Come individuare i termini maggiori, minori e medi di un sillogismo

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il padre della filosofia greca Aristotele, fu il primo a teorizzare il sillogismo, ossia un tipo di ragionamento dimostrativo che a partire da tre tipi di termini (minore, medio e maggiore) giunge a conclusioni logiche. Un sillogismo, secondo la logica classica, è quindi una deduzione a partire da due premesse iniziali, ritenute vere. Sia la deduzione sia le premesse sono proposizioni. I sillogismi sono considerati validi solo se questi sono logicamente validi. Nella guida vediamo come individuare i termini maggiori, minori e medi di un sillogismo.

26

Per prima cosa devi distinguere le premesse dalla conclusione e questo è facile in quanto le prime due proposizioni sono le premesse mentre la terza è la conclusione. Quindi nell'esempio "Tutti gli arbitri sono uomini" (proposizione 1) e "Tutti gli uomini sono esseri che sbagliano" (proposizione 2) quindi "Tutti gli arbitri sono esseri che sbagliano" (proposizione 3) puoi concludere che le proposizioni "Tutti gli arbitri sono uomini" e "Tutti gli uomini sono esseri che sbagliano" sono le premesse mentre la frase finale "Tutti gli arbitri sono esseri che sbagliano" è la conclusione. Devi passare ora a valutare le tipologie dei termini.

36

Per individuare il termine maggiore ti basta sapere che esso è il predicato (cioè la classe insiemistica riportata dopo il verbo) della conclusione. Quindi nell'esempio riportato al primo passo puoi asserire che il termine maggiore è la classe degli esseri che sbagliano.
Allo scopo invece di determinare il termine minore è sufficiente capire quale sia il soggetto della proposizione-conclusione. Nell'esempio puoi affermare che il termine minore è la classe degli arbitri.

Continua la lettura
46

Per individuare infine il termine medio devi scoprire qual è la classe di elementi che non compare nella conclusione mentre compare sia nella prima sia nella seconda premessa. Tornando all'esempio della guida puoi agevolmente scoprire che il termine medio di cui stiamo parlando corrisponde alla classe degli uomini. Il termine medio quindi è l'elemento di collegamento tra gli altri due, infatti il termine medio è incluso nel termine maggiore e include il termine minore.

56

Adesso che grazie a quest'articolo saprete riconoscere i termini di un sillogismo, provate ad esercitarvi con sillogismi come:
1. Tutti gli uomini sono mortali. Tutti i greci sono uomini. Dunque tutti i greci sono mortali.
2. Tutti gli animali volano. L'asino è un animale. Dunque l'asino vola. (Quest'ultimo esempio dimostra come la validità dei sillogismi non dipenda dalla verità delle affermazioni).

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Letteratura italiana: il Barocco

Grazie alla letteratura è stato possibile durante i secoli conoscere e leggere le opere di moltissimi autori differenti, che hanno saputo tramandare il loro pensiero fino ai giorni nostri. La letteratura italiana, solitamente è uno tra i temi principali...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Galileo Galilei

Galileo Galilei nacque a Pisa nel 1564 da genitori della ricca borghesia. Ricevette una prima educazione del pensiero umanistico-letterario, seguita da saltuari studi di medicina. Egli è uno dei protagonisti indiscussi della Rivoluzione Scientifica,...
Superiori

Come Comporre Una Proposizione Infinitiva In Latino

Uno dei costrutti più importanti da studiare per imparare al meglio la sintassi latina è sicuramente la proposizione infinitiva. Nelle proposizioni infinitive il predicato è costituito dal modo infinito. Una proposizione infinitiva può essere soggettiva...
Elementari e Medie

Grammatica: le proposizioni strumentali

La guida che andremo a scrivere a breve si occuperà di grammatica. All'interno di questa materia specifica, ci concentreremo sulle proposizioni strumentali. Cominciamo insieme a ragionare su questo argomento.All'interno della lingua italiana, ci sono...
Superiori

Come costruire le proposizioni temporali in Latino

La lingua latina viene definita una "lingua morta", ma viene tutt'ora studiata nei licei classici, scientifici, linguistici e così via. Per studiare questa lingua, è assolutamente necessaria una buona forza di volontà e molto entusiasmo, non trattandosi...
Superiori

Grammatica: proposizioni soggettive e oggettive

Quando si impara una lingua una delle cose fondamentali da imparare al più presto è la gramamatica, argomento piuttosto complesso per chiunque, sia italiani che stranieri. Per poter studiare la grammatica italiana è necessario conoscere alcune nozioni...
Elementari e Medie

Grammatica: le proposizioni concessive

La grammatica italiana rispetto alla grammatica inglese, è molto più complessa, infatti sono presenti molti fattori da studiare, nell'analisi grammaticale ci sono: gli articoli, le congiunzioni, gli aggettivi, i nomi, gli avverbi ecc. Nell'analisi logica,...
Superiori

Proposizione interrogativa in latino

La proposizione interrogativa può terminare anche in lingua latina con il segno di punteggiatura? (punto di domanda). La proposizione interrogativa latina può essere diretta, se svolge il ruolo di proposizione principale, o indiretta, se invece occupa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.