Come realizzare un'unità didattica

di Antonina Fonte tramite: O2O difficoltà: media

Generalmente quando si parla di unità didattica ci si riferisce all'unità di apprendimento. Essa rappresenta un modello psicopedagogico, fatto di azioni sequenziali, rivolto al processo di apprendimento. L'unità didattica ha come obiettivo di quello di formare lo studente non solo dal punto di vista disciplinare, ma soprattutto integralmente. Pertanto per chi lavora nell'ambiente didattico può essere utile capire come poter realizzare efficacemente un'unità didattica. Fare ciò non risulta essere eccessivamente complicato, infatti potrete provare voi stessi ad apprendere quanto più possibile in merito all'argomento, tramite questa interessante guida e tramite alcune ricerche più approfondite sul web. Così facendo, avrete l'occasione di apprendere delle informazione estremamente utili, oltre ad avere anche la possibilità di risparmiare il vostro denaro dal momento che non avrete la necessità di rivolgervi ad un professionista. A questo punto, non vi rimane che continuare a leggere con estrema attenzione le semplici e dettagliate indicazioni riportate precisamente nei successivi passi di questa guida, per imparare utilmente come realizzare un'unità didattica.

Assicurati di avere a portata di mano: obiettivi, strumenti,conversazione, ascolto,schede di verifica

1 Determinare degli obiettivi: Per unità didattica si intende un'esperienza conoscitiva articolata, basata esattamente sull'interazione tra insegnante e allievo. La buona riuscita di un'unità didattica deve tenere conto di alcuni semplici ma fondamentali punti. Bisogna quindi innanzitutto determinare degli obiettivi, stabilire i contenuti, avviare poi il procedimento, ricercare i mezzi ed infine individuare le modalità di verifica.

2 Motivazione: Nella prima fase di presentazione di quello che si va a proporre in aula, risulta essere molto importante la motivazione, poiché senza quest'ultima non ci sarà mai un vero apprendimento. Essa potrà essere ad esempio la lettura di una poesia, un testo di storia oppure una lezione di matematica. Importante è mirare al coinvolgimento e all'attenzione di chi ci ascolta. Motivare l'apprendimento di una determinata lezione, con argomentazioni concrete, con la presentazione degli strumenti, presentare e discutere i mezzi proposti, porterà sicuramente sempre a buoni risultati finali.

Continua la lettura

3 Usare mezzi e strumenti: Saper usare i mezzi e gli strumenti adatti è essenziale per il raggiungimento dell'obiettivo finale.  Gli strumenti possono essere diversi: ad esempio vi sono quelli di tipo tecnologico, l'utilizzo di mezzi audiovisivi oppure cartacei come i libri e le enciclopedie.  Approfondimento Come riconoscere se un'unità è a reggipoggio o a franapoggio (clicca qui) Nella fase finale, quella della verifica, risulta essere inclusa la valutazione.

Come organizzare un'uscita didattica Pianificare una gita è sempre un'attività molto stimolante per gli ... continua » Come motivare alunni difficili Sicuramente il ruolo dell'insegnante non è semplice. Richiede tanta passione ... continua » Le principali risorse didattiche nella scuola primaria La scuola primaria è uno dei primi luoghi di apprendimento; pertanto ... continua » Come convocare il consiglio di classe Le funzioni del Consiglio di classe sono molteplici, favorisce i rapporti ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Appunti di organizzazione aziendale

L'organizzazione aziendale è una materia volta a studiare le strutture attraverso le quali un'impresa può organizzarsi. Le strutture sono semplificate attraverso la schematizzazione ... continua »

Come partecipare all'Erasmus

L'ERASMUS è un'esperienza che la maggior parte degli studenti desidera provare durante la propria carriera didattica. Questo programma dà la possibilità ad uno ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.