Come preparare l'esame di chimica-fisica

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Dover preparare un esame ha sempre avuto il suo aspetto molto impegnativo, anche perché si tenta di affrontare a testa alta questo tipo di verifiche cercando di rendere nel miglior modo e sopratutto con il più alto rendimento possibile. Eppure può succedere che questo non avviene poiché forse il metodo di studio adottato non è quello adeguato ed al momento dell'esame vengono a galla le proprie lacune e ci si rende conto che i propri sforzi non sono stati degnamente ricompensati. Allora a questo punto conviene cercare di adottare un metodo più adeguato di studio in modo tale da preparare l'esame al meglio: l'esempio nella guida viene fornito per affrontare l'esame di chimica-fisica, ma diciamo che qualunque altro esame può essere affrontato in grosse linee allo stesso modo. Quindi vediamo nella guida che segue come fare un esame di chimica-fisica

24

L'esame di chimica e fisica richiede un certo metodo di studio, poiché oltre alla teoria è correlata la parte pratica, ed uno non può prescindere l'altra. Quindi per iniziare è bene prendere un argomento per volta ed iniziare a capire adeguatamente di cosa si tratta. Trattandosi di materie dove viene richiesta un approccio di tipo matematico è bene conoscere come prima cosa la teoria. Quindi, una volta fatta una buona analisi della parte teorica, è bene cercare di imprimere meglio i concetti scrivendo ciò che si è capito: in questo caso può tornare utile una sorta di mappa concettuale dove trattare i punti salienti.

34

Una volta compresa la parte teorica si può procedere a quella pratica: iniziando dagli esercizi che si reputano i più semplici bisogna affrontarli uno per uno per garantirne la riuscita. Il segreto è esercitarsi il più possibile poiché gli esercizi contengono ognuno una modalità di esecuzione diversa, ma l'obiettivo di quel concetto teorico è lo stesso. Si potrà notare infatti come la teoria è più chiara e nitida rispetto a prima, in quanto gli esercizi aiutano a metabolizzare ciò che si è studiato e che molte volte purtroppo si segue a memoria perché non è molto chiaro il concetto. L'esercizio aiuta infatti ad esplicare i nodi della linea teorica.

Continua la lettura
44

Ultimo aspetto riguarda la presentazione orale: ripetere sempre e più volte è la soluzione ideale, ma per chi dovesse avere difficoltà nell'esposizione allora occorre rimediare. Un buon metodo è quello di scrivere tutta la parte teorica, anche le parti che continuano aguardare. Quindi l'ideale è quello di scrivere sempre i concetti come se si stesse creando un filo del discorso da eseguire al momento dell'esame.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di laboratorio di chimica

L'attività di laboratorio è assolutamente necessaria per chi studia e si occupa della chimica. Questa disciplina ha l'obbiettivo di analizzare la materia con particolare riferimento alla struttura microscopica che la compone. A tal proposito, la sperimentazione...
Università e Master

Come passare il test di medicina

Ogni anno, riuscire ad entrare all'interno di una facoltà a numero chiuso, diventa un'impresa sempre più ardua. Il test d'ingresso per la facoltà di medicina è uno dei più impegnativi per la necessità di una preparazione adeguata ed approfondita....
Università e Master

Chimica: la teoria delle bande

La teoria delle bande riguarda il legame chimico presente nei metalli, elaborata in seguito alla teoria degli orbitali molecolari. Il legame metallico presenta un particolare interesse in quanto il reticolo cristallino di tali aggregati è tale da avere...
Superiori

Appunti di chimica: la teoria cinetica della materia

Gli stati di aggregazione sono proprietà macroscopiche della materia che possono essere colte dai nostri sensi senza l'aiuto di strumenti. Esse trovano la loro spiegazione, come sempre in chimica, al livello nanoscopico. La teoria che interpreta gli...
Superiori

Appunti di chimica: la teoria degli orbitali molecolari

Nel campo della chimica, la teoria degli orbitali molecolari permette di stabilire i legami che intercorrono tra le molecole e di determinarne la struttura molecolare. E’ bene ricordare che, nella meccanica quantistica, esistono due diversi principi...
Università e Master

Chimica: la teoria degli orbitali molecolari

Ciascun elettrone perciò si muoverà non più attorno al proprio orbitale atomico, ma intorno ad uno molecolare che coinvolge anche l’altro atomo dove si verifica il legame. Se si considera che l’orbitale (che indicheremo con il simbolo "Ψ"), è...
Superiori

Come calcolare il rapporto stechiometrico

La stechiometria studia le relazioni quantitative che si instaurano tra i reagenti ed i prodotti di una data reazione chimica. Si tratta di veri e propri calcoli che permettono di ottenere dei rapporti attraverso un'equazione chimica bilanciata. In questa...
Università e Master

Come Risolvere L'Esercizio Di Idrolisi Dei Reattivi Di Grignard

La chimica organica è una materia che trova applicazione in molti campi. Grazie allo studio delle reazioni chimiche che avvengono tra i vari elementi presenti in natura, si possono dare origine a diverse materie nuove, ibride, nate dall'unione di due...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.