Come imparare velocemente i verbi

di Chiara De Matteo tramite: O2O difficoltà: facile

I verbi e le sue coniugazioni sono una parte fondamentale della lingua italiana. Saperli usare significa quindi non commettere errori banali, e i risultati saranno positivi soprattutto in occasione di un colloquio di lavoro, ma anche nella vita di tutti i giorni per ben figurare. A tale proposito ecco una guida in cui ci sono alcuni consigli utili su come imparare velocemente i verbi.

1 Un primo metodo simpatico e divertente potrebbe essere quella di eseguire una sana competizione. Per esempio non sarebbe più stimolante ripetere i tempi verbali con i nostri amici? Potremmo organizzare una sorta di gara, che ha come premio finale una cioccolata calda o un qualsiasi desiderio, sebbene realizzabile. Occorre avere anche un "giudice" imparziale ed in particolare una buona dose di entusiasmo, ed ecco che il gioco è fatto; infatti, se si è spinti da una motivazione in più e vera come può essere un "premio", sarà più facile aprire il libro ed impadronirsi di quei verbi che sembrano così spaventosi. Questo vale soprattutto per i verbi irregolari, che devono essere necessariamente imparati a memoria.

2 Per un secondo trucchetto, potremmo utilizzare la ripetizione. La memoria ha infatti, bisogno di essere esercitata, e per questo è indispensabile ripetere più e più volte il tutto. Utilissima è dunque la lettura in quanto una singola pagina contiene centinaia di verbi, e a furia di leggerli vi entreranno in mente e li userete con molta facilità nei vostri discorsi quotidiani.

Continua la lettura

3 Infine è bene sapere che ciò che s'impara più facilmente e senza grosse difficoltà, è ciò che c'interessa o che ci diverte.  Quindi perché non utilizzare delle canzoncine o filastrocche per poter memorizzare i verbi? Memorizzare quindi diventa un gioco: una musichetta per ciascuna coniugazione Approfondimento Lingua spagnola: i verbi (clicca qui) Per esempio per i verbi regolari, basta imparare un verbo per ciascuna coniugazione, ed applicare la regola a tutti gli altri! Inoltre, spesso il tempo verbale ci suggerisce già cosa fare.  Per esempio, prendiamo in considerazione il verbo "mangiare".  Il suo gerundio vuole sempre "NDo" finale, quindi mangiaNDo; il participio preseNTe termina in "NTe", quindi mangiaNTe; il participio passaTO finisce con "TO", quindi mangiaTO.  Per il modo indicativo può essere utile, invece, considerare i tempi "a coppie": tipo presente e passato prossimo, che differiscono solo perché il secondo è composto dall'ausiliare al presente e il participio passato: quindi Io mangio; io ho mangiato.  Poi abbiamo l' imperfetto ed il trapassato prossimo, il passato remoto ed il trapassato remoto, il futuro ed il futuro anteriore.

Come Costruire Verbi Parasintetici La lingua italiana presenta una grammatica abbastanza ricca, infatti sono molte ... continua » Grammatica: guida ai tempi dei verbi La lingua italiana: secondo molti, una delle più belle e musicali ... continua » Come fare per non sbagliare la concordanza dei verbi Spesso ci capita, anche involontariamente, di ascoltare i discorsi delle persone ... continua » Tedesco: il Plusquamperfekt Il Plusquamperfekt, cioè più che perfetto, è un tempo verbale tedesco ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Francese: i verbi impersonali

In questa bella guida vogliamo proporre ai nostri lettori, un argomento tipico della lingua francese ed in particolar vogliamo imparare insieme a loto quali possono ... continua »

Inglese: i verbi irregolari

Una prima classificazione, anche se un po' approssimativa, dei verbi inglesi, potrebbe distinguerli in: regolari, irregolari e ausiliari. Come dice la parola stessa, i verbi ... continua »

Tedesco: i verbi irregolari

In questa guida cercheremo di mettere bene a fuoco le caratteristiche principali dei verbi irregolari in tedesco, tenendo presenti alcuni consigli che ci permettano di ... continua »

Tedesco: il Perfekt

A volte imparare le lingue straniere sembra essere difficile, ma con la giusta applicazione ed una certa attenzione, si riescono ad ottenere risultati alquanto soddisfacenti ... continua »

Francese: i verbi ausiliari

I verbi ausiliari in francese sono molto simili a quelli della lingua italiana. Infatti, come per la lingua francese, i verbi ausiliari vengono utilizzati per ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.