Come insegnare a riconoscere le monete ai bambini

di Luca Banana tramite: O2O difficoltà: media

Insegnare a riconoscere le monete ai bambini è un concetto che non è difficile da imparare. Capire il valore monetario è tutto ciò che ogni singola moneta o carta indica. Ogni paese insegna il sistema monetario che si riferisce alla propria vita. Di fatti, comprendere il valore esatto dei soldi, non solo permette di acquistare tutto ciò che si vuole, ma fornisce anche i concetti principali per la comprensione della base dieci del sistema di numerazione, dei numeri decimali, delle percentuali ed altro.
Ecco, quindi, una guida utile per capire al meglio come insegnare a riconoscere le monete ai bambini.

Assicurati di avere a portata di mano: Monete di tutti i tipi

1 I centesimi La maggior parte degli adulti fanno riconoscere, da subito, ai bambini i centesimi poiché quasi tutti i bambini hanno familiarità con queste monete. Di fatti, il colore rame fa si che queste ultime siano più facili da identificare tra tutte le altre monete proprio grazie al loro particolare colore. Le altre monete che vengono fatte identificare, subito dopo i centesimi, sono: il dime, il nichel e il quarto.

2 L'ordinamento Un modo per insegnare il riconoscimento delle monete è quello dell'ordinamento, cioè dare al bambino una manciata di monete e fargliele ordinare in ciotole per numero e per tipo (aiutandolo ad identificarle e correggendo tutti gli errori di smistamento). Questa operazione, che sembra quasi un gioco, aiuta il bambino a riconoscere la differenza tra monete (per questo processo di insegnamento risulta necessario dare solo le monete al bambino e non bisogna dargli i soldi in carta).
Inoltre, per migliorare il riconoscimento in modo ancora più divertente, si potrebbero far disegnare e colorare al bambino tutte le monete in un foglio.

Continua la lettura

3 Lo shopping Un altro modo utile per insegnare al bambino il riconoscimento delle monete consta nel dare a quest'ultimo una varietà di monete e farlo venire con noi in giro per i negozi a fare shopping e chiedendogli, di tanto in tanto, il prezzo di un articolo e facendogli scegliere tra tutte le monete quella giusta.  Gli insegnanti dovrebbero, inoltre, fare esercizi di rinforzo tutto l'anno, per dare un ulteriore concetto di denaro agli studenti.

Ecco un link che potrebbe esservi d'aiuto --> http://www.paginemamma.it/it/573/gravidanza/vivere-in-famiglia/detail_162253_il-valore-dei-soldi-per-i-bambini.aspx?c1=98&c3=8482 (Il valore dei soldi per i bambini);
Ecco un altro link utile --> http://www.filastrocche.it/10-modi-per-insegnare-ai-bambini-il-valore-dei-soldi/ (10 modi per insegnare ai bambini il valore dei soldi).
Un altro link --> http://www.pianetamamma.it/il-bambino/sviluppo-e-crescita/come-educare-i-bambini-al-valore-dei-soldi.html (Come educare i bambini al valore dei soldi).

Non dimenticare mai: Il riconoscimento delle monete da parte dei bambini è davvero importante per fargli capire da subito il valore dei soldi

Come insegnare ai bambini l'alfabeto inglese La lingua inglese viene insegnata ai bambini sin dalla scuola materna ... continua » Come insegnare matematica ai bambini La matematica insieme all'italiano è una delle materie fondamentali che ... continua » Come insegnare la storia ai bambini Che lo facciate per professione o per diletto, insegnare ai bambini ... continua » Come insegnare scienze ai bambini È risaputo che i bambini generalmente apprendono piuttosto in fretta. È ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come imparare a leggere

La lettura è una delle basi per l'apprendimento. Si impara a leggere a partire dalla prima elementare, quando il cervello è abbastanza sviluppato per ... continua »

Come Riprodurre Dei Fossili

Nel corso di milioni di anni, strati e strati rocciosi si sono accumulati conservando migliaia di resti animali e vegetali di ere lontanissime, agli albori ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.