Come risolvere i problemi di trigonometria

di Domenica Magno tramite: O2O difficoltà: difficile

I problemi che la matematica si pone di risolvere sono molteplici e riguardano tutti i campi, sia strettamente matematici, come la geometria o l'algebra, sia di materie che della matematica hanno fatto un fondamentale alleato, come l'economia. Partendo da questa base fondamentale ora possiamo affrontare il sistema di regole, che si cercherà di rendere nel modo più semplice possibile, per comprendere come risolvere i problemi di trigonometria.

Assicurati di avere a portata di mano: Conoscenza matematica di livello medio/alto

1 Gli elementi del problema Prima di iniziare a risolvere i problemi di trigonometria, è fondamentale capire e riconoscere tutti gli elementi del problema. Consideriamo, ad esempio, un problema di trigonometria che riguardi un triangolo con un angolo acuto alfa di vertice V e di lati a e b; prendiamo su uno dei suoi lati, per esempio il lato a, i punti P, P primo, P secondo, ecc. Tracciamo da questi punti le linee perpendicolari all'altro lato, il lato b, che lo incontrano nei punti Q, Q primo, Q secondo, ecc. I triangoli V P Q, V P primo Q primo, V P secondo Q secondo sono tutti simili fra loro e perciò il rapporto fra i lati omologhi, e quindi fra le loro misure, si mantiene costante. Ciascuno di questi rapporti non dipende dal punto P scelto su un lato, ma solo dall'angolo alfa considerato. Questo significa che in un triangolo rettangolo il rapporto fra un cateto e l'ipotenusa, o fra i cateti, dipende solo dall'angolo acuto che essi formano.

2 La somma e la sottrazione Altre formule trigonometriche principali per i problemi di trigonometria sono poi quelle per la somma e la sottrazione di archi e per la duplicazione di archi. Per queste formule è bene avvalersi di un libro di testo di Algebra e trigonometria per poterle applicare ed enunciare correttamente ed in modo completo ed esaustivo. Naturalmente, una volta imparate, le formule vanno utilizzate per risolvere equazioni e disequazioni goniometriche e quindi anche per i problemi di trigonometria.

Continua la lettura

3 Equivalenze tra il sistema sessagesimale Alcuni tipologie di problemi di trigonometria riguardano poi le equivalenze tra il sistema sessagesimale e quello circolare, i sistemi più importanti per la misura degli angoli.  Quest'ultimo, quello circolare, è quello utilizzato dalla trigonometria e si basa sulla misura di radianti degli angoli.  Approfondimento Trigonometria: applicazione delle formule di Briggs (clicca qui) Il sistema circolare utilizza quindi come unità di misura il radiante, definito come l'arco di una circonferenza lungo quanto il raggio.  All'angolo di 360 gradi corrisponde l'angolo di 2 pi greco, all'angolo di 180 gradi corrisponde l'angolo di pi greco e così via.  Per trasformare un angolo da radianti in gradi e viceversa si usa la proporzione: 180 gradi: pi greco = x gradi: x radianti.

Goniometria e trigonometria: angoli, archi e loro misura In questa guida, vogliamo parlarvi di un po' di gonometria e ... continua » Ampiezze di angoli particolari Si definisce angolo lo spazio compreso tra un vertice e due ... continua » Come semplificare seno e coseno La quasi totalità degli esercizi matematici di trigonometria si basa su ... continua » Come calcolare il coseno di un angolo In matematica, in particolare in trigonometria, dato un triangolo rettangolo, il ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come costruire un angolo di 60°

In geometria ci sono degli angoli particolari di cui è necessario conoscere le proprietà e le caratteristiche fondamentali. Solitamente questi angoli peculiari sono multipli di ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.