Come Leggere La Glossa Ai Libri Feudorum

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per chi non lo sapesse, i Libri Feudorum sono una raccolta privata di diritto feudale. Se ne distinguono tre redazioni: la Compilatio Antigua o albertina; l'Ardizzoniana ed infine l'Accursiana. La prima è un'operetta suddivisa in due epistole sui lineamenti del diritto feudale. La seconda è una recensione o summa più ampia, sotto l'influenza della legislazione di Federico I. L'ultima, nota anche come vulgata, si articola in due libri, accolta da Accursio nel Corpus glossato. I Libri Feudorum ebbero ampia diffusione nelle scuole, passando come un continuo al Corpus juris. Ancora oggi sono fonte di diritto comune. Ribadiamo che, nel caso in cui state preparando l'esame della medesima materia e, l'argomento è la Glossa ai Libri Feudorum, allora continuate nella lettura di questo articolo che saprà spiegarvi in maniera esaustiva il modo in cui è articolata l'opera e, come leggere la Glossa ai libri Feudorum, in sede d'esame.

26

Occorrente

  • Edizione Vulgata della Glossa ai Libri Feudorum
36

Cominciamo con il precisare che l'edizione vulgata risale al 1574. Spesso in sede d'esame il professore richiede di trovare una glossa, ovvero un'annotazione marginale che accompagna i testi giuridici medievali. Tuttavia, ci sono almeno 3 modi possibili per rispondere in modo corretto. Il primo tipo di lettura è attraverso il glossario. Le 636 glosse sono in ordine alfabetico quindi potremo consultarle come un semplice dizionario. Ogni glossa è numerata progressivamente, per permettere a chi di competenza, di contare il totale delle glosse inserite. Seguono il lemma (nome della glossa), le sigle di eventuali glossatori, incipit ed explicit della glossa, aree testuali e variazioni rinvenute.

46

La seconda modalità proposta da Pillio da Medicina prevede l'utilizzo dell'Incipitario.
L'incipitario, generalmente ordina le glosse in base al loro incipit. Questo è utile al lettore, interprete o studente del diritto feudale affichè non si trovi davanti al lemma ma, all'ambito testuale di riferimento. Anche in questo caso gli incipit sono elencati in ordine alfabetico, ma no seguono una numerazione. Infine, Pillio esclude la presenza di un explicitario per motivi di semplicità nell'analisi.

Continua la lettura
56

Il terzo ed ultimo modo per leggere una glossa è quello del Sommario che di solito porta la dicitura di "Indice analitico" e, si suddivide tra l'elenco degli argomenti e quello delle fonti. È un ulteriore aiuto per chi affronta questo testo, che potrà trovare il numero delle glosse accanto al contenuto da lui desiderato. Non si smentisce anche in questo caso l'elencazione degli argomenti e delle fonti in ordine alfabetico.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • leggere attentamente le pagine esplicative del manuale
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come cercare un vocabolo arabo sul dizionario arabo/italiano

La lingua araba è una lingua in fortissima espansione e, sempre più persone si stanno preoccupando di impararla per aprirsi nuove possibilità in paesi nei quali la forza lavoro specializzata è richiestissima e profumatamente pagata. Va subito però...
Università e Master

Teorema della curva di Jordan: dimostrazione

Teorema ricorrente negli studi di materie universitarie come la geometria, l'analisi e la topologia di spazi euclidei è il Teorema della Curva di Jordan. Sono infatti moltissimi gli enunciati che, a partire da questo teorema, ci restituiscono soluzioni...
Università e Master

Teorema di Gelfond: dimostrazione

L'ambito dello studio delle scienze matematiche ha da sempre avuto grande successo in quanto, al contrario di quello che si pensa comunemente, l'applicazione della matematica, delle sue formule e delle dimostrazioni, risulta particolarmente utile nella...
Università e Master

Teorema di indefinibilità di Tarski: dimostrazione

Il teorema di Tarski sull'indefinibilità della verità dell'aritmetica è strettamente legato ai teoremi di Godel ed ai suoi studi: per questo partiremo dalla sua "matematica" per poi arrivare alle dimostrazioni di Tarski. La dimostrazione del teorema...
Università e Master

Teorema di Heine-Borel: dimostrazione

Il Teorema di Heine-Borel afferma che un sottospazio di R^n (con la solita topologia) è compatto se e solo se è chiuso e limitato. Tale teorema può essere dimostrato mediante quello di Bolzano-Weierstrass. Inoltre, in chiave moderna è certamente possibile...
Superiori

Appunti di epigrafia greca

L’epigrafia (parola derivante dal greco “sopra” e “scrittura”) rappresenta una disciplina ausiliaria particolarmente connessa all'archeologia. Il proprio studio è fondato sulla lettura e sull'interpretazione degli epigrafi (iscrizioni che gli...
Superiori

Come Utilizzare Un Dizionario Etimologico

Un dizionario etimologico è un dizionario che descrive la derivazione delle parole di una lingua da parole di lingue più antiche, non dà lunghe definizioni né contesti d’uso. Un’opera di più largo respiro è il DELI di Cortelazzo e Zolli, che...
Università e Master

Come dimostrare chiusura e esattezza di una forma differenziale

In matematica e, in modo particolare, nel calcolo vettoriale e nella topologia differenziale, possiamo andare a definire cosa si intende per chiusura ed esattezza: una forma chiusa rappresenta una forma differenziale "α", la cui derivata esterna è zero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.