Come scegliere la città universitaria

di Mariachiara Aurora Venuti tramite: O2O difficoltà: media

Terminato il corso degli studi superiori, ecco che sorge un altro problema. Alcuni tentano, seppur con molte difficoltà, di entrare nel mondo del lavoro. Altri prendono la decisione di conseguire la laurea. Per questa larga fascia di soggetti, il dubbio spesso nasce dalla scelta della città universitaria. Le città che offrono delle buone e qualificate università sono tante. Ma il corso di studi è lungo e bisogna capire sin da subito verso quale optare. Dovranno consentire un buon ambiente, per una permanenza gradevole e serena. Rivestendo la figura di studenti ancora per molto tempo, la città dovrà essere vivibile a tutto tondo. È bene che offra i supporti professionali adatti. Ma, contestualmente, anche delle opportunità di svago. Vediamo ora come scegliere, con oculatezza, la città universitaria per le proprie esigenze.

Assicurati di avere a portata di mano: Un buon senso del discernimento e delle adeguate capacità economiche.

1 Optare per città poco caotiche Una volta individuato il corso di laurea da seguire, bisogna considerare il proprio metodo di studio. Chi studia tutto il giorno per il conseguimento della laurea in tempi brevi, non deve scegliere città "caotiche". Nella nostra penisola, alcune città rivestono perfettamente queste caratteristiche. Ad esempio L'Aquila o Reggio Calabria. Ma anche Pisa, Urbino e Torino. Sono città con un tasso piuttosto ridotto di criminalità. Inoltre dispongono di università molto serie, in grado di preparare lo studente in modo ottimale. Nei loro contesti ambientali, studiare sarà più semplice.

2 Scegliere città vive e brillanti A volte invece non si mira a laurearsi in tempi brevi e si desidera anche divertirsi. Ecco che, per questo scopo, sono perfette le metropoli. Scegliere queste città così movimentate renderà più vivo e piacevole lo studio. Roma o Milano, in questo caso, sono per eccellenza le città più adatte. Con il loro innegabile fascino, attraggono ogni studente che si rispetti. Sono ampie, vive e brillanti. Con la disponibilità di numerosissimi posti ricreativi, ma anche di altrettanti luoghi di cultura. È bene creare un buon connubio fra questi due elementi, per un corretto equilibrio fra studio e svago. Il richiamo dei divertimenti, in queste città, è molto forte e distrarsi è facile. Nelle grandi metropoli bisogna tuttavia tenere conto dell'elevato costo della vita.

Continua la lettura

3 Prediligere delle città movimentate, ma tranquille Infine si possono scegliere delle città universitarie di medio calibro, come tipo di vita caotica.  Ne sono un grande esempio le bellissime città di Firenze, Napoli, Messina, Udine o Cosenza.  Approfondimento Come scegliere la città universitaria (clicca qui) Anch'esse posseggono delle università di grande spessore, ma con ritmi di vita quotidiana piuttosto tranquilli.  Sono delle città ideali per lo studio durante il giorno ed un po' di svago serale con amici e colleghi.  Anch'esse sono ricche di locali nei quali intraprendere nuove amicizie.  Nella stagione invernale la concentrazione si porrà prevalentemente ai libri.  Mentre in estate si potranno praticare degli sport o recarsi al mare o in montagna.  Il tutto secondo la posizione geografica della città scelta.  Servirà a rilassarsi ed a liberare la mente dopo un periodo di grande impegno comportato dallo studio.  https://www.gromia.com/blog/come-scegliere-la-migliore-citta-universitaria/.

Non dimenticare mai: Attenzione a non lasciarsi distrarre troppo dal compito principale: lo studio!

Le 10 migliori città universitarie dove studiare all'estero Ormai è un rito di passaggio per ogni studente: che siano ... continua » 5 consigli per lo studente fuori sede Quando si sceglie la facoltà universitaria a cui iscriversi, non sempre ... continua » Come richiedere una Borsa di Studio per l'Università All'interno della presente guida, andremo a occuparci di università. Entrando ... continua » Le migliori città per fare l'Erasmus in Germania Scegliere la Germania come destinazione Erasmus potrebbe rivelarsi un'esperienza unica ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.