Come formare l'indicativo presente dei verbi in ER in francese

di Luca Carnevale tramite: O2O difficoltà: media

In francese le coniugazioni dei verbi sono 4 e si distinguono in base alle proprie desinenze: - 1° gruppo è quello dei verbi in -ER;- 2° gruppo è quello dei verbi in -IR;- 3° gruppo è quello dei verbi in -OIRE/-OIR, -IR;- 4° gruppo è quello dei verbi in -RE; Come formare l'indicativo presente dei verbi in -ER?
La formazione dell'indicativo dei verbi del primo gruppo (con desinenza in -ER) è molto semplice, vanno però analizzate delle piccole eccezioni.

Assicurati di avere a portata di mano: Verbi francesi del primo gruppo (-ER)

1 Per l'indicativo presente è sufficiente eliminare la desinenza -ER dall'infinito del verbo e aggiungere alla radice le desinenze del presente.
Facciamo un esempio con il verbo PARLER (parlare).
Ad esso dobbiamo togliere -ER, quindi avremo la radice del verbo che è PARL.
A questo punto non resta che imparare a memoria le desinenze del presente per le diverse persone che sono:
- e
- es
- e
- ons
- ez
- ent
e aggiungerle alla radice del verbo.
Quindi se devi tradurre "tu parli" scriverai ''TU PARL + ES'' cioè "TU PARLES"
oppure
"VOI PARLATE" = ''VOUS PARL+EZ'' cioè "VOUS PARLEZ".

2 Lo stesso vale per tutti gli altri verbi che terminano in -ER; Ma ci sono delle eccezioni per i verbi che terminano in:
- CER e GER
- ELER e ETER
- AJER, OYER e UYER
Vediamole da vicino.

Prendiamo un verbo terminante in -CER: RENOCER (rinunciare).
Togliamo innanzitutto -ER in modo da avere la radice RENONC e ad essa aggiungiamo le desinenze del presente, ma alla prima persona plurale, il "nous" avrà una cediglia alla C in modo tale da avere un suono dolce.
Dunque avremo "noi rinunciamo" in "nous renonçons".
Per tutte le altre voci invece non si avranno variazioni:
Je renonceTu renoncesIl/Elle/On renonceNous renonçonsVous renoncezIls/Elles renoncent

Continua la lettura

3 Per i verbi terminanti in GER prendiamo come esempio PARTAGER (condividere). 
Come sempre togliamo la desinenza in -ER; avremo dunque 'PARTAG', ad essa aggiungiamo le desinenze del presente, ma, per prima persona plurale (nous) la desinenza subirà una variazione diventando -EONS.  Approfondimento Come accordare il participio passato in francese (clicca qui)
Quindi ''noi condividiamo '' sarà 'PARTAG + EONS' cioè PARTAGEONS. 
La E ha la funzione di mantenere dolce il suono della G che, come in italiano, diventerebbe duro se seguito dalla O.

4 Esaminiamo ora i verbi terminanti in -ELER e -ETER come APPELER (chiamare) e JETER (gettare). Anche in questo caso togliamo sempre la desinenza -ER ricavando le radici APPEL e JET, ad esse bisogna aggiungere le solite desinenze del presente, ma facendo attenzione alla prima, alla seconda, alla terza persona singolare e alla terza persona plurale in cui si deve raddoppiare la L o la T. Dunque avrai: j'appelle, tu appelles, il / elle / on appelle, nous appelons, vous appelez, ils appellent.
Oppure: je jette, tu jettes, il / elle / on jette, nous jetons, vous jetez, ils / elles jettent

5 Infine l'ultima particolarità che riguarda i verbi terminanti in AYER, OYER e UYER. Prendiamo come esempio PAYER (pagare). Una volta che eliminata la -ER finale si aggiungono le desinenze del presente ma la Y si trasforma in I alla prima, alla seconda e alla terza persona singolare e alla terza persona plurale. Avremo così: Je/J' paieTu paiesIl/Elle/On paieNous payonVous payezIls/Elles paient

Come si può capire, coniugare i verbi in -Er all'indicativo presente è un operazione molto semplice; Basterà imparare le desinenze a memoria e ricordarsi le eccezioni dei verbi particolari.

Non dimenticare mai: Imparare a memoria le desinenze Imparare a memoria le terminazioni dei verbi particolari

Come Formare L'Imperfetto In Francese I verbi irregolari in francese Francese: il futuro Francese: il verbo être

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.
Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altri articoli