Come si calcola il flusso del campo magnetico

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La scuola riapre i battenti e con essa lo studio intensivo e l'impegno tra i banchi. Tra le materie più complesse vi è la fisica ed, in particolare, il magnetismo.
Parliamo di campo magnetico quando ci riferiamo a un cosiddetto "campo vettoriale solenoidale" che si genera all'interno dello spazio tramite il moto di una carica elettrica o anche tramite un campo elettrico che varia nel tempo. Nonostante la definizione possa apparire complessa, niente risulta ostico con una buona guida che insegni passo per passo a svolgere anche i calcoli più ostici. Quest'oggi vi insegneremo infatti come si calcola il flusso del campo magnetico, facendo riferimento a un esempio pratico che metterà in luce i vari passaggi.

27

Occorrente

  • Carta e penna
37

La prima considerazione da tenere a mente è che per calcolare il campo magnetico bisogna conoscerne la sua variazione. Per far ciò bisogna rilevare il flusso, che rappresenta, sostanzialmente, il numero di linee del campo magnetico attraversanti una determinata superficie all'interno di un arco temporale stabilito. Per capire a fondo come comportarsi nella risoluzione di questi passaggi è fondamentale descrivere il tutto tramite un semplice esempio. All'interno di questa simulazione, chiameremo il campo magnetico con "B"; esso attraverserà perpendicolarmente l'area di una superficie che chiameremo "A".

47

Il flusso del suddetto campo magnetico (%u03C6) equivale all'intensità del campo magnetico moltiplicato per l'area percorsa dalle linee del campo magnetico stesso, esattamente come spiegato nel passaggio precedente della guida. In breve possiamo ricapitolare affermando che il calcolo da effettuare per rilevare il flusso è il seguente: %u03C6=B*A. Come potete osservare l'operazione è breve ed elementare, per cui non comporta particolari problematicità.

Continua la lettura
57

Tuttavia può sempre accadere che ci si trovi a che fare con una situazione opposta a quella descritta.
Può infatti accadere che il campo magnetico risulti parallelo alla superficie e che, dunque, le linee del campo in questione non siano in grado si attraversare l'area. Ciò significa che il flusso del campo magnetico equivale a zero. La regola sempre valida per stabilire il flusso del campo magnetico è quindi %u036C=B*A*cosx, mentre l'unità del campo magnetico viene indicata con Wb (ovvero Weber), pari a 1Tesla*m^2. In questo modo avete determinato il flusso del campo magnetico evitando passaggi lunghi e troppo complessi. Con un po' di esercizio diventerete esperti nella risoluzione dei problemi legati al campo magnetico.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Esercitatevi a lungo per capire bene i passaggi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare le correnti in un circuito a induzione

Luce, magnetismo ed elettricità sono fenomeni naturali che quotidianamente vediamo sotto i nostri occhi. La fisica classica si occupa di spiegare questi fenomeni mediante la branca dell'elettromagnetismo, il quale a sua volta chiarisce esplicitamente...
Superiori

Appunti di fisica: il campo magnetico

Le proprietà magnetiche della materia, come quelle elettriche, sono note fin dall'antichità. Questo grazie alla magnetite, che si tratta di un minerale il cui nome deriva dalla località nella quale veniva estratto, ossia Magnesia, in Asia Minore. La...
Maturità

Cos'è la forza di Lorentz

Si definisce forza di Lorentz quella che si sviluppa tra un corpo carico ed un campo elettromagnetico. Oggi affronteremo per grandi linee il concetto di forza di Lorentz. Per prima cosa notiamo che la forza prende il nome dall'omonimo fisico, Hendrik...
Superiori

Come funziona un circuito in corrente alternata

Quando parliamo di corrente alternata si intende il classico circuito elettrico cpresente nell'impianto di casa. Le differenze tra corrente alternata e corrente continua sono numerose, in particolare la prima viene solitamente usata per vantaggi economici...
Superiori

Come Calcolare Il Campo Magnetico In Un Solenoide

Il solenoide è un filo conduttore avvolto a spirale e comprendente un elevato numero di spire elicoidali su un supporto isolante in genere cilindrico, di lunghezza molto grande rispetto al diametro delle spire. Ciascuna di esse, quando viene percorsa...
Superiori

Come generare un campo magnetico

Un campo magnetico è un campo di forze invisibili che viene generato nello spazio dal moto di una carica elettrica o da un campo elettrico variabile nel tempo. La sua unità di misura è il Tesla e si tratta di un campo vettoriale, ossia possiede un'intensità,...
Università e Master

Come effettuare la misurazione del campo magnetico terrestre

L'astrofisica è una materia davvero affascinante, con tante sfaccettature ed un universo interamente da scoprire. Ovviamente prima di cominciare a studiare le stelle, occorre partire dalle basi. Ad esempio è molto importante imparare a misurare il campo...
Università e Master

Come fare l'esperimento di Oersted

Il XIX secolo fu decisivo per le grandi scoperte scientifiche ed in particolare per l'elettromagnetismo. Elettricità e magnetismo rappresentavano un enorme passo avanti nella conquista del mondo. In questo lasso di tempo, nacquero diverse invenzioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.