Come realizzare un orto didattico nelle scuole

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La scuola è il luogo in cui ogni alunno impara diverse cose. Ogni docente ha la possibilità di utilizzare vari strumenti didattici per l'apprendimento di differenti materie. Gli strumenti didattici possono essere tecnologici e pratici, ma possono anche riguardare la natura. L'orto come strumento didattico, è un progetto che si è adottato negli ultimi anni in quasi tutte le scuole pubbliche o private e pone al centro dell'apprendimento dei giovani la sensibilizzazione verso l'ambiente, verso la natura e verso il rispetto delle verde. In questa breve guida, vi indicheremo come realizzare un orto didattico nelle scuole e quali sono gli strumenti più adeguati.

27

Occorrente

  • Orto didattico, lezione sulle piante.
37

I progetti educativi rivolti ai ragazzi giovani, sono realizzati per proiettarli verso il rispetto dell'ambiente. Rispettare la natura e di conseguenza alimentarsi con cibi sani, biologici e genuini che derivano dal proprio orto, è sicuramente un modo per capire come avvicinarsi alla natura e per capire quali benefici possono essere appresi da tale progetto. Coltivare un orto a scuola, significa capire il meccanismo di come il processo dell'agricoltura arriva fino alle tavole di ogni famiglia. Coltivare un orto a scuola, significa anche rispettare in tutto e per tutto ogni forma di verde e ogni forma di ortaggio che viene coltivata iniziando dal seme fino alla produzione effettiva dell'ortaggio.

47

Per un bambino, è importante capire tutto il processo e il ciclo biologico di ogni prodotto alimentare. Coltivare un orto a scuola, significa costruire una piacevole esperienza ricca di significato che unisce nuovamente la società immersa nella città ad un'esperienza immersa totalmente nel verde. Gli alunni attraverso questo particolare progetto, potranno essere a contatto diretto con la terra, potranno osservare con i loro occhi la crescita significativa delle piantine, dei germogli e degli ortaggi vari. Ogni alunno potrà avere quindi una prova di come ogni prodotto deve crescere nella stagione corretta dell'anno e come necessario prendersi cura di ogni singola piantina.

Continua la lettura
57

È necessario introdurre gli alunni al contatto diretto con un orto didattico con una precedente lezione dedicata alla biodiversità, allo studio generale delle piante, degli ortaggi e delle verdure più conosciute. È importante spiegare ad ogni alunno come prendersi cura di una piantina a partire dal seme. Con un progetto di questo tipo, la sensibilità degli alunni e la loro educazione sarà sicuramente migliorata.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Dedicate anche una parte teorica a questo progetto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come fare un progetto didattico

In un contesto educativo, ogni qual volta si persegue il benessere della collettività, è necessario impostare un disegno progettuale, tramite il quale basarsi per sviluppare una serie di atti diretti al miglioramento oppure a sostenere una precisa circostanza....
Superiori

Come gestire situazioni critiche in classe

Nell'ambiente scolastico, il rapporto studente-insegnante è cruciale per apprendere con successo. Spesso, però, tale rapporto risulta difficile, freddo, incapace di svilupparsi positivamente. Il ruolo dell'insegnante è anche quello di educatore. Un...
Elementari e Medie

Come fare un progetto di laboratorio multimediale

Cominciamo introducendo questa breve guida che, come abbiamo indicato nel titolo, si occuperà di spiegarvi, nei tre passi che la comporranno, come fare un progetto di laboratorio multimediale. Questa è una tematica che ritengo possa essere molto interessante,...
Elementari e Medie

Le caratteristiche del metodo Montessori

Maria Montessori fu una scienziata, pedagogista ed educatrice. Sviluppò un metodo educativo che porta il suo nome. Il metodo Montessori è tuttora in uso in oltre 20000 scuole di tutto il mondo. Accompagna i bambini dalla loro nascita fino al compimento...
Elementari e Medie

Creare un buon metodo di studio tramite il gioco

Chi ha detto che lo studio deve essere soltanto fatica? Non è così, eppure per molti studenti, specie se giovanissimi, l'apprendimento scolastico è sinonimo di sforzi intellettivi e magari noia. In realtà non esiste lo studente svogliato, ma soltanto...
Superiori

Le principali risorse didattiche nella scuola secondaria

Il percorso educativo nella scuola secondaria si articola su diversi argomenti e ricopre un ampio programma formativo. Tra le materie trattate nella scuola secondaria, sia di primo che di secondo grado, troviamo italiano, storia, geografia, matematica,...
Università e Master

Università on line: come evitare le truffe

Conseguire una laurea non è certamente cosa semplice. Sono consapevoli di questo tutti coloro che hanno frequentato le università e sono riusciti a raggiungere l'obiettivo prefissato. Oggi, inoltre, grazie all'enorme evoluzione di Internet, esistono...
Superiori

Consigli per non annoiarsi a scuola

L'istruzione fornisce le conoscenze e la cultura sfruttabili durante il percorso di vita. Non tutti i bambini e ragazzi apprezzano l'importanza rappresentata dall'istruzione. Essi considerano pesante mostrare attenzione all'insegnamento e restare seduti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.