Come risolvere i polinomi con le frazioni

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nel linguaggio matematico si indica come polinomio una espressione che è formata da alcune costanti o variabili unite tra loro dalle sole operazioni di addizione, sottrazione e moltiplicazione. I polinomi sono dunque l'unione di più monomi che, presi insieme, si indicano anche con la definizione di "termini del polinomio". Fin qui, nulla di particolarmente complesso. La cosa si complica un po' quando occorre risolvere un'operazione che prevede la presenza di una o più frazioni. Ma nulla di difficile, basterà solo riferirci agli esempi giusti e definire il modo corretto di procedere, magari attraverso un esempio che possa essere esaustivo. In questa guida vogliamo dunque illustrarvi come risolvere i polinomi con le frazioni.

26

Occorrente

  • Esempio di un polinomio con frazioni, abilità di calcolo matematico, conoscenza delle regole sui polinomi
36

Fare un esempio

Per spiegare come risolvere delle frazioni con polinomi è necessario riferirci ad un esempio concreto. Dunque, spieghiamo il tutto riferendoci alla seguente funzione algebrica: 1/x²-4x+4-2/x²-2x+1/x²-x-2. Innanzitutto occorrerà calcolare il minimo comune multiplo di tutti i denominatori. Quindi la frazione risulterà così modificata: x²-4x+4=(x-2) ². Per proseguire dovremo analizzare la struttura della frazione e valutare di quali elementi risulta composta.

46

Mettere in evidenza la x

Essendo un quadrato di binomio, occorrerà poi mettere nella giusta evidenza x, quindi procediamo in questo modo: x²-x-2=(x+1)(X-2). Abbiamo dunque trasformato la nostra operazione in un trinomio notevole. Ora sarà opportuno calcolare il minimo comune dei polinomi che, nel nostro caso, sarà determinato da tutti i fattori comuni e non comuni calcolati in una sola occasione, più quelli con l'esponente maggiore. Ecco dunque come occorre procedere: mcm=x (x+1)(X-2) ². Avremo ricavato un' altra espressione che utilizzeremo nel modo che segue.

Continua la lettura
56

Sommare i termini del numeratore

Per risolvere questo polinomio con la frazione, infatti, torniamo dunque alla funzione iniziale 1/x²-4x+4-2/x²-2x+1/x²-x-2 che, in virtù delle spiegazioni precedenti e sommando i termini simili al numeratore, trasformeremo in x+4 / x (x+1)(X-2) ². E sarà questo il risultato dell'esempio del nostro polinomio con le frazioni. E la funzione sarà così risolta. Come visto, nulla di particolarmente complicato. Basterà solo avere un pizzico di dimestichezza con le trasformazioni algebriche e con i calcoli. Attraverso questi procedimenti e avvalendovi di tale esempio, riuscirete dunque a risolvere tutti i tipi polinomi con frazioni, diventando particolarmente abili in questa branca dell'algebra davvero molto utilizzata in ambito scolastico.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per comprendere come risolvere i polinomi con frazioni, avvaletevi sempre di un esempio esplicativo

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come risolvere gli integrali indefiniti fratti

Una categoria di Integrali indefiniti che può creare qualche difficoltà di calcolo è quella degli integrali fratti. La vista di una frazione spesso spaventa gli studenti ma in questa piccola guida dimostreremo che risolvere tali integrali è molto...
Superiori

Come calcolare il minimo comune multiplo tra polinomi

Lo studio dei polinomi inizia alle medie, e per la prima volta ci confrontiamo con una matematica che ha poco a che fare con la realtà. Soffermarci su argomenti come calcolare il calcolo del minimo comune multiplo è quindi importante. Anche se ci sembrano...
Superiori

Calcolo letterale tra polinomi

Il polinomio viene definito come un'espressione algebrica rappresentata dalla somma di uno o di più monomi denominati termini. In base al numero di questi ultimi, il polimonio cambia nome: se sono due sarà un binomio, se non tre trinomio e via dicendo....
Superiori

Come risolvere una divisione tra polinomi

La matematica è una materia piuttosto complessa e difficile da capire, per la maggior parte delle persone. Soprattutto se da piccoli non si hanno avute delle solide basi per poter capire argomenti più complessi. Tra i vari argomenti di matematica forse...
Università e Master

Come calcolare l'integrale di un quoziente di polinomi

L'analisi matematica è spesso un ostacolo per molti studenti. La complessità della materia deriva dalle numerose nozioni, definizioni e dai teoremi che sono presenti all'interno del programma. Una buona parte dell'esame richiede però lo svolgimento...
Superiori

Come dividere i polinomi con la regola di Ruffini

I polinomi rappresentano sempre un argomento complicato da affrontare quando ci si trova a frequentare un istituto scolastico dove la matematica ha un'importanza fondamentale (come il liceo scientifico). Con il termine polinomio si intende la somma o...
Superiori

La scomposizione di polinomi in fattori

Scomporre i polinomi in fattori significa riscrivere un polinomio in maniera semplificata per poterlo poi elaborare più semplicemente e velocemente, senza che se ne pregiudichi la corretta equivalenza con il polinomio originale. Nel corso del tempo sono...
Superiori

Come scomporre polinomi di terzo grado

In quest'articolo spiegherò come scomporre un polinomio di terzo grado; cercherò di fornire utili strumenti e di dare chiarimenti con semplici esempi. Parto dalla considerazione che la scomposizione o fattorizzazione di un polinomio non sempre è un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.