Come Scrivere Una Relazione Scientifica

di Antonio Celiberti difficoltà: media

Come Scrivere Una Relazione Scientifica Scrivere una relazione scientifica, vuol dire comporre un testo che si propone di informare dei risultati di studi ed esperimenti gli addetti ai lavori e, allo steso tempo, le persone estranee al campo di interesse, tramite una struttura fissa ed una metodologia. Per la sua riuscita è fondamentale aver svolto bene il lavoro precedente in laboratorio o in qualunque altro contesto di ricerca.

Assicurati di avere a portata di mano: Computer, dati o articoli scientifici da integrare

1 Le conoscenze preliminari sono quindi fondamentali, perché servono sia ad impostare il lavoro che a proseguirlo senza errori. Si ricorda che nel settore scientifico ogni teoria o esperimento per essere validati devono avere risultati riproducibili in tutta la comunità scientifica. Quindi il metodo migliore per scrivere una buona relazione scientifica, è certamente quello di impostarla come un articolo scientifico, quindi creare una struttura con Titolo ed autore/i, una introduzione, una sezione materiali e metodi, seguita da una parte descrittiva dello studio, e per finire una parte su risultati, discussioni, e le conclusioni, che nel lavoro scientifico non devono per forza portare risultati nuovi, ma soprattutto a proporre nuove strade di indagine.

2 Il titolo della relazione deve essere conciso e attinente, queste sono caratteristiche imprescindibili. La parte introduttiva della relazione serve a descrivere l'oggetto di studio, partendo da un discorso più ampio per giungere ai concetti esposti poi nello studio, soprattutto l'eventuale ipotesi posta nello studio oggetto di relazione. La sezione materiali e metodi è la descrizione dettagliata di cosa è stato usato nell'esperimento e con quale metodologia, serve a chiarire l'affidabilità del lavoro, ed è garanzia di riproducibilità, ma soprattutto questa parte chiarisce anche come si è giunti ai risultati dello studio.

Continua la lettura

3 L'ultima sezione è quella più impegnativa, ossia la parte relativa a risultati, discussioni, conclusioni, rappresenta il corollario di tutto il lavoro, nonché la parte più variabile della relazione.  In questa sezione bisogna integrare i risultati ottenuti nel proprio studio con quelli già presenti in letteratura, quindi accettati dalla comunità scientifica, discutere le criticità trovate nel realizzare lo studio, esporre le conclusioni a cui si è giunti, ricongiungendosi concettualmente a quanto esposto nella prima parte.  Approfondimento Come scrivere le conclusioni di una tesi di Laurea (clicca qui) Negli articoli scientifici inoltre è presente la sezione referenze, ossia la citazione delle fonti bibliografiche.  La necessità di precisione, prerogativa soprattutto del mondo scientifico ma non solo, fanno di questa struttura la più idonea ad esporre concetti e report scientifici, indifferentemente se si parla di grandi studi accademici o ricerche più semplici.. 

Non dimenticare mai: Scrivere le varie sezioni partendo da Materiali e Metodi

Appunti di laboratorio di chimica Come scrivere una Tesi di Laurea Appunti di genetica Come prepararsi all'esame di dottorato

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili