Come scrivere un buon tema

di Francesco De Stasio tramite: O2O difficoltà: facile

La stesura di un tema presenta spesso notevoli insidie dovute all’incapacità di ordinare le idee, di realizzare una scaletta, saper argomentare e rispettare i tempi. Il foglio protocollo bianco può determinare panico poiché l’ostacolo più difficile è essere in grado di cominciare a scrivere mettendo nero su bianco con frasi sensate ciò che si conosce sulla traccia da affrontare. Per evitare di trovarsi impreparati nella stesura di un tema, a un esame o un concorso, è bene seguire delle regole che semplificheranno la redazione di qualsiasi elaborato. Con questa guida vi spiegherò come scrivere un buon tema.

Assicurati di avere a portata di mano: penna,foglio protocollo,vocabolario italiano,vocabolario sinonimi e contrari

1 Essenziale prima di intraprendere la scrittura è avere con sé tutto il materiale necessario: una biro (meglio due per qualsiasi evenienza), fogli protocollo, bianchetto (se è possibile utilizzarlo), dizionario d’italiano e di sinonimi e contrari. Il dizionario vi sarà di grande supporto per qualsiasi dubbio riguardante ortografia o significato della parola, mentre un vocabolario di sinonimi vi consentirà di utilizzare un lessico adeguato e vario. Indispensabile è avere con sé un foglio per la brutta e per eventuali appunti da scrivere da parte in caso ti dovessero venire delle idee da congelare, da riprendere al momento giusto.
Il passo successivo è realizzare la nostra scaletta per organizzare le idee, essa risulterà necessaria per la riuscita di un ottimo tema.

2 La scaletta è un supporto che evita ripetizioni e il rischio di andare fuori tema. Essa si compone di tre passaggi necessari: introduzione, argomentazione e conclusione. L’introduzione è la sede per contestualizzare e inquadrare il soggetto del tema, deve essere concisa per evitare di andare fuori tema. Una trattazione o argomentazione, rappresenta la vera e propria stesura dell'argomento di cui parlare, con tesi e antitesi. La conclusione o commento personale.

Continua la lettura

3 Punti fermi per la realizzazione di un ottimo elaborato sono: non essere troppo ripetitivo, prestare attenzione ai tempi verbali e non andare fuori tema allontanandoti dai contenuti principali.  Terminato il lavoro bisogna rileggere con calma per correggere sviste, errori di ortografia e punteggiatura.  Approfondimento Come svolgere un tema di attualità (clicca qui) Un segreto per ottenere un tema scorrevole e capace di attirare l'interesse del lettore risiede nel non dilungarsi troppo utilizzando periodi brevi ed evitando quelli troppo articolati e complessi.  Grazie al rispetto di tutte queste regole otterrete un ottimo tema aderente all'argomento e grammaticalmente corretto.

Non dimenticare mai: usa un linguaggio semplice e cerca di essere molto espressivo!

Come scrivere un tema Per molti studenti il tema d'italiano rappresenta un momento di ... continua » Come scrivere un tema alle medie Se state frequentando le scuole medie e vi hanno assegnato un ... continua » Come fare un tema Il tema è una prova scritta che preoccupa sempre ogni studente ... continua » Come sviluppare un tema Qualsiasi indirizzo scolastico si voglia prendere, l'insegnamento della lingua italiana ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come fare un buon tema

A molti la stesura di un tema può provocare un po' di ansia, perché spesso gli argomenti richiesti non ci sono vicini, ma soprattutto perché ... continua »

Come comporre un saggio breve

Il saggio breve è un elaborato di carattere argomentativo che si svolge partendo da una documentazione fornita, chiamata "dossier". Molti sono gli studenti che devono ... continua »

Come svolgere un tema

Svolgere un tema è richiesto ai ragazzi sin dai primi anni di scuola elementare, ma spesso gli studenti non hanno ben chiaro cosa sia un ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.