Come fare una relazione di fisica

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Durante le varie esperienze che si possono fare in laboratorio, o durante gli esperimenti che si vogliono effettuare, è molto importante appuntarsi tutto l'occorrente atto a creare una dettagliata e specifica presentazione. Le relazioni di fisica servono a riassumere ed organizzare al meglio una sperimentazione, a chiarire concetti e formule, ed anche a spiegare nel dettaglio come avvengono le fasi della stessa esperienza, in modo tale che si possa riprodurre il medesimo fenomeno. Ma quale metodo risulta maggiormente adatto per creare una perfetta relazione?
Scrivere una relazione di tale tipologia non risulta troppo complesso, seguendo determinati passaggi nell'ordine corretto.

28

Occorrente

  • pc, carta e penna
  • facoltativa connessione ad internet, per aggiunta di eventuali approfondimenti inerenti all'argomento trattato
38

Innanzitutto è consigliabile scrivere le relazioni sempre con l'ausilio di un computer, ma se non si dispone di tale mezzo si può utilizzare un foglio protocollo a quadretti non troppo grandi. Il primo step riguarda la stesura dell'intestazione, ovvero il nome, il cognome, la data ed il luogo dove viene realizzato l'esperimento; nel caso in cui la sperimetazione sia effettuata da un gruppo di più persone, scrivere i nomi di tutti i partecipanti oltre al vostro. La compilazione dell'intestazione deve essere eseguita in testa al foglio. Nello spazio immediatamente sottostante viene scritto il titolo dell'esperienza, il quale risulterà in caratteri un po' più grandi rispetto al resto del testo, e potrà coincidere con l'enunciato stesso di una legge oppure sarà riassuntivo dell'esperimento. Più risulterà conciso e maggiormente catturerà la dovuta attenzione da parte del lettore.

48

Successivamente si riporta l'obiettivo o scopo del progetto, ovvero il risultato che si vuole dimostrare o capire, indicando brevemente i metodi adottati per procedere nell'indagine.
Oltre ai procedimenti è d'obbligo l'elenco dei materiali e degli strumenti impiegati, indicandone le caratteristiche fisiche, come ad esempio la sensibilità, la portata e la prontezza, in modo breve e schematico.

Continua la lettura
58

Riguardo al corpo centrale della relazione, il linguaggio deve essere sintetico ed essenziale, incisivo e senza giri di parole. Bisogna essere il più neutri possibili nell'argomentare, come se si dovesse redigere un libretto di istruzioni. Infatti l'utilizzo di frasi brevi e dettagliate è utile a far capire al meglio ai lettori cosa si deve fare precisamente ad ogni passo, cosa molto utile per chi eventualmente volesse riprodurre tale esperienza di laboratorio.

68

La parte seguente deve mostrare sinteticamente ed al contempo dettagliatamente i dati di partenza seguiti dai risultati ottenuti. Quindi è qui che inseriremo le tabelle contenenti i dati sperimentali raccolti, annotando le unità di misura delle grandezze coinvolte e l'indicazione delle relative incertezze assolute dovute alla natura intrinseca degli strumenti utilizzati. Si riportano quindi tutti i calcoli svolti, con le relative formule fisiche impiegate e la determinazione numerica dell'errore (soggettivo, sistematico, strumentale) sui risultati ottenuti. Quindi saranno introdotti i grafici raffiguranti il fenomeno, indicanti le unità di misura sugli assi cartesiani, la scala utilizzata per tale rappresentazione ed infine i segmenti indicanti il margine di errore attorno a ciascuno dei punti sperimentali.

78

Come ultimo passaggio bisognerà valutare il raggiungimento o meno dell'obiettivo proposto in principio. Si dovrà quindi discutere sul significato e sulla validità dei risultati ottenuti rispetto alle condizioni iniziali dalle quali si era partiti, esponendo le proprie considerazioni a riguardo e segnalando eventuali problematiche incontrate lungo il procedimento; a tal proposito è consigliato esporre le soluzioni trovate alle difficoltà sopraggiunte.
Per concludere si passa alla bibliografia essenziale, ovvero l'annotazione sotto forma di elenco del materiale di testo impiegato, come saggi, enciclopedie, manuali, articoli specifici di riviste e URL dei siti web.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizzate il pc per creare un testo chiaro e comprensibile, per evitare fraintendimenti di significato dovuti ad una calligrafia poco elegante

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come condurre un esperimento scientifico

L'esperimento scientifico è finalizzato a confutare o confermare una tesi. Si tratta di riprodurre un particolare evento naturale in laboratorio, tenendo così sotto controllo le variabili. Con Galileo Galilei l'esperimento divenne centrale: egli si...
Superiori

Come svolgere una relazione di laboratorio

Per alcune materie, ad esempio la chimica, è importante integrare lo studio della teoria con la messa in pratica di alcuni esperimenti, da svolgersi in laboratorio. In seguito ad un'esercitazione in laboratorio, molti insegnanti chiedono di redigere...
Superiori

Fisica: l'esperimento di Torricelli

Evangelista Torricelli fu un matematico e fisico italiano, nacque a Roma il 15 Ottobre 1608, e morì a Firenze il 25 Ottobre 1647. Studiò matematica a Roma nel Collegio della Sapienza. Uno dei suoi precettori fu padre Benedetto Castelli a sua volta...
Superiori

Come fare una relazione di chimica

Per chi si inoltra per la prima volta nello studio della chimica, questa materia scientifica potrà sembrare ostica. Se non addirittura inaccessibile. Eppure i suoi elementi sono affascinanti e tutti concatenati. Tali da diventare, con lo studio e la...
Università e Master

Come calcolare l'errore quadratico medio di un campione di misure

Il calcolo dell'errore quadratico medio di un campione, insieme al calcolo di scarto, deviazione standard, covarianza e correlazione, è uno dei pilastri fondamentali del calcolo degli errori. Che stiate affrontando questo argomento perché necessario...
Università e Master

Come Passare Da Un Tipo Di Concentrazione Ad Un Altro

Una soluzione chimica viene definita in base alla concentrazione molecolare, e per conoscerla ci sono diversi modi. Il passaggio da un tipo di concentrazione ad un altro e il calcolo delle formule, sono dei problemi che si presentano molto frequentemente...
Superiori

Come determinare la densità di un liquido

Tutti gli studenti di un istituti di scuola superiore si saranno trovati almeno una volta nella loro vita ad avere a che fare con problemi riguardanti gli stati di aggregazione della materia. Non si tratta mai di problemi particolarmente complessi: basta...
Superiori

Come calcolare la densità discreta di una variabile aleatoria

La matematica è da sempre una delle discipline più ostiche che gli studenti incontrano durante il loro percorso scolastico. Una delle branche della matematica che è più oggetto di studio è quella di statistica e probabilità. Questa branca si occupa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.