Come scoprire analiticamente la successione dei numeri esagonali centrati

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

I numeri esagonali appartengono alla classe dei numeri cosiddetti poligonali, si aggiungono ai numeri triangolari, a quelli quadrati e a quelli pentagonali. Nella guida vedremo come farci aiutare dalla matematica per scoprire analiticamente la successione dei numeri esagonali centrati. Quindi mi raccomando leggi attentamente la guida per non sbagliare.

26

Prima di tutto considera il numero uno, sottrai uno e ottieni zero, moltiplicalo per il numero iniziale che sarebbe uno, e poi per tre. Il risultato è sempre zero. Aggiungi uno e ottieni uno che è il primo numero esagonale centrato. Nel caso di partenza è stato facile, passa ora ai numeri esagonali centrati successivi.

36

Dopo aver utilizzato come numero iniziale uno ora passa a considerare il numero due. Togli uno e ottieni ancora uno. Perciò moltiplica il risultato per il numero iniziale che sarebbe due e ottieni due, poi triplica e ottieni sei. Infine prendi il numero intero successivo, e hai trovato il secondo elemento della successione analizzata, che è il numero sette.

Continua la lettura
46

La regola da applicare è sempre la medesima, ma questa volta parti dal numero tre. Diminuiscilo di uno e ottieni due, poi moltiplica per il numero di partenza che sarebbe tre e ottieni sei, poi fai il triplo di sei e ottieni diciotto. A questo punto aggiungi uno al precedente risultato e ottieni diciannove, che è il terzo elemento della successione dei numeri esagonali centrati.
Applicando la stessa regola descritta nella guida puoi facilmente continuare la successione ricercata.

56

Approfondimenti e curiosità: Un numero esagonale centrato è un numero poligonale centrato che rappresenta un esagono con un punto al centro e gli altri punti che lo circondano.
Si mostra come il numero esagonale centrato per n è 6 volte l'(n−1)-esimo numero triangolare più 1. I primi numeri esagonali centrati sono1, 7, 19, 37, 61, 91, 127, 169, 217, 271, 331, 397, 469, 547, 631, 721, 817, 919Si è verificato che la somma dei primi n numeri esagonali centrati è n3. Questo significa che le somme dei primi n numeri esagonali centrati e i cubi sono gli stessi numeri, ma rappresentano forme diverse. Visti da un'altra prospettiva, i numeri esagonali centrati sono le differenze tra due cubi consecutivi. I numeri esagonali centrati primi sono primi cubani. La differenza tra (2n)2 e l'n-esimo numero esagonale centrato è un numero nella forma n2 + 3n − 1, mentre la differenza tra (2n − 1)2 e l'n-esimo numero esagonale centrato è un numero oblungo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Seguire bene la guida.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come dimostrare il teorema di unicità del limite

Il teorema di unicità del limite è senza alcuna ombra di dubbio uno dei teoremi fondamentali dell'analisi matematica, perché infatti su di esso si basa tutto il lavori dei calcolo dei limiti, che sono certamente indispensabili per questa tipologia...
Superiori

Come determinare i fuochi di un'ellisse

Nella geometria piana analitica esiste una famiglia particolare di figure che ricopre un ruoto molto importante: le coniche. Intersecando un cono retto con un piano, infatti si possono ricavare 4 figure geometriche: iperbole, parabola, cerchio ed ellisse....
Superiori

Come scrivere un tema di fantascienza

La fantascienza appartiene alla sezione narrativa. Di recente sviluppo, i suoi precursori sono proprio i fumetti. Dalla fantasia degli autori, nascono personaggi straordinari, protagonisti di rocambolesche storie. La prima rivista del genere risale al...
Superiori

Appunti di chimica: la teoria degli orbitali molecolari

Nel campo della chimica, la teoria degli orbitali molecolari permette di stabilire i legami che intercorrono tra le molecole e di determinarne la struttura molecolare. E’ bene ricordare che, nella meccanica quantistica, esistono due diversi principi...
Università e Master

Regole da seguire per il frontespizio della tesi

Finalmente sei giunto alla fine di un ciclo. Gli esami sono, ormai, quasi finiti e non ti resta che scrivere la tesi! Purtroppo, però, scrivere una tesi di laurea non è una passeggiata e ci vorranno tra i due e i sei mesi per completare il lavoro. Nella...
Università e Master

Come risolvere le serie di potenze

Prima di poter capire e illustrare come risolvere una serie di potenze, descriviamo il contesto e quindi di cosa si tratta. Ci troviamo di fronte a un argomento di matematica e per essere più precisi, lo ritroviamo nei programmi degli esami di Analisi...
Superiori

Come trovare il minimo di una successione

Una successione, definita anche sequenza infinita oppure stringa infinita, in analisi matematica è definita in modo intuitivo alla stregua di una lista ordinata formata da un numero infinito di oggetti, chiamati termini della successione, fra i quali...
Superiori

Come calcolare la somma di una serie numerica

Il concetto di serie numerica generalizza, in matematica, l'idea intuitiva di "somma di infiniti addendi". In questa guida vedremo la definizione di serie, che formalizza in maniera rigorosa le idee precedenti, alcuni criteri che permettono di stabilire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.