Come Individuare Una Anastrofe

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Per anastrofe si intende una figura retorica di inversione. Generalmente presente nei componimenti poetici, è soggetta a facile confusione. Si caratterizza però per alcune peculiarità. In tal senso, potrai distinguerla da altre assai simili, come l'iperbato. Pertanto, ecco come individuare correttamente una anastrofe in un testo poetico. Per assimilare meglio le regole principali, dedica buona parte del tuo tempo ad esercizi specifici. Fai inoltre parecchia attenzione alle spiegazioni in classe.

27

Occorrente

  • Testo di grammatica italiana
37

Costruzione

Per comprendere meglio il concetto definiamo innanzitutto una anastrofe. In grammatica, la figura retorica rappresenta l'inversione del comune ordine delle parole. Per meglio comprenderne il ruolo in un testo poetico, facciamo qualche esempio. Prendiamo in esame "A Silvia", famoso canto di Giacomo Leopardi. Ai versi 10 e 11 il poeta scrive: "Allor che all'opre femminili intenta / sedevi, assai contenta". Dalla costruzione della frase appare immediatamente chiara la presenza di una anastrofe. Il periodo viene anteposto al verbo. Normalmente invece lo segue. Spesso questa figura retorica spezza due versi, come nell'esempio.

47

Differenza

Per individuare correttamente una anastrofe in una poesia, eccoti alcuni semplici consigli. A primo impatto, noti immediatamente l'inversione. Anche la pronuncia suona strana all'orecchio. Un'anastrofe viene quasi sempre impiegata come stratagemma dal poeta per ricercare una rima. I versi precedenti di "A Silvia" ne forniscono un esempio lampante. A questo punto, individuata l'inversione, devi qualificarla come anastrofe. Dovrai distinguerla da un'altra figura retorica, l'iperbato. Quest'ultima, infatti, indica l'allontanamento di una parola da un'altra che solitamente vicine danno un senso compiuto alla frase.

Continua la lettura
57

Esercizio

Per individuare correttamente una anastrofe, dovrai prestare molta attenzione. La differenza con l'iperbato è sottilissima. Se sei alle prime armi, se il mondo della grammatica per te rappresenta un tabù, riscontrerai ancora qualche piccola difficoltà. Tuttavia, con costanza ed allenamento potrai ottenere degli ottimi risultati. In caso di dubbi ed eventuali perplessità non provare vergogna nel chiedere spiegazioni al tuo insegnante. Il suo compito è proprio questo. Pertanto, assimila le sue nozioni e approfondisci con i contenuti di questo tutorial. Per individuare alla perfezione una anastrofe esegui diversi esercizi. Li trovi facilmente sui libri di grammatica oppure su internet.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' consigliabile consultare anche i siti specifici su internet
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come individuare un chiasmo

A scuola si possono spesso trovare molte difficoltà in alcune materie. La matematica, la fisica, la filosofia, la storia, ognuno ha la sua nemesi. In letteratura, una disciplina che spesso affascina molti, uno scoglio importante si trova quando, nell'analisi...
Elementari e Medie

Figure retoriche: che cosa sono e come usarle

Il retore romano Marco Fabio Quintiliano intendeva le figure retoriche come degli scarti rispetto al linguaggio comune. D'altro canto, non possiamo non convenire con Gérard Genette, secondo il quale il linguaggio comune è così zeppo di deviazioni che...
Lingue

Come fare la forma interrogativa in tedesco

Quando studiamo una lingua straniera, molto spesso incontriamo qualche piccola difficoltà a livello grammaticale. Soprattutto se ci avviciniamo allo studio delle lingue germaniche, troviamo delle regole abbastanza differenti da quelle della nostra lingua,...
Superiori

Come riconoscere le figure retoriche

Quando si ha poca dimestichezza con le figure retoriche puó risultare arduo identificarle. Se poi ci si ritrova a dover affrontare l'analisi formale di una poesia o un testo, pur riconoscendole, è facile confonderle. Impiegate in poesia ma anche in...
Superiori

A Silvia di Giacomo Leopardi: commento e analisi

Commento e analisi della poesia "A Silvia". Giacomo Leopardi, scrivendo da Pisa alla sorella Paolina il 2 maggio 1828, le annunciava di aver fatto dei versi "all'antica e con quel suo cuore di una volta", dopo sei anni di silenzio poetico pressoché totale....
Superiori

Come riconoscere un'epifora

La lingua italiana conta numerose regole grammaticali. Tra queste si riscontrano le figure retoriche. Per non fare confusione, si distinguono forme espressive sintattiche, sonore e di significato. L'epifora, desitio, reversio, conversio o epistrofe, appartiene...
Superiori

Come scrivere poesie

Scrivere poesie è senza dubbio un'attività creativa e gratificante che permette di spaziare con la fantasia e con l'immaginazione. È una delle forme artistico-espressive umane più vicine all'inconscio, ed il linguaggio poetico, come quello delle arti...
Superiori

Come Individuare Un'Anafora

La lingua italiana è composta da una grammatica abbastanza complessa, ricca di studi e di approfondimenti che solo pochi riescono a conoscere. Le figure retoriche ad esempio, vengono spesso studiate con leggerezza, ma è importante capirne il senso e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.