Come ricavare una funzione logica da una tabella della verità

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La tabella della verità o tabella logica serve a determinare se una proposizione è vera o falsa. Essa è usata in matematica ed abbiamo 2 metodi che permettono di scrivere la funzione logica che rappresentano: la "Prima Forma Canonica" e la "Seconda Forma Canonica". Queste forme non sono le uniche, né le minime, ma a livello didattico e come primo approccio al problema vanno bene. Questa guida dà delle indicazioni su come ricavare una funzione logica da una tabella canonica.
Vediamo quindi passo per passo la spiegazione, iniziando dalla base dell'algebra di Boole.

26

Occorrente

  • Una tabella della verità
  • Carta
  • Penna
36

Algebra di Boole

È opportuno, per questo problema, avere conoscenze basilari di elettronica digitale e sull'algebra di Boole.
Una tabella della verità, come quella riportata in figura, descrive il funzionamento logico di un circuito elettronico, avente da un lato tutte le possibili combinazioni delle variabili di ingresso, dall'altro le corrispondenti uscite.
La funzione logica da ricavare non è altro che l'espressione della tabella della verità da cui deriva, cioè il funzionamento relativo del circuito elettronico. Essa è una combinazione delle variabili di ingresso, legate tra loro da operazioni logiche dell'algebra di Boole che opportunamente inserite eguagliano il tutto all'uscita Y.
Dicendo che le 2 forme canoniche non sono quelle minime, significa che il circuito che si ricava non è quello in assoluto più semplice e ridotto. Infatti, in elettronica l'obiettivo è realizzare una funzionalità con un numero minimo di elementi circuitali.
Nel secondo passo parleremo quindi alla spiegazione dei Minitermini.

46

Minitermini

Per la tabella della verità, con la prima forma canonica, dobbiamo scrivere termini, detti mintermini, che comprendono tutte le variabili delle funzioni in forma vera o negativa a cui corrisponde in uscita 1. Le variabili di tali combinazioni moltiplicate tra loro vanno prese come sono se valgono 1, complementari se valgono 0.
Per somma, prodotto o complemento si fa riferimento alle operazioni logiche riportate nella figura precedente il cui simbolo è nella terza colonna; il complemento rappresenta l'operazione di negazione NOT.
In questa espressione i singoli mintermini valgono 1 se la somma garantisce: che uno dei mintermini è 1, allora l'uscita è 1, se tutti i mintermini sono 0 allora l'uscita è 0.
Vediamo ora nell'ultimo passo i maxtermini, altro non sono che l'equivalente dei Minitermini.

Continua la lettura
56

Maxtermini

La seconda forma canonica è equivalente e complementare alla Prima. Infatti, scriviamo la funzione come somma di Maxtermini; tanti quante sono le combinazioni di ingresso della tabella che corrisponde in uscita 0. Le variabili di tali combinazioni moltiplicate tra loro le prendiamo così come sono se valgono 0, complementari se valgono 1.
L'espressione così ottenuta rappresenta la tabella della verità.
Con questo finiamo la guida sulla tabella della verità sperando che vi sia potuta essere d'aiuto.
E non esitate a consultare i link che trovare di seguito se dovesse avere ulteriori difficoltà.
Ricordiamo che se si seguono le istruzioni passo per passo l'operazione può essere piuttosto semplice anche se non tutti hanno una tendenza alla matematica purtroppo, non mi resta quindi che augurarvi un buon lavoro.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come Scrivere La Tabella Di Verità Dell'Implicazione

Nella logica classica uno dei connettivi logici che fa paura a molti studenti è l'implicazione, che si indica con una semplice freccia. In questa guida vedremo come costruire una tavola di verità in cui si trova l'implicazione spiegando anche caso per...
Università e Master

Come Costruire La Tabella Di Verità Della Doppia Implicazione

La doppia implicazione prevede di fatto che la frase che intendo analizzare sia vera solo e soltanto nell'ipotesi in cui tutti gli enunciati, cioè le proposizioni che compongono la mia frase, sono veri oppure tutti falsi. Infatti la frase è vera...
Università e Master

Come funziona una porta logica AND

In questa guida, vogliamo aiutarvi a capire ed imparare per bene, come funziona, nella maniera corretta, una porta logica and. Potrebbe tutto questo apparire veramente inutile o meglio scontato, ma in realtà non è affatto così.L'elettronica ha fatto...
Università e Master

Consigli per superare i test di Logica

I test di logica consistono soprattutto in problemi, la cui soluzione richiede facoltà di concentrazione, analisi e sintesi. Ci sono varie domande che riescono a valutare delle abilità specifiche. Capire il senso dei termini. Cogliere parole simili...
Elementari e Medie

Come creare una tavola pitagorica

La tavola pitagorica è una tabella che è stata progettata dal matematico molto conosciuto e filosofo greco Pitagora, avente lo scopo di insegnare per far memorizzare le tabelline. Le potrete trovare molto facilmente, come vi abbiamo anticipato, sul...
Università e Master

Come Scrivere Le Tavole Di Verità

Nella logica classica, ciascuna proposizione che abbia un significato compiuto (ovvero con il soggetto ed uno specifico verbo) può essere scritta in forma tale da predirne la verità oppure la non autenticità. Tutto ciò è reso possibile grazie a delle...
Superiori

Hegel: la scienza della logica

Filosofia è un termine che deriva dall'unione di due parole greche: φιλία (si legge filìa, che significa amicizia) e Σοφία (si legge sofìa, significa sapienza). Questa parola indica quindi l'amore per la conoscenza della natura e dell'uomo...
Università e Master

Teorema di indefinibilità di Tarski: dimostrazione

Il teorema di Tarski sull'indefinibilità della verità dell'aritmetica è strettamente legato ai teoremi di Godel ed ai suoi studi: per questo partiremo dalla sua "matematica" per poi arrivare alle dimostrazioni di Tarski. La dimostrazione del teorema...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.