Come realizzare una mappa concettuale sul '900

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per facilitare l'apprendimento e il ripasso di argomenti molto vasti, è molto utile organizzare i contenuti in mappe concettuali chiare e complete. Ovviamente, una mappa concettuale deve essere anche parecchio concisa, quindi bisogna individuare i concetti principali, per poterli poi rappresentare in modo grafico, facendo i dovuti collegamenti. Vediamo come realizzare un progetto abbastanza vasto, che riesca a illustrare gli avvenimenti principali del '900.

26

Ovviamente, la prima cosa da fare per poter realizzare una mappa concettuale è sapere di cosa si sta parlando. In questo caso, la mappa è del '900, e per sapere come crearla occorre studiare ciò che dice il libro, magari sottolineandone le parti importanti, e prendere nota di quel che l'insegnante dice durante le sue ore di lezione, perché probabilmente tende a spiegare i momenti salienti del periodo. La prima mappa da fare è quella generale, in cui gli argomenti sono riportati solo in forma di nomi e magari anche di date, e successivamente si potranno creare mappe più specifiche. Per quanto riguarda il '900, gli eventi più ricordati sono le due Guerre Mondiali, la nascita dei regimi totalitari e la Guerra Fredda.

36

A questo punto, passate alla stesura di mappe più specifiche per ciascun argomento. Identificate per bene i protagonisti, le alleanze e i motivi che hanno portato a ciò che è accaduto. Non trascurate assolutamente le conseguenze. Ricordate di essere brevi, ma seguite un ordine preciso e ben strutturato. In questo modo, in seguito sarà facilissimo ritrovare a colpo d'occhio le informazioni che vi servono. Usate colori diversi per evidenziare i vari passaggi; infatti, ogni concetto deve essere legato in modo logico a un altro e potete mostrare sul foglio visivamente questo legame, anche in modi originali.

Continua la lettura
46

Sicuramente è possibile espandere questa struttura come meglio preferite, in base alle vostre esigenze. Infatti, potreste per esempio sottolineare anche gli avvenimenti più recenti, come la guerra in Iraq, o approfondire maggiormente parti riguardanti la storia d'Italia, come l'istituzione della Repubblica. Sistemate gli argomenti scelti seguendo la data e aggiungete, se preferite, delle brevissime descrizioni.

56

Un'altra opzione è quella di creare un'unica grande mappa concettuale, magari servendosi di un cartellone.
In ogni caso ricordate che creare mappe concettuali non è uno spreco di tempo, ma un mezzo efficace, perché oltre a fornire un appoggio per ripassare, permette la memorizzazione già durante lo stesso processo di creazione.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate sempre delle ricerche prima di dedicarvi alla creazione di mappe concettuali.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Errori da evitare nella creazione di mappe concettuali

La mappa concettuale è un elemento essenziale per chi studia e deve esporre un determinato argomento. Ideale anche per fare un ripasso generale, in modo rapido e senza perderci troppo tempo. Rappresenta un ottimo metodo di studio che dovrebbero usare...
Superiori

Consigli per le mappe concettuali per una lezione di storia

Utilizzare le mappe concettuali per studiare è un metodo davvero funzionale. Infatti, alla maggior parte dei ragazzi, soprattutto universitari, è di grande aiuto per memorizzare e ripetere il capitolo di un testo altrimenti difficile da comprendere....
Superiori

Come organizzare le idee in una mappa concettuale

Le mappe concettuali sono strumenti di sintesi e di studio, con cui si cerca di organizzare e fissare graficamente concetti e idee. Sono utilissime se realizzate dagli studenti, individualmente o in lavori di gruppo. Meno utili se vengono utilizzate preconfezionate....
Superiori

Metodo di studio: le mappe concettuali

Studiare nel modo corretto è un valido aiuto per dedicare meno tempo allo studio ed apprendere, al tempo stesso, al meglio i concetti che si sono appena affrontati. Per questo motivo, a molti studenti, risulta molto pratico utilizzare come metodo di...
Elementari e Medie

Come costruire una mappa concettuale

Quando si studia è utile creare e scrivere delle mappe per memorizzare meglio le informazioni. In quasi ogni disciplina logica e memoria sono i pilastri della conoscenza. Prima di affrontare un'esame, un'interrogazione o semplicemente per memorizzare...
Superiori

Consigli per le mappe concettuali per una lezione di geografia

Se siete alle prese con lo studio della geografia, siete degli insegnanti o semplicemente volete aiutare vostro figlio con lo studio di questa materia, di sicuro l'utilizzo delle mappe concettuali potrà aiutarvi per uno studio efficace. Le mappe concettuali...
Maturità

Come fare la mappa concettuale per la maturità

La maturità rappresenta un momento fondamentale per la vita di tutti. Ci sono molte persone che, a distanza di anni dalla fine degli studi superiori, sognano ancora il giorno dell'esame orale di maturità. Con l'ultima riforma della scuola, nella prima...
Maturità

I migliori programmi per progettare mappe concettuali

Le mappe concettuali nell'apprendimento sono un metodo di studio davvero efficace. Ci aiutano a semplificare con delle parole chiave l'argomento. Viene creato uno schema, questo ci aiuta a ricordare meglio. Esistono molti programmi ormai che si occupano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.