Come Individuare Un Anacoluto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

L'anacoluto è una figura retorica che nasce dall'esigenza di conferire un particolare effetto stilistico ad una frase. Consente di esprimere un pensiero, collegare idee e concetti, in maniera spedita e piú diretta, dando maggiore spontaneitá al parlato e allo scritto. Sovente impiegato giá nell'antichitá, ad esempio da Cicerone e Tucidide, consiste, in sostanza, in un errore sintattico. Riconoscere un anacoluto risulta piuttosto semplice, a condizione che se ne conoscano definizione ed usi. In questa guida mostreremo qualche piccolo stratagemma per individuare al volo un anacoluto ed evitare i tranelli del professore.

24

Definizione di anacoluto

Per comprendere appieno l'anacoluto dobbiamo iniziare dalla sua definizione: l'anacoluto è una figura retorica che si basa su un errore sintattico, consistente nel rompere la coesione logico-grammaticale all'interno di una frase o tra più frasi. Detto anche “tema sospeso”, da un punto di vista etimologico deriva dal greco e dal tardo latino, è composto dal prefisso “an” ossia privo e “akólouthos” ovvero conseguente ed in pratica significa inconseguente. Si concretizza difatti in un costrutto sintattico incoerente, perché consiste nel combinare due espressioni linguistiche che sono collegate, per quanto riguarda il senso compiuto della frase, ma prive di connessione, per quanto riguarda la sintassi. Ne deriva il periodo o costrutto anacolitico, ovvero contenente un anacoluto, nel quale non si rispetta la coesione sintattica fra capo e coda di una frase.

34

Esempi pratici

Vediamo alcuni esempi, che ci aiuteranno a chiarire la natura dell'anacoluto:
- "Quelli che muoiono, bisogna pregare Iddio per loro" (A. Manzoni, I Promessi Sposi): “Quelli che muoiono”, situato nella prima frase, altro non è se non una ripetizione (esplicita) di “loro”, contenuto invece nella seconda. Come vedi, la regolarità grammaticale viene infranta ed è riscontrabile in una ripetizione: nella prima frase si trova la realtà esplicitata, nella seconda la realtà richiamata.

Continua la lettura
44

Osservazione delle frasi in sequenza

Ecco dunque uno stratagemma utile a individuare la maggior parte degli anacoluti: osservare se, in frasi poste in sequenza, si abbia una ripetizione esplicito-implicito di una realtà, che potrà essere tanto soggetto quanto oggetto della frase, fornendone una precisazione. In questo modo stai pur certo che non ti sfuggirà alcun anacoluto, perché anche alla prima lettura una ripetizione simile salta all'occhio. L'anacoluto, dunque, non è altro che il risultato di una mimesi della comunicazione verbale, ossia del tentativo di riportare nella prosa una realtà tipica del parlato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come Individuare Una Epanadiplosi

In questo articolo vedremo come individuare una epanadiplosi. Essa è una figura retorica di importanza enorme nella storia letteraria italiana. Difatti nonostante la sua semplicità estrema, ricorre in tanti autori del Belpaese e in opere di poesia numerose....
Superiori

Come riconoscere un'epifora

La lingua italiana conta numerose regole grammaticali. Tra queste si riscontrano le figure retoriche. Per non fare confusione, si distinguono forme espressive sintattiche, sonore e di significato. L'epifora, desitio, reversio, conversio o epistrofe, appartiene...
Elementari e Medie

Figure retoriche di suono

Quando si legge un testo, tanto più se si tratta di un testo in versi, non è importante solo quello che c'è scritto, ma anche come è scritto: no, non sto parlando di aulicità o correttezza grammaticale delle parole utilizzate, ma della loro musicalità....
Elementari e Medie

Figure retoriche: che cosa sono e come usarle

Il retore romano Marco Fabio Quintiliano intendeva le figure retoriche come degli scarti rispetto al linguaggio comune. D'altro canto, non possiamo non convenire con Gérard Genette, secondo il quale il linguaggio comune è così zeppo di deviazioni che...
Superiori

Come costruire le frasi scisse

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori che sono degli studenti, a capire come poter costruire una frase scissa, nella maniera più corretta possibile. Cercheremo di eseguire il tutto seguendo le regole della grammatica italiana e senza...
Superiori

Antologia: la poesia

"Non leggiamo o scriviamo poesie perché è carino. Noi leggiamo e scriviamo poesie perché siamo membri della razza umana". Così dice ai suoi allievi il professor Keating nel "L'Attimo fuggente", esprimendo quel bisogno di poesia che è insito nell'essere...
Superiori

Come individuare un poliptoto

Imposteremo la guida su quattro differenti passi, con l'obiettivo finale di riuscire a spiegarvi come individuare un poliptoto. Possiamo incominciare con la nostra serie di argomentazioni su questa tematica che ritengo essere particolarmente interessante.Le...
Superiori

Come scrivere correttamente un articolo di cronaca

Il linguaggio giornalistico italiano contemporaneo tende sempre più verso un ideale stilistico di vivacità e di brillantezza. Oggi come oggi, precisamente, si tende ad allontanarsi dalla cosiddetta "retorica dell'oscurità" per avvicinarsi alle esigenze...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.