Come scrivere in corsivo a scuola

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Leggere e scrivere sono due degli apprendimenti didattici che vengono insegnati fin dall'inizio della propria carriera scolastica. I bambini sono molto interessati a questo, e riescono a recepire molto facilmente ciò che viene loro proposto. L'insegnante, però, dev'essere piuttosto attenta nel trasmettere in maniera corretta tutti i contenuti, poiché questi devono essere appresi nel miglior modo per mantenerli nel tempo. Nella seguente guida, vi sarà spiegato proprio come insegnare a scrivere in corsivo a scuola.

27

Occorrente

  • Pratica
  • Carta e penna
  • Quaderni vari
37

Innanzitutto, prima di imparare a scrivere in corsivo, è fondamentale far apprendere ai bambini la scrittura in stampatello. Un'idea interessante, potrebbe essere quella di fornire ai bambini dei cartoncini prestampati, su cui sarà già presente la scrittura corsiva. Queste stampe, si possono trovare facilmente in qualsiasi cartoleria. All'inizio, è consigliabile far scrivere le lettere che hanno una struttura grafica simile, come ad esempio la A e la C. Esse, infatti, sono praticamente simili sia in stampatello che in corsivo. Dopo aver spiegato le lievi differenze di scrittura, iniziate ad esaminare quelle che sono completamente differenti, come la R minuscola e la G maiuscola.

47

Successivamente, è utile far acquistare agli alunni i quaderni con rigatura a tre righe, poiché offrono una guida spaziale per l'inizio e la fine delle lettere. Quando si deve scrivere una N minuscola, è necessario iniziare a scrivere sulla linea di fondo e la coda della lettera deve terminare prima della linea di mezzo. Molti insegnanti, iniziano con la tecnica dei puntini per insegnare la scrittura corsiva ai proprio alunni. In questo modo, gli studenti devono semplicemente collegare i punti per imparare a delineare le varie lettere. Oltre a ciò, è importante dire ai bambini che la penna o la matita dev'essere sollevata dalla carta solo quando la parola è stata completata correttamente.

Continua la lettura
57

Non appena il bambino avrà assunto una certa pratica con la tecnica del corsivo, sarà possibile cominciare a proporre le combinazioni di lettere, tra cui BR, NG e QU. Dopo aver insegnato tutte le letterine e le loro combinazioni, potrete iniziare a fargli scrivere le parole facili, composte da due sillabe. In seguito, fategli scrivere quelle trisillabe, quadrisillabe e così via. È consigliabile insegnare ai bambini a scrivere anche il proprio nome in corsivo, per acquisire la pratica e la tecnica necessaria. Infine, è essenziale stimolarli con un costante esercizio di ripetizione. Buon lavoro!

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Consigli per imparare a scrivere il cirillico corsivo

Poter vantare un'ottima calligrafia in Cirillico, è la migliore presentazione possibile per ottenere qualunque tipo di lavoro che comprenda l'uso di questa lingua: manifesta in modo indiscutibile una conoscenza approfondita del russo e fornisce in modo...
Lingue

Come imparare il russo: regole di lettura

Il Russo è una delle lingue più affascinanti ed eleganti presenti. Ciò perché porta con se un alone di mistero ed interesse dovuti anche alle vicende storico-politiche dell'Ex Unione Sovietica, per non parlare poi dell'influenza sull'occidente della...
Università e Master

Come scrivere le note in una tesi di laurea

Preparare la tesi un lavoro di grande impegno. La tesi di laurea infatti è il risultato di anni di sacrifici ed impegno e deve essere un lavoro dettagliato e preciso non solo per ottenere una soddisfazione personale maggiore ma anche per soddisfare a...
Università e Master

Come fare le citazioni bibliografiche per la tesi

Le citazioni bibliografiche sono una delle componenti fondamentali di qualsiasi studio e articolo di ricerca e rappresentano una delle prime cose che bisogna imparare ad eseguire quando ci si iscrive all'università. Esse permettono di chiarificare le...
Superiori

5 semplici passi per preparare una tesina

L'anno scolastico volge al termine e per molti studenti si avvicina il momento degli Esami di Stato. Proprio in questa occasione, gli studenti del 5° anno, devono preparare una tesina, il cui argomento principale racchiuda tutte le altre materie che...
Superiori

Come trovare un buon metodo di studio

Lo studio inizia da piccoli sin dalle scuole elementari e si protrae per molti anni, in alcuni casi fino al liceo in altri invece, fino all'università ed ai corsi post laurea di specializzazione. Proprio per questo motivo lo studio andrebbe ottimizzato...
Università e Master

Consigli per scrivere bene una tesi di laurea

La tesi è l'ultima tappa per il conseguimento della laurea, meta così ambita e faticosa. Una volta superato tutto il percorso del piano di studi, comprensivo degli esami, bisogna dedicarsi a scrivere bene una tesi di laurea. Spesso il solo pensiero...
Lingue

Consigli per imparare l'arabo

Studiare lingue è uno dei metodi migliori per conoscere nuove persone, nuove culture, studiarne la storia e avvicinarsi di più alla conoscenza di società ed individui diversi da noi. Molte sono le lingue che si possono studiare, ma quelle orientali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.