un composto

La mole è una delle sette unità di misura fondamentali del Sistema Internazionale, simbolo "mol". Viene usata in chimica per esprimere la quantità di sostanza in un composto. La mole è standardizzata come la quantità di sostanza di un sistema che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.