Come Ottenere Il Cicloesene Da Cicloesanolo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La chimica analizza la composizione ed il comportamento della materia. Sviluppa le proprietà dei costituenti, delle entità molecolari, delle specie chimiche e delle miscele. Mediante reazioni si ricavano nuovi interessanti composti. Ad esempio dalla disidratazione del cicloesanolo, un alcol, si può ottenere il cicloesene, un cicloalchene con 6 atomi di carbonio. La reazione è frequente nei laboratori di organica pertanto semplice ma istruttiva. Ecco come procedere.

27

Occorrente

  • Palloni da 100 ml e da 50 mL; Beute da 50 ml e da 125 mL; Cicloesanolo; Acido Fosforico all'85%; Bagno di ghiaccio; Apparecchiatura per la distillazione; Ebollitori; Cloruro di sodio; Carbonato di sodio acquoso al 10%; Cartina al tornasole; Sodio solfato anidro.
37

Per ottenere il cicloesene dalla disidratazione del cicloesanolo, predisponi l'apparecchiatura necessaria per una semplice distillazione. Per non disperdere i vapori del cicloesene nell'ambiente, immergi anticipatamente la beuta di raccolta in un bagno di ghiaccio. Versa poi nel pallone da 100 mL, 20 millilitri di cicloesanolo, 5 mL di acido ortofosforico all'85% e mescola accuratamente il tutto.

47

Preferibilmente aggiungi nel pallone di distillazione qualche pallina di vetro. Sistema il termometro nella posizione corretta e fai circolare l'acqua di refrigerazione. Per scaldare la miscela di cicloesanolo ed acido ortofosforico utilizza una piastra elettrica. Porta ad ebollizione. La temperatura del liquido non deve superare i 100°C, perché il cicloesanolo è bassobollente. Quando nel pallone rimangono pochi millilitri di liquido, interrompi il riscaldamento.

Continua la lettura
57

A questo punto, aggiungi poco alla volta il cloruro di sodio ed agita il contenitore. Il sale determina una separazione dello stato acquoso da quello organico nettamente migliore. Quando il cloruro di sodio non si scioglie più, unisci il carbonato di sodio acquoso al 10%. La miscela deve apparire basica alla cartina indicatrice. In questo modo, neutralizzerai l'eccesso di acido ortofosforico.

67

A questo punto, procedi con l'estrazione. Scarta la fase acquosa e versa quella organica in una beuta da 125 mL. Aggiungi poi circa 3 grammi di sodio solfato anidro ed agita periodicamente con un movimento rotatorio (per almeno 15 minuti). Rimonta l'apparecchiatura di distillazione con un pallone da 50 mL. Lascia raffreddare la beuta di raccolta nel bagno di ghiaccio. Dopo la decantazione del cicloesene nel pallone di distillazione, aggiungi un ebollitore ed esegui la distillazione. Raccogli il prodotto distillato tra gli 80° ed gli 85°C. Per ottenere il cicloesanolo, pesa il distillato. Quindi, calcolane la resa. Effettua il saggio con il bromo ed infine prendi nota della reazione.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' opportuno effettuare l'esperimento sotto la supervisione di un esperto
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Sintetizzare Il Cloruro Di T-butile

Uno dei metodi più seguiti per sintetizzare gli alogenuri alchilici prevede la sostituzione del gruppo ossidrilico (OH) di un alcol con un alogeno. L'alcol reagisce con un acido alogenidrico formando, appunto, l'acido alogenidrico e acqua. In questa...
Università e Master

Come Sintetizzare Il Benzoato Di Metile

Nel campo industriale le sostanze che possiedono un cattivo odore molto frequentemente sono costituite in parte da composti chimici chiamati esteri. In pratica tali composti organici possiedono una proprietà particolare, la volatilità. Molti di questi...
Università e Master

Come isolare l'eugenolo dai chiodi di garofano

Il costituente principale dell'olio dei chiodi di garofano è l'eugenolo. Si tratta di un composto aromatico costituito, oltre che dal gruppo fenolico, da una catena laterale con un doppio legame e da un gruppo metossi. L'eugenolo viene ampiamente utilizzato...
Università e Master

Come determinare l'analisi dei protidi grezzi con il metodo Kjeldhal

Il metodo Kjeldahl è un metodo analitico messo a punto dal chimico danese Johan Kjeldahl che permette di determinare il contenuto in azoto di sostanze organiche e inorganiche. Il campione (0,5-5 g) viene riscaldato tramite piastra riscaldante ad alta...
Università e Master

Come separare una miscela organica a tre componenti tramite estrazione

La tecnica che serve a distaccare un dato composto organico da una miscela a più componenti è chiamata estrazione liquido-liquido (LLE). Di solito, prevede di mescolare sotto agitazione una soluzione formata dal composto organico desiderato e da un...
Università e Master

Come sintetizzare l'acido acetilsalicilico

Sintetizzare l'acido Acetilsalicilico sappiamo bene che non è un'operazione facile e potremmo aver bisogno di aiuto nel farlo. Questo è ciò che si propone questa guida, infatti. Darvi degli aiuti e dei consigli per rendere quest'operazione nel modo...
Università e Master

Come Preparare Il P-t-butilfenolo Per Alchilazione Di Friedel-crafts

Tra le materie scientifiche esistenti, la chimica risulta essere tanto affascinante quanto complicata, ma nel corso della vita può tornare utile sapere o per lo più avere le nozioni basi studiate negli anni addietro. Un alchile in un anello aromatico...
Università e Master

I principali metodi di separazione di miscugli e sostanze

Molti materiali di cui avete quotidianamente bisogno, come il sale da cucina o la benzina, si possono ottenere per separazione da miscugli più o meno complessi. L'operazione non è sempre facile, soprattutto se il miscuglio è eterogeneo, e può essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.