Come organizzare il pranzo dei 100 giorni

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Terminare gli studi alle scuole superiori, rappresenta per molti liceali oltre che un punto d'arrivo, anche un sollievo da ansie e preoccupazioni! Con il passare degli anni però, quando il distacco sarà più netto, e avremo avuto il tempo di rivalutare la nostra esperienza scolastica con lucidità, per quanto agli scolari odierni possa sembrare assurdo, rimpiangeremo molti momenti della nostra vita tra i banchi di scuola. Una delle esperienze alle quali è impossibile rinunciare, è il pranzo dei 100 giorni, e in questa guida vedremo come organizzare una festa unica da condividere con il resto della classe.

24

Iniziamo col dire che quando si parla del pranzo dei 100 giorni, ci si riferisce a quell'evento che ogni classe al quinto anno di scuola superiore organizza coinvolgendo i propri professori, appunto a cento giorni dalla data fissata per gli esami finali. Una volta scelto il locale, anche in relazione ai costi, che dovranno essere sostenibili per tutte le tasche, passiamo all'intrattenimento. Una festa che si rispetti deve per forza essere accompagnata da un sottofondo musicale: se qualche compagno in classe, sa suonare qualche strumento, o ancora meglio canta in una band, sarà sicuramente felice di mettersi in mostra deliziando la platea di amici e insegnanti con i suoi pezzi. Durante la giornata, deve necessariamente essere dedicato del tempo alle risate. L'usanza è quella, per una volta, di prendersi delle piccole rivincite sui professori che nel corso degli anni tanto c'hanno fatto penare! Non manca mai in una classe, il compagno perfetto nelle imitazioni dei prof: sarà proprio a lui che dovremo affidarci, organizzando una serie di sketch in cui evidenzieremo le abitudini e i vezzi di ogni professore, cercando di suscitare l'ilarità generale.

34

La prima cosa che dovremo fare, sarà quella di scegliere un ristorante o una sala ricevimenti in cui svolgere il pranzo. Cerchiamo di coinvolgere nella scelta il più alto numero di compagni, poiché più saremo uniti nella preparazione dell'evento, più riusciremo a goderne gli aspetti positivi. Teniamo conto che dovendo ospitare l'intera classe e tutto il corpo docente, dovremo optare per un luogo spazioso, ancora meglio se provvisto di giardino.

Continua la lettura
44

Per chiudere in bellezza la giornata, non può mancare un video che vada a ripercorrere gli anni trascorsi e i momenti indimenticabili vissuti insieme. Per farlo, sfruttiamo tutto il materiale fotografico messo da parte nel corso del tempo e assembliamolo tramite computer in una clip, scegliendo una musica di sottofondo adeguata e alternando frasi descrittive dei momenti immortalati. Questa fase sarà forse la più "straziante", e se vedremo che le lacrime in sala saranno parecchie, vorrà dire che saremmo riusciti nel nostro intento, quello di organizzare un pranzo dei 100 giorni davvero perfetto!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Maturità

Come rapportarsi con i professori

Il rapporto tra professori e ragazzi è spesso molto delicato e difficile. Sempre più spesso infatti i giovani d'oggi non hanno più l'educazione che c'era un tempo e di conseguenza i docenti faticano molto di più a mantenere l'ordine in classe. Nel...
Superiori

Come instaurare un buon rapporto con i professori

In questa guida spiegheremo come instaurare un rapporto positivo tra studenti e professori, in quello che rappresenta un periodo particolarmente delicato della vita dell'individuo in cui viene fortemente condizionata la sua crescita. In questa fase, maggiore...
Superiori

Come fare una buona impressione ai professori

L'inizio di un nuovo anno scolastico, che sia il rientro in una nuova scuola o no, è importante per fare una buona impressione agli insegnanti. Anche se a volte non lo ammettono, alcuni insegnanti giudicano gli studenti a primo impatto. I primi giorni...
Maturità

Come preparare la tesi per la maturità

Ogni anno gli studenti che frequentano il quinto superiore devono affrontare la maturità e si trovano di fronte ai fatidici esami di stato. Studenti diversi, ma stesse paure. Le prime due prove sono scelte dal ministero, ma la seconda varia dal tipo...
Superiori

I 10 errori da evitare per non farsi bocciare

Nel corso dei nostri studi scolastici possiamo prendere qualche inciampo. Per evitare di finire in una inesorabile bocciatura, possiamo seguire alcuni piccoli consigli pratici. Nello specifico e nel dettaglio, in questa semplicissima guida, vedremo i...
Maturità

Come presentare la propria tesina

Il pensiero di come presentare la tesina ti tormenta? Non sai da dove cominciare? Non preoccuparti, non sei il solo in balia di queste ansie.Per molti ragazzi il momento della maturità è tanto atteso quanto temuto. Infatti, la maturità è uno degli...
Superiori

10 cose da fare l'ultimo giorno di scuola

Che suoni la campanella dell'ultimo giorno di scuola dell'anno o della nostra vita, è obbligatorio per i ragazzi, dopo tanti sacrifici, festeggiare il meritato riposo.  Ma come celebrare la fine delle interrogazioni, dei compiti in classe, dello studio...
Superiori

Le 5 cose da non fare il primo giorno di scuola

Il periodo scolastico è il periodo della vita di un ragazzo che forse poi rimpiangerà maggiormente durante il corso di tutta la sua vita. La spensieratezza, gli scherzi ai compagni e, perché no, anche i compiti in classe, rappresentano tutti quegli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.