Come ridurre gli angoli al primo quadrante

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Tutti coloro che conoscono bene la matematica, sanno che la trigonometria è un ramo della matematica che si occupa delle relazioni tra gli angoli e i lati di un triangolo. Tuttavia per poter studiare la trigonometria occorre conoscere gli elementi di goniometria. In questa guida ci occuperemo di imparare un facile metodo per poter ricondurre angoli grandi ad un angolo corrispondente al primo quadrante. Leggete, dunque la guida per saperne di più su come ridurre gli angoli al primo quadrante.

26

Nel campo della goniometria spesso capita di dovere studiare angoli molto ampi o non conosciuti. Proprio per questo motivo è possibile procedere in una maniera particolare per trovare l'angolo. Questo si può ottenere riducendo il nostro angolo al primo quadrante, ovvero, capire a quale angolo (compreso tra 0° e 90°, appunto gli angoli del primo quadrante) corrisponde l'angolo dato. In sostanza troveremo un angolo noto che si trova sul primo quadrante e che ha le stesse caratteristiche del nostro angolo. Ecco quindi come procedere.

36

Se siamo alle prese con angoli superiori a 360° bisogna procedere nel modo seguente. Per trovare a quale angolo, compreso tra 0° e 360°, corrisponde un determinato angolo, superiore a 360° dobbiamo fare secondo l'esempio proposto: abbiamo l'angolo di 3668°, vogliamo trovarne uno che abbia le stesse caratteristiche di questo angolo, ma che sia compreso tra 0° e 360°. È sufficiente dividere l'angolo per 360 (3668:360=10,1888). Prendiamo adesso le cifre intere (in questo caso 10) e moltiplichiamolo per 360 (10x360=3600). A questo punto sottraiamo il numero di partenza a questo (3668-3600=68). L'angolo corrispondente a 3668° sarà 68°.

Continua la lettura
46

Se si tratta di angoli compresi fra 90° e 180° bisogna fare 180° meno l'angolo che ci serve. Riportiamo un esempio: se ci serve calcolare l'angolo di 120°, bisogna procedere con la seguente sottrazione, 180-120=60. Quindi l'angolo corrispondente a 120°, sul primo quadrante, sarà 60°.
Se invece si tratta di angoli compresi fra 180° e 270° bisogna sottrarre la misura dell'angolo che abbiamo a 180°. Riportando un esempio, se ci serve calcolare l'angolo di 225°, bisogna fare la seguente sottrazione: 225-180=45. Quindi l'angolo corrispondente a 225°, sul primo quadrante, sarà 45°.

56

Se invece siamo alle prese con angoli compresi tra 270° e 360° bisogna sottrarre 360° all'angolo che ci serve. Riportando un esempio, se ci serve calcolare l'angolo di 330°, bisogna fare la seguente sottrazione: 360-330=30. Quindi l'angolo corrispondente a 330°, sul primo quadrante, sarà 30°. Come vedete, conoscendo questi trucchi l'operazione è molto semplice.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Aiutatevi sempre con la circonferenza goniometrica

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come disegnare la proiezione ortogonale di una piramide

Le proiezioni ortogonali sono un esercizio tipico delle scuole medie e superiori. Non tutti gli studenti le amano, anche se non sono difficilissime. Forse, il lato più antipatico sta nel capire il loro significato e quello di tutte le linee di costruzione...
Elementari e Medie

Come disegnare un tronco di cono

Il tronco di cono è un solido di rotazione che viene generato dalla rotazione completa di un trapezio rettangolo attorno alla sua altezza. Volendo scegliere una definizione più semplice lo si indicare come un cono al quale viene tagliata la punta, creando...
Elementari e Medie

Come verificare la divisione con la prova del nove

La prova del nove viene utilizzata in matematica per controllare l'esattezza del risultato della moltiplicazione e della divisione. Nel caso di divisione con il resto, il procedimento presenta qualche piccola variante. Questa semplicissima e pratica guida...
Elementari e Medie

Come fare la prova del nove per la moltiplicazione

Molto spesso, quando i bambini svolgono i loro compiti, trovandosi di fronte problemi non semplici, chiedono aiuto ai loro genitori. In realtà, per quanto possano apparire banali, molti problemi mettono un po' a nudo alcune piccole lacune. Lo scopo di...
Superiori

Come disegnare un prisma esagonale in assonometria isometrica

L'assonometria è un metodo di rappresentazione grafica della materia che fornisce una visione d'insieme dell'oggetto. Nell'assonometria isometrica, gli assi x ed y sono inclinati entrambi di 30°, ma vedremo in seguito come costruirli con l'uso delle...
Superiori

come disegnare una proiezione ortogonale di un dado da gioco

Oggi voglio mostrarvi come disegnare la proiezione ortogonale di un dado da gioco. La proiezione di un dado permette di visualizzare correttamente le varie facce che vengono proiettate sui differenti piani, grazie ai pallini riportati su ciascuna faccia....
Superiori

Come fare la proiezione ortogonale di un prisma esagonale

Il disegno tecnico può spesso presentare delle difficoltà, soprattutto se non si conosce bene il procedimento da seguire per la realizzazione del lavoro. Occorre una buona precisione e un notevole ordine. Tra gli esercizi che spesso attanagliano gli...
Superiori

Come individuare un punto in un sistema di riferimento cartesiano

Nei programmi di matematica delle scuole superiori e negli istituti prima o poi ci si imbatterà nella ricerca di un particolare punto all'interno del piano cartesiano. Ma cos'è un piano cartesiano? È semplicemente un sistema di riferimento caratterizzato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.