Come proiettare un triangolo perpendicolare al P.O. e parallelo al P.V.

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Le proiezioni ortogonali sono uno degli argomenti di studio a cui uno studente non può proprio sfuggire. L'approccio, infatti, inizia già alle scuole medie e si perfeziona nei primissimi anni del liceo. Per molti, riuscire a fare un disegno corretto sembra proprio un'impresa impossibile. Vedremo di qui a poco come non sia propriamente così, e come sia sufficiente immaginare virtualmente un oggetto appoggiato su un piano per poterlo proiettare in maniera semplice e quasi scontata sugli altri due. Iniziamo con una delle figure geometriche più semplici in assoluto, ovvero il triangolo. Vediamo, nel dettaglio, come proiettare un triangolo perpendicolare al Piano Orizzontale e parallelo al Piano Verticale.

26

Occorrente

  • foglio
  • squadrette
  • compasso
  • matita H
36

Iniziamo preparando il nostro foglio da lavoro, semplicemente dividendolo in quattro settori uguali. A tal fine tracciamo semplicemente due assi perpendicolari che andranno ad intersecarsi in un punto, che viene generalmente chiamato O (ovvero convenzionalmente origine). Adesso indichiamo gli assi con le lettere x, y, z. Per ultimo, ma non meno importante, indichiamo il settore in alto a sinistra con P. V. (piano verticale) quello in basso a sinistra come P. O. (piano orizzontale) e quello in alto a destra con P. L. (piano laterale).

46

Adesso siamo pronti a iniziare la proiezione vera e propria. Iniziamo disegnando il triangolo A' B' C' che essendo perpendicolare al piano orizzontale e parallelo al piano verticale, alla vista apparirà come una semplice retta. Adesso proiettiamo verticalmente il triangolo A' B' C' sul P. V. E indichiamolo con le lettere A" B" C". Procediamo proiettando il triangolo A"B" C" orizzontalmente nel piano P. L., e di seguito la figura A' B' C', prima sull'asse y verticale e poi, puntando il compasso nel punto O, sull'asse y orizzontale.

Continua la lettura
56

Partendo adesso dall'asse orizzontale y continuiamo a proiettare A'B' C' verticalmente sul piano P. L. Fino ad intersecare la proiezione di A" B" C" nei punti che chiameremo A"', B"' e C"' che determineranno la proiezione della retta sul piano P. L. Alla fine del disegno, visualizzeremo una retta sul Piano Orizzontale, una retta sul Piano Laterale e un triangolo sul Piano Verticale, evidenziali semplicemente con un tratto di matita più marcato e avrai ottenuto la proiezione ortogonale ricercata. Come si vede nulla di estremamente complicato. Si consiglia di applicare lo stesso procedimento per tutte le altre figure geometriche piane e non si troveranno particolari difficoltà nella risoluzione.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Traccia le linee di proiezione sempre con mano leggera

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come proiettare un quadrato perpendicolare al P.O. e parallelo al P.V.

La maggioranza delle persone sostiene che le proiezioni ortogonali rappresentano una delle tecniche di rappresentazione grafica più complesse. Nella realtà, una proiezione ortogonale costituisce invece uno dei metodi più facili mai realizzati dall'uomo....
Superiori

Come proiettare una retta perpendicolare al Piano Verticale

Eccoti qua, devi fare i compiti a casa e non sei stato attento alla spiegazione del professore. Devi proiettare su tre piani una retta perpendicolare al Piano Verticale e ti starai chiedendo "... Sarà uguale alla proiezione delle altre rette? Ebbene...
Superiori

Come disegnare il grafico di una parabola

La parabola è una delle coniche che più spesso troviamo in esercizi di qualsiasi genere, definiamola come il luogo geometrico i cui punti sono equidistanti da un punto fissato definito Fuoco e una retta definita Direttrice. La retta che passa per il...
Superiori

Come disegnare un prisma con base triangolare

Attraverso i passaggi seguenti ci occuperemo di spiegarvi come si deve procedere per disegnare un prisma con base triangolare, mediante l'applicazione del metodo di proiezione assonometrica. Il nome di questa tecnica deriva dal greco (iso= uguale e mètron=...
Superiori

Come eseguire la proiezione ortogonale di un cilindro

Hai dimenticato la spiegazione che ha fatto la tua insegnante o non hai capito bene come eseguire una proiezione ortogonale di un cilindro? Bene, sei arrivato nel sito giusto! Seguimi, e riuscirai a portare a termine il tuo compito! La proiezione ortogonale...
Università e Master

Come disegnare un pezzo in proiezione con il metodo americano

In ambito di disegno industriale esistono due diversi metodi di rappresentazione delle proiezioni ortogonali che sono quello del primo diedro, o metodo europeo, e quello del terzo diedro, o metodo americano. Quindi è molto importante sincerarsi sempre...
Superiori

Come disegnare un parallelepipedo con la prospettiva centrale

La prospettiva è una sezione molto affascinante del disegno tecnico, che ci consente di poter disegnare un oggetto in modo davvero molto realistico, proprio come se stessimo guardando lo stesso dalla sua faccia principale. Con lo stesso "procedimento"...
Università e Master

Come disegnare una proiezione con il metodo europeo

Nell'ambito del disegno industriale esistono due metodi diversi per ottenere una proiezione ortogonale. Essi differiscono solo per la posizione delle varie viste: il metodo europeo (chiamato anche 'metodo del primo diedro'), il metodo americano (o 'del...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.