Come motivare alunni difficili

di Deborah Mazzagalli tramite: O2O difficoltà: media

Sicuramente il mestiere dell'insegnante non è tra quelli dei più facili. Insegnare richiede una giusta dose di pazienza e anche avere influenza sugli alunni e catturare la loro attenzione è un'arte che non tutti hanno. Spesso i docenti si trovano a lottare con classi turbolente e non è facile tenere a bada i caratteri irruenti di alcuni alunni. La prima cosa da tenere conto è che bisogna motivare i ragazzi, e oggi, visto il periodo particolare che viviamo, è davvero un compito difficile. Se andiamo indietro nel tempo di qualche decennio, la figura del maestro era ritenuta una piccola istituzione, una volta le regole erano più seguite, oggi invece ci sono più regole ma sono poco rispettate. In questa guida vedremo come motivare alunni difficili.

Assicurati di avere a portata di mano: Molta pazienza

1 Oggi, la figura del maestro, non ricopre più un ruolo di assoluta importanza, anzi, molte volte è proprio questa figura a dover sottostate. I tempi sono completamente cambiati e i ruoli si sono decisamente invertiti. Forse la spiegazione può essere ricercata nel fatto, che oggi i genitori hanno un ruolo molto importante ed attivo all'interno della scuola. Attraverso i "rappresentanti di classe" partecipano molto più attivamente alla vita scolastica, il che sarebbe un bene se genitori e insegnanti collaborassero per l'interesse comune, ma spesso succede che i genitori non sono adeguati a rivestire questo ruolo e anziché concentrarsi su ciò che è meglio per i loro figli, spesso accade che prendono decisioni inappropriate. A differenza dei tempi passati, quando l'alunno veniva rimproverato e punito, oggi invece, grazie anche alla presenza dei rappresentanti degli alunni, lo stesso gode di una protezione privilegiata.

2 Con il termine "difficile" a volte si vuole definire tutti quei soggetti i quali vivono in situazioni particolarmente disagiate. Per un insegnante che si trova ad avere in classe uno o più soggetti di questo tipo, può diventare un vero è proprio scoglio da superare. Spiegare ad una scolaresca, che bene o male, segue la giusta linea di apprendimento, può essere abbastanza semplice, ma quando, la presenza di qualche elemento disturbatore ci si frappone allora il compito si fa davvero arduo. È anche vero che Ia figura dell'insegnante di sostegno, che collabora per affrontare queste situazioni, è di ausilio nell'affrontare queste problematiche, ma spesso succede che il genitore non riconosce questa figura e quando l'insegnante lo propone il genitore si sente colpito nella sua suscettibilità e non lo accetta.

Continua la lettura

3 La mossa giusta da attuare è quella del dialogo.  Se si perde la pazienza con minacce, o con note sul registro di classe, la situazione difficilmente si risolve, anzi potrebbe inasprirsi ulteriormente.  Approfondimento 5 idee per mantenere viva l'attenzione in classe (clicca qui) L' insegnante avrà occasione, nel suo excursus scolastico, di tenere sott'occhio il comportamento degli alunni difficili, cercando di capire quali sono i punti deboli, e volgerli a proprio favore.  Un buona tattica potrebbe essere quella di non lasciare mai che il ragazzo/a rimanga solo ed isolato e che quindi si possa sentite emarginato dal resto della classe.  Bisogna cercare di concentrare la giusta attenzione su di lui senza farlo sentire diverso dal resto della classe.  A volte questi soggetti definiti difficili, sono solamente ragazzi in cerca di attenzioni, quindi facendoli sentire importati e parte di una piccola comunità potrebbe essere di grande aiuto per lo svolgimento corretto delle lezioni.

Non dimenticare mai: Cercare di mettere in campo tutte le strategie acquisite nel corso degli anni d'insegnamento.

Come rinunciare all'insegnante di sostegno Ormai da tanti anni è stato istituito nelle scuole pubbliche (elementari ... continua » Come pianificare una lezione La sfida più grande per un insegnante consiste certamente nel pianificare ... continua » Come affrontare la dislessia in classe Il problema della dislessia è da poco tempo che è stato ... continua » Come stare attento in classe Stare attento in classe è uno dei modi migliori per alleggerire ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.