Come scrivere un tema alla scuola primaria

di Maria Liccardo tramite: O2O difficoltà: media

Il tema può essere sezionato in tre parti: la prima è l'introduzione, poi segue il corpo del testo caratterizzato dalla parte più descrittiva e, infine, la conclusione. Il primo passo per poter superare la paura del foglio bianco e mettere qualcosa su carta è pensare attentamente a come organizzare le idee, facendo attenzione a seguire lo schema precedentemente appuntato da un lato e a non uscire fuori traccia. Ecco come scrivere un tema alla scuola primaria.

1 L'introduzione del testo deve essere un'anteprima di ciò che si andrà a sviluppare nel corpo e centrare, in poche righe, l'argomento della traccia assegnata. Deve destare curiosità e interesse nel lettore, quindi in questo caso dell'insegnante, portandolo a voler proseguire la lettura del tema.

2 Lo studio effettuato sarà importante per avere tutte le informazioni necessarie a descrivere l'argomento del tema nel modo più corretto e spiegare gli aspetti maggiormente rilevanti. Questa fase viene sviluppata nella parte centrale dell'elaborato, nella quale è possibile anche dilungarsi un po' di più su determinati argomenti che si intende trattare piuttosto che altri. È fondamentale quando si scrive esprimere un pensiero alla volta per evitare una confusione narrativa, non contraddirsi nelle affermazioni e prestare attenzione alla grammatica, evitando errori di ortografia.

Continua la lettura

3 La terza parte, infine, consiste nella conclusione nella quale è possibile e consentito esprimere dei pareri personali sull'argomento trattato ma anche eventuali consigli, suggerimenti e così via.  Questo è il momento in cui vanno tirate le somme di tutte le argomentazioni precedentemente trattate ed è anche la parte più personale e soggettiva di tutto l'elaborato scritto.

4 Nel caso in cui si deve scrivere un tema storico, è necessario parlare nell'introduzione dei fatti antecedenti e di quelli seguenti all'argomento in questione; dopodiché sviluppare l'evento storico e nello svolgimento soffermarsi molto sull'accaduto, analizzando le date e le circostanze rilevanti. Nella conclusione, bisogna raccontare la fine dell'evento, senza la necessità di esprimere gli stati d'animo o le riflessioni. Riportare la data in cui la vicenda si è conclusa. Nel caso in cui il tema da elaborare è inerente ad una giornata particolare, come ad esempio il 25 aprile oppure l'11 maggio, è necessario scrivere nell'introduzione la data e il perché della nascita di questa festa, svolgerlo e concluderlo con le proprie opinioni e stati d'animo.

Non dimenticare mai: ofondita

Come scrivere un tema di attualità All'interno di questa guida, andremo a occuparci di temi. Nello ... continua » Come scrivere un tema alle medie Se state frequentando le scuole medie e vi hanno assegnato un ... continua » Come scrivere un tema storico Quante volte a scuola vi sarà capitato di cimentarvi a scrivere ... continua » Come fare un buon tema di italiano Di fronte ad un tema di italiano ancora da svolgere, a ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come fare un tema sulla Shoah

La Shoah, chiamato anche Olocausto, è stato un massacro contro gli ebrei commesso dalla Germania hitleriana; questo evento causò milioni di morti in pochissimi anni ... continua »

Come fare un tema su internet

All'interno di questa guida andremo a occuparci di internet. Nello specifico caso, saranno i temi il nostro argomento principale. Infatti, come avrete già notato ... continua »

Come scrivere un buon tema

La stesura di un tema presenta spesso notevoli insidie dovute all’incapacità di ordinare le idee, di realizzare una scaletta, saper argomentare e rispettare i ... continua »

Come fare un saggio breve

Il saggio breve è uno degli strumenti più utilizzati dagli insegnanti, soprattutto nei gradi più alti di istruzione. Si distingue dal tema in quanto chi ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.