Come scrivere un tema sul Natale

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Un testo scritto non nasce già perfettamente definito, ma è il risultato di un processo che si articola in tre momenti fondamentali: pianificazione, stesura e revisione. Nel momento in cui si scrive per esprimere stati d'animo, sentimenti o idee improvvise, si possono elaborare i pensieri senza preoccuparsi dell'ordine; quando però si devono produrre testi di una certa complessità è sicuramente sconsigliabile scrivere di getto. Se siete interessati a questo argomento, qui di seguito vi sarà spiegato nella maniera più chiara e comprensibile possibile, come scrivere correttamente un tema sul Natale.

26

Occorrente

  • Concentrazione
  • Rielaborazione dei pensieri
36

Comprendere bene la traccia del tema

Come prima cosa per redigere in modo ottimale un tema sul Natale è sicuramente l'analisi del titolo o anche della traccia. Solo dopo aver compreso il titolo infatti è possibile compiere le scelte che determinano la stesura del testo. Nel caso del tema, la traccia indica l'argomento da trattare e a volte pone anche alcuni vincoli. Continuate leggendo con particolare attenzione il titolo, riconoscendo e soddisfando le sue consegne per non rischiare di andare "fuori tema". Successivamente passate alla ricerca e alla formulazione delle idee. Qui entrano in gioco le vostre conoscenze che derivano dalla cultura, dal lessico e dalle esperienze vissute.

46

Raccogliere le idee e organizzarle in una mappa

È utile, anche, cercare nuove fonti di informazione sull'argomento da trattare, in questo caso il Natale. Così facendo potremo stilare una lista di idee, sebbene queste non abbiano un preciso ordine da seguire. Le idee raccolte devono essere poi organizzate in una mappa, ovvero in una rappresentazione grafica che evidenzi in breve i processi logici che le collegano. Per facilitare tale operazione, è necessario formulare alcune domande come: "che sensazioni vi provoca il Natale?", "con chi lo passate di solito?", o addirittura "che cibi consumate durante il classico cenone natalizio?".

Continua la lettura
56

Passare dalla mappa alla scaletta

L'ultimo passo da svolgere è passare dalla mappa alla scaletta. Per passare dalla mappa alla scaletta è di fondamentale importanza scegliere il nodo concettuale da cui partire per costruire un percorso che sia coeso e coerente, e che inoltre accenni a tutti i problemi che l'autore desidera argomentare. In questa fase è necessario certamente eliminare con consapevolezza ciò che non è strettamente pertinente con la traccia. In conclusione cercate sempre di rileggere il vostro tema sul Natale, prestando una massiccia dose di attenzione agli eventuali errori grammaticali.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Curare il proprio tema in base al destinatario
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come introdurre un testo argomentativo

Un testo argomentativo è una produzione scritta che si pone come obbiettivo quello di sostenere una tesi, portando come aiuto fatti oggettivi, opinioni e notizie atte a supportare la tesi stessa. Scopo finale di un testo argomentativo è infatti quello...
Università e Master

Come scrivere una tesi di dottorato

Scrivere una tesi di dottorato sancisce il termine del proprio studio e la possibilità di affacciarsi nel mondo lavorativo. Ovviamente, dato il passo tanto importante, nessuno tiene a fare una brutta figura davanti alla commissione d'esame ma tutti ambiscono...
Elementari e Medie

Come costruire una mappa concettuale

Quando si studia è utile creare e scrivere delle mappe per memorizzare meglio le informazioni. In quasi ogni disciplina logica e memoria sono i pilastri della conoscenza. Prima di affrontare un'esame, un'interrogazione o semplicemente per memorizzare...
Superiori

Come calcolare i gradienti su una mappa topografica

Molti di noi sanno che la pendenza di una riga viene calcolata come "dislivello durante la corsa". Tuttavia, l'applicazione di calcolo della pendenza può sembrare un po' più complicata. Nelle scienze geologiche, è possibile che venga chiesto di calcolare...
Elementari e Medie

Come fare una mappa concettuale di un testo narrativo

Ogni studente, di qualsiasi età e percorso di studi, almeno una volta nella vita avrà schematizzato un testo da imparare. Quando si ha una mole piuttosto consistente di informazioni da studiare, magari per prepararsi ad un esame importante o ad una...
Elementari e Medie

Come creare una mappa geografica per aiutare i bambini

La geografia, è un'importante materia da studiare sin dalle scuole elementari. Spesso però, non tutti i bambini amano memorizzare nomi di luoghi, mappe e caratteristiche di una regione o di un luogo perché per loro, può risultare parecchio complicato....
Superiori

Come organizzare le idee in una mappa concettuale

Le mappe concettuali sono strumenti di sintesi e di studio, con cui si cerca di organizzare e fissare graficamente concetti e idee. Sono utilissime se realizzate dagli studenti, individualmente o in lavori di gruppo. Meno utili se vengono utilizzate preconfezionate....
Superiori

Come determinare l'elevazione su una mappa topografica

Le carte topografiche sono rappresentazioni dettagliate, sono degli accurati grafici di caratteristiche che appaiono sulla superficie della terra. Queste funzionalità includono i dettagli culturali: strade, edifici, lo sviluppo urbano, ferrovie, aeroporti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.