Come fare un curricolo verticale

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se avete intenzione di fare un curricolo verticale, però non ne avete mai redatto uno, non vi dovrete assolutamente preoccupare, in quanto sarà sufficiente seguire infatti tutti i passaggi che troveremo in seguito internamente a tale articolo, in modo da capire come riuscire a crearlo senza problemi. Il curricolo verticale è un percorso educativo-didattico particolarissimo che la scuola costruisce per garantire il successo formativo degli alunni. La scelta del curricolo è a discrezione della scuola che autonomamente potrà decidere il percorso da seguire in base alle esigenze diverse degli alunni che frequentano la scuola, alle competenze messe a disposizione ed anche alle risorse presenti. Buona lettura e buon lavoro!

25

Occorrente

  • impegno
35

Vi indichiamo da cosa è formato il curricolo

Il curricolo è formato da tre elementi costitutivi che sono il sistema delle competenze, la struttura dei contenuti, e le condizioni di esercizio dell'apprendimento e dell'insegnamento. Dovrete ad esempio prendere in considerazione la Scuola dell'Infanzia. In tal caso dovrete prendere in considerazione le abilità e competenze che ogni bambino dovrà sviluppare nel suo percorso di crescita, e come dovrete proporre i contenuti educativi supportando le competenze individuate sopra.

45

Vi spieghiamo la strutturazione del curricolo nella scuola Primaria e Secondaria

Nel caso della Scuola Primaria, il curricolo sarà strutturato in base agli ambiti disciplinari affidati ai docenti a seconda della loro inclinazione o professionalità. Questi ambiti disciplinari permettono agli alunni di accostarsi ai saperi nell'ottica dell'interdisciplinarietà. Nella Scuola Secondaria di primo grado, infine, i professori sono assegnati tenendo conto delle classi di concorso. Il curricolo, quindi, permetterà di individuare degli obiettivi formativi, strutturando un piano per raggiungerli a seconda della maturità dell'alunno ed alle esigenze di formazione.

Continua la lettura
55

Dovrete individuare gli obiettivi di apprendimento

Quando saranno terminati i tre ordini di Scuola, verranno individuati dei traguardi per lo sviluppo delle competenze rappresentando gli itinerari che dovrete seguire nell'azione educativa, aiutando a finalizzare gli interventi allo sviluppo integrale dell'alunno. Gli obiettivi infine di apprendimento, sono di importanza fondamentale, e dovrete perciò individuarli con attenzione estrema, in quanto sintetizzano le competenze che il bambino dovrà avere alla fine di ciascun ordine di scuola. A questo punto sarete pronti finalmente a redigere il vostro curricolo verticale, seguendo in modo semplice tutti i consigli riportati precedentemente. Vi dovrete ricordare di considerare sempre tutti quanti gli aspetti, riuscendo a garantire agli alunni la formazione migliore possibile.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come accogliere un alunno straniero

Le statistiche ci dicono chiaramente che numero degli stranieri presenti in Italia aumenta anno dopo anno. Il flusso migratorio verso il nostro paese, che sembrava avere raggiunto l’apice negli scorsi anni, non accenna a diminuire. Negli ultimi tempi...
Elementari e Medie

Come comportarsi con un alunno dislessico

John Lennon, Tom Cruise, Milton Erickson. Persino Leonardo Da Vinci. Questi sono esempi, seppur molto superficiali rispetto al tema che andremo a breve a trattare, di personaggi famosi affetti da un disturbo di apprendimento. Coloro i quali soffrono del...
Elementari e Medie

Come realizzare un orto didattico nelle scuole

La scuola è il luogo in cui ogni alunno impara diverse cose. Ogni docente ha la possibilità di utilizzare vari strumenti didattici per l'apprendimento di differenti materie. Gli strumenti didattici possono essere tecnologici e pratici, ma possono anche...
Elementari e Medie

5 regole da rispettare in classe

Se siete alle prime armi con l'insegnamento e non sapete bene come gestire una classe di alunni scatenati, mantenete la calma e fate attenzione a non lasciarli troppo liberi di fare.Le regole in una classe, sono importanti per mantenere una certa calma...
Elementari e Medie

10 consigli utili per gestire una classe

Fare l'insegnante non è assolutamente facile per chi si trova alle prime armi con questa esperienza. Insegnare in una classe certe volte può essere davvero difficoltoso, soprattutto quando la classe è davvero composta da alunni ingestibili. Eccovi...
Superiori

5 idee per mantenere viva l'attenzione in classe

Il mestiere dell'insegnante non è mai stato facile: seguire il programma, organizzare le lezioni, capire le difficoltà individuali degli alunni e dare loro il giusto sostegno. Talvolta in questo mestiere è possibile anche dover affrontare i cali di...
Elementari e Medie

Cosa sono i BES

Con il termine Bes si indicano i Bisogni Educativi Speciali. A questi si fa riferimento quando, in determinati casi scolastici, vi è la presenza di alcuni alunni "particolari", ovvero con specifici disturbi. Il 27 dicembre del 2012, il MIUR, ha emanato...
Elementari e Medie

Come integrare alunni stranieri

Nel corso degli ultimi venti anni, si può notare un vero e proprio cambiamento nelle classi delle scuole, dovuto all'aumento dell'immigrazione. Attualmente, si registra un maggior numero di studenti stranieri e ciò comporta una maggiore considerazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.