Come ricavare il valore di un cateto in un triangolo rettangolo

di G. D. tramite: O2O difficoltà: facile

A volte durante il periodo scolastici ci si può imbattere in materie e tematiche piuttosto ostiche. In questa guida ci focalizzeremo principalmente su una materia che può essere molto complessa.
Il triangolo rappresenta una delle figure basilari della geometria, dal momento che si tratta di un poligono caratterizzato da tre lati. Le principali tipologie di triangolo sono tre: abbiamo quello equilatero, l'isoscele e lo scaleno. In questa semplice ed esauriente guida andremo a vedere come è possibile ricavare il valore di un cateto in triangolo rettangolo. Il triangolo rettangolo rappresenta una variante del triangolo scaleno, caratterizzato da un angolo di novanta gradi. Questa caratteristica consente di applicare una serie di formule che permettono di calcolare la lunghezza dei suoi lati, partendo da alcuni dati fissi. Vediamo quindi come ricavare il valore di un cateto in un triangolo rettangolo.

1 Teorema di pitagora Prima di tutto, è necessario fissare bene in mente il Teorema di Pitagora. Secondo questo fondamento nella geometria, in un triangolo rettangolo l'area del quadrato che presenta per lato l'ipotenusa del triangolo è equivalente alla somma delle aree dei quadrati che hanno per lato i due cateti. A questo punto possiamo prendere in considerazione un triangolo rettangolo. Praticamente, 'a' e 'b' rappresentano i cateti, mentre 'c' è l'ipotenusa. Dal momento che l'area del quadrato è data dal lato elevato alla seconda, l'area del quadrato che ha per lato l'ipotenusa equivarrà a c^2. Secondo la stessa maniera, le aree degli altri due quadrati, saranno date da a^2 e da b^2. Secondo il Teorema di Pitagora, possiamo affermare che a^2+b^2=c^2. Conoscendo la lunghezza dell'ipotenusa e di uno dei due cateti del triangolo, possiamo facilmente calcolare il secondo cateto.

2 Primo passaggio Partendo dall'equazione a^2+b^2=c^2 e ponendoci l'obiettivo di estrapolare il cateto 'b', otterremo una seconda equazione b^2=c^2-a^2. Successivamente, possiamo andare ad applicare la radice quadrata da entrambe le parti, in modo tale da ottenere il valore del cateto 'b', dato da: "b=√(c^2-a^2)".

Continua la lettura

3 Ultimo passaggio Se, invece 'b', volessimo andare a calcolare il valore di 'a', la formula varierebbe lievemente invertendo i due cateti.  Pertanto otterremo "a=√(c^2-b^2)".  Approfondimento Come calcolare i cateti avendo l'ipotenusa (clicca qui) A questo punto possiamo mettere in pratica quanto esposto nei passaggi di questa guida.  Vi auguro a questo punto un sincero buon lavoro.  L'esercizio è fondamentale per fare propri gli argomenti esposti in questa guida, per cui è bene esercitarsi costantemente.

Come applicare il teorema dei triangoli rettangoli La matematica è una delle materie più odiate sia dai bambini ... continua » Come si calcola l'area del quadrato costruito sull'ipotenusa Per chi volesse cimentarsi negli iniziali e basilari studi di geometria ... continua » Come calcolare la diagonale di un rettangolo La matematica da sempre rappresenta lo spauracchio di tutti gli studenti ... continua » Come calcolare il cateto maggiore di un triangolo rettangolo I triangoli rettangoli hanno un rapporto costante tra i quadrati dei ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.