Come quantificare la differenza tra due parole

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
110

Introduzione

Anche se nell'uso comune le utilizziamo tutte con apparente naturalezza, le parole sono diverse l'une dalle altre ed è possibile Quantificare La Differenza Tra Due Parole. Lo studio della Psicolinguistica, o Psicologia del Linguaggio, ci spiega che le parole sono oggetti complessi, codici di lettere associati a suoni e dotati di caratteristiche intrinseche estremamente differenziate. La differenza tra due parole emerge a più livelli: vediamo insieme come è possibile ottenere dati statistici e numerici per quantificare e descrivere queste caratteristiche. Si tratta di un interessante esercizio che possiamo svolgere con gli adeguati strumenti online.

210

Occorrente

  • connessione internet
310

La prima differenza è la frequenza d’uso. Quante volte incontriamo una parola? E’ possibile dare una risposta precisa a questa domanda? Le differenze sono innanzitutto tra scritto e parlato. I ricercatori delle scienze del linguaggio utilizzano corpora, ossia database di parole, comprendenti un grande inventario di parole estratte da giornali, libri e in genere testi scritti da una parte, o trascrizioni di discorsi spontanei per quanto riguarda il linguaggio parlato dall’altra. Un esempio del primo tipo è il CoLFIS http://linguistica.sns.it/CoLFIS/Home.htm.
In questo database è possibile cercare una parola e ottenere un valore di frequenza, che ci dice quante volte è possibile incontrarla in un repertorio di circa 4 milioni di parole. Ad esempio, la parola “cane” ha una frequenza di 14, mentre la parola “indelicato” ha frequenza 1.

410

Attraverso lo stesso database è possibile ottenere informazioni dettagliate sul numero di parole derivate di una parola, o sulla sua struttura fonologica o ortografica. Ad esempio, vi siete mai chieste quanto una parola può somigliare a un’altra? A volte può essere utile scoprirlo. Pensiamo non solo agli usi accademici dello studio delle parole, pensiamo anche al nome del brand che stiamo cercando, se siamo dei creativi della nuova era, o, se siamo sviluppatori di giochi enigmistici, ai giochi di abilità linguistica. Immaginiamo di voler trovare una parola che non somigli a molte altre, che sia riconoscibile e particolarmente efficace da sola a livello visivo.  

Continua la lettura
510

Eccoci dunque a un’altra differenza tra le parole: quello che gli addetti al linguaggio chiamano “il vicinato ortografico”. Nella stessa banca dati, un sistema di interrogazione avanzato ci permette di valutare quanto una parola ha parole simili che variano per una sola lettera. Un esempio? Sempre “Cane”, che ha 24 parole “vicine” (pane, sane, care…), mentre “indelicato” non ne ha affatto. Chiaro che la lunghezza gioca un ruolo importante: le parole brevi somigliano a più parole, ma non è tutto, come stiamo vecdendo. La banca dei vicini è consultabile al sito linguistica.sns.it e si basa sulla stessa banca dati di 4 milioni di parole. Per ogni parola, questo sistema di interrogazione può offrirci tanti dettagli anche sulle parole vicine. Interessante, vero?

610

Una ulteriore caratteristica delle parole, che però ci sembrerà ben più immediata è la familiarità. Una parola come “petalo” è molto familiare, perché si riferisce a qualcosa di cui abbiamo esperienza comune. Ciononostante, se cerchiamo “petalo” in un database di frequenza scopriremo che abbiamo poche possibilità di incontrarla scritta, solo 1 su 4 milioni nel CoLFIS. La familiarità è spesso testata dai ricercatori con semplici scale a punti da 1 a 7 (scala Likert) presentate alle persone chiedendo “Quanto ti è familiare questa parola? ”. Quasi sempre il test mostra una buona attinenza con la frequenza di uso individuale della persona.  

710

La parola “ceretta” risulterà più familiare in una donna, o in una estetista, che in un uomo! Il contrario potrebbe accadere per "motore" Provate per credere: anche le differenze di genere tra parlante uomo e parlante donna sono ben documentate e complesse di come può apparire.
Ugualmente, essa correla spesso con la cosiddetta età di acquisizione. Le parole acquisite sin da bambini come “latte” o “cucchiaio”, risultano ben più immediate e familiari di parole come "ortodonzia" o "velivolo", e lo saranno per tutta la vita, dicono i ricercatori. In poche parole... Prima le impari.. Meglio le conosci! Ecco perché è importante familiarizzare presto con più parole possibili!  

810

Aspetti simili si rilevano per il linguaggio parlato. In che modo sono diverse le parole nel parlato? L’italiano ha una ortografia trasparente, in breve si legge come si scrive, ma non è tutto così semplice, perché i registri del parlato e dello scritto sono totalmente diversi, e le parole del parlato possono risultare attaccate tra loro, o tronche, o soggette ad altri fenomeni complessi e ben noti agli specialisti della comunicazione. Per scoprire le differenze tra le parole nel linguaggio spontaneo è possibile dare uno sguardo al CLIPS clips.unina.it 
Scopriremo con il CLIPS che le parole del parlato variano nel loro uso e nella loro salienza in base alla regione in cui abitiamo (con alcune parole, del dialetto o meno, più o meno frequenti di altre), in base al grado di istruzione, ma anche in base alla cosiddetta "variabile stilistica", ossia l’umore, il tono, il contesto e anche tante altre condizioni. Scopri dialetti, neodialetti e soprattutto parole diverse che indicano la stessa cosa anche nella stessa lingua! Database come il CLIPS o Il COLFIS permettono di studiare le parole e le loro differenze in modo da poterne comprendere la struttura e l’organizzazione nel nostro lessico, il nostro vocabolario mentale in memoria.  

910

Attraverso lo studio del linguaggio emergono differenze importanti determinate dalla flessione delle parole, il genere, il numero, la derivazione, che in una lingua come l’italiano sono particolarmente complesse. Bastano alcuni strumenti online, un buon vocabolario per essere carti di conoscere correttamente gli usi e tanta passione per il linguaggio: un esercizio che ci terrà preparati e attenti nella comunicazione.  

1010

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ti appassiona lo studio delle parole? Fai surf tra le mille risorse della Accademia della Crusca!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come Usare I Classificatori In Cinese

Il cinese è la lingua più parlata al mondo come madrelingua, nonché una delle quattro lingue ufficiali di Singapore ed una delle sei lingue delle Nazioni Unite. Una delle principali difficoltà che si incontrano nello studio di questa bellissima lingua...
Superiori

I principali strumenti di misura

Per potersi rapportare con il mondo, gli uomini, nel corso della loro storia, hanno messo a punto diverse unità di misura, e gli strumenti atti a rilevarle, per poter quantificare le cose. Dalle lunghezze alle superfici, dall'altezza alla temperatura...
Lingue

Inglese: i sostantivi non numerabili

Lingua italiana e lingua inglese possono sembrare totalmente diverse, ma in realtà sono delle lingue molto vicine. Parliamo, ad esempio dei sostantivi: sarebbe molto difficile costruire delle frasi senza sostantivi, pertanto sono fondamentali. Per questo...
Lingue

L’inglese britannico e l’inglese americano

L'inglese e l'americano sono due accezioni come sinonimi, inerenti a un codice linguistico univoco, con regole uguali sia a livello di pronuncia che a livello morfo-sintattico. In realtà sussistono numerose differenze tra l’inglese che viene parlato...
Superiori

Come risolvere l'integrale del logaritmo

Se dovete risolvere l’integrale di un logaritmo e non sapete proprio da dove iniziare, niente paura! Il simbolo utilizzato in analisi matematica è ∫. Chiariti i concetti fondamentali, in questo tutorial vi illustreremo come risolvere l’integrale...
Superiori

Come determinare la carica poliatomica degli ioni

Nella nostra guida trattiamo un argomento di chimica molto interessante: come determinare la carica poliatomica degli ioni. La chimica è una branca delle scienze naturali che studia la struttura della materia e i cambiamenti di quest’ultima in funzione...
Università e Master

Modi per esprimere la concentrazione di una soluzione

Nel campo della chimica, una soluzione deriva dall’unione uniforme di una o più sostanze. Il suo volume è omogeneo, perché le particelle si dispongono in maniera regolare. Una soluzione si compone di due elementi. Il soluto si disperde nella soluzione...
Superiori

Come calcolare la resa di una reazione chimica

In una reazione chimica può capitare che i reagenti siano presenti in una percentuale non sufficiente per creare i prodotti. È quindi necessario scoprire quale sia il reagente limitante, così da poter calcolare la resa totale della reazione. La resa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.