Come scrivere un buon attacco per un articolo di giornale

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Ultimamente si sentono tutti un po' giornalisti: negli ultimi vent'anni il numero di pubblicisti, giornalisti e free lance è aumentato a dismisura, anche per le grandi possibilità di scrittura e redazione offerte dalla rete. Essere un buon giornalista però non equivale soltanto ad avere un tesserino che lo attesti o essere registrato regolarmente all'albo specifico: un buon giornalista di carta stampata è colui che riesce a catturare l'attenzione del lettore nelle prime righe di lettura. Molti studi hanno infatti stabilito che, in un mondo in cui le informazioni arrivando ormai a raffica e c'è una sovraesposizione mediatica, per cogliere l'attenzione di un potenziale lettore e non farlo "fuggire" occorre catturarne l'attenzione nei primi secondi in cui i suoi occhi cadono su un determinato articolo. In questa guida ti forniremo qualche utile consiglio su come scrivere un buon attacco per un articolo di giornale.

25

Occorrente

  • capacità di scrittura
35

Per scrivere un buon attacco per un articolo di giornale è utile che tu conosca bene la notizia per poter trasmetterla al tuo lettore. Dopo esserti ben informato e aver ben chiare le famose "cinque W" (who-when-why-what-where), organizza nella tua mente i punti chiave di ciò che vuoi scrivere, butta giù anche uno schema con dei punti: solo dopo esserti organizzato nella tua testa, potrai partire e iniziare a mettere nero su bianco.

45

Adopera il consiglio delle "5 W": "Who" (chi), "What" (cosa), "When" (quando), "Where" (dove), "Why" (perché), utili a fornire le linee principali della notizia. In articoli di cultura generale non sempre si possono usare le "5 W" quindi si inizierà con delle informazioni attinenti all' argomento e al titolo, che li riassumano in breve, per poter lasciare l'approfondimento al resto del testo. Cerca anche un titolo ad effetto, anche quello è molto importante per catturare l'attenzione del lettore.

Continua la lettura
55

L'attacco, detto anche lead è fodnamentale per attirare la curiosità del lettore sul tuo articolo e quindi cerca di usare termini vivaci e interessanti, capaci di stuzzicare, senza però perdere di vista l' obiettivo e senza cadere di stile. Naturalmente molto varierà in base all'argomento prescelto: per articoli di moda o costume o gossip via libera anche a qualche esagerazione, frasi ad effetto o sensazionalismi, mentre per articoli riguardanti cronaca o politica è sempre meglio mantenere un certo applombe.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come scrivere correttamente un articolo di cronaca

Il linguaggio giornalistico italiano contemporaneo tende sempre più verso un ideale stilistico di vivacità e di brillantezza. Oggi come oggi, precisamente, si tende ad allontanarsi dalla cosiddetta "retorica dell'oscurità" per avvicinarsi alle esigenze...
Università e Master

Appunti di storia e tecnica del giornalismo

Il giornalismo è l'atto di trasmettere le informazioni. Sulla base di ciò possiamo ritenere che esso sia nato fin dagli esordi dell'uomo che, con graffiti e pitture rupestri, segnali di fumo e tam tam è riuscito a trasmettere messaggi importanti facendoli...
Elementari e Medie

Come fare un tema su un fatto di cronaca

La cronaca è un genere di scrittura che ha l'obiettivo di riportare quanto più realmente possibile i fatti accaduti. Quando si parla di cronaca, si fa generalmente riferimento al giornalismo. È questo infatti l'ambito dove la cronaca viene soprattutto...
Elementari e Medie

Come porre una domanda in inglese

Se stai studiando l'inglese a scuola o stai frequentando un corso specifico, oppure ami viaggiare, ti sarai accorto che la struttura della frase è ben diversa da quella italiana e, in particolar modo, non è semplice formulare una domanda. Quando parliamo...
Lingue

Lingua inglese: 5 regole da non dimenticare

L' inglese è una delle lingue più parlate al mondo, ma nonostante sia insegnata fin dalle elementari, alcune persone continuano a trovare difficoltà. In realtà, però, bastano alcuni semplici accorgimenti per evitare gli errori più comuni. Ecco le...
Lingue

Come scrivere un tema argomentativo in inglese

La lingua inglese presenta una struttura delle frasi leggermente differente dall'italiano. Basti pensare alle coniugazioni dei verbi, che vogliono la "s" alla terza persona, la struttura delle domande oppure l'utilizzo degli aggettivi. Questi sono solo...
Lingue

Come porre domande in inglese

Spesso ci chiediamo come porre una domanda in inglese? Bene, per chi non ha praticità il semplice formulare una domanda, anche per chiedere un informazione, può sembrare difficilissimo. Devo però rassicurarvi, l'inglese è una lingua che se capita...
Lingue

I 10 errori più comuni che gli italiani commettono in inglese

L'inglese è una lingua ricca di storia e di facile apprendimento. La sua grammatica presenta certo delle particolarità, ma in misura minore rispetto alla lingua italiana. Questa semplicità, se da un lato è apprezzata dagli studenti, a volte può trarli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.