Come fare un buon tema

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

A molti la stesura di un tema può provocare un po' di ansia, perché spesso gli argomenti richiesti non ci sono vicini, ma soprattutto perché mette in gioco tutte le nostre capacità espressive e di pensiero. Esistono regole per scrivere un buon tema? Esistono degli schemi da poter seguire per ottenere un buon risultato ma ricordatevi che gran parte della riuscita del tema è farina del vostro sacco. Con il mio aiuto acquisirete un medoto che con un po' di pratica vi aiuterà a scrivere un buon tema.

26

Occorrente

  • Impegno
  • Almeno due ore disposione per la stesura del tema
36

La prima cosa da fare è di scegliere un argomento a voi congeniale, quindi leggete attentamente le tracce e procedete per esclusione, eventualmente chiedete dei chiarimenti al vostro insegnante. Per ogni titolo pensate alle vostre conoscenze a riguardo e fate una scaletta con quello che vi viene in mente con le relative conclusioni a cui vorreste arrivare. Vi consiglio di farlo molto rapidamente, per tutte le tracce. Ora dovreste aver capito su cosa non siete ferrati e su cosa, invece, avreste qualcosa da scrivere. Nonostante questa fase possa prendere anche 20 minuti, non è assolutamente tempo perso.

46

Una volta scelta la traccia potete preparare la scaletta: interrogatevi per scoprire quali riflessioni vi suggerisce, fissate dei punti e ad ogni punto attribuite un numero che rispecchi l'ordine che volete dare. Appuntate ogni idea o pensiero vi venga in mente perché tutto può essere utile e potrete svilupparlo meglio in fase di stesura. Ci si può servire, a questo proposito, della tecnica dei grappoli associativi in quanto l'uso dell'associazione spinge a fare collegamenti logici e a richiamare alla memoria molte informazioni utili.

Continua la lettura
56

Bene, ora è il momento di inizare a scrivere. Cominciate col rivestire di sostanza lo scheletro del tema, quindi per ogni punto della scaletta sviluppate un piccolo paragrafo. Per dare armonia al contenuto, ancora spezzettato, usate i cosiddetti "connettivi testuali", ossia una sorta di ponte tra una paragrafo e l'altro o tra periodi, che rendono più fluido il testo. I connettivi sono avverbi, congiunzioni, locuzioni avverbiali o anche intere frasi che connettono una parte di testo alla successiva mostrando il rapporto logico che esiste tra di loro.

66

Ricordate che un inizio brillante prepara positivamente alla lettura, mentre una buona conclusione lascia un ricordo positivo del tema, quindi curate nei particolari l'introduzione e la conclusione, ma cercate di non essere troppo prolissi.
In base all'introduzione e alla conclusione che vorrete scrivere, modellate la parte centrale del testo, fornendo anche degli esempi di attualità che conoscete. Inoltre evitate di scrivere le domande, qualsiasi sia il tipo, anzi rigiratela fornendo direttamente una risposta. In ultima istanza, usate termini di cui conoscete bene il significato e preferibilmente semplici, perché potreste rischiare di trasmettere un messaggio sbagliato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come scrivere un saggio breve in 5 passi

Un saggio breve è un tipo di testo argomentativo che presenta informazioni precise con il compito di esporre una tesi tramite diverse fonti citate. Questo tipo di saggio è anche una delle scelte possibili all'esame di Stato, risulta quindi fondamentale...
Superiori

Come prepararsi per un esame orale

Spesso quando si deve preparare un esame orale si va nel panico, soprattutto se il materiale è tanto e il tempo a disposizione è poco. Ancora di più se la materia è complessa e sapete già che la memoria vi può abbandonare perché non "immagazzina"...
Università e Master

Come si scrive un testo regolativo

Il testo regolativo è un tipo di testo molto comune e diffuso ma che non tutti sono in grado di scrivere nel migliore dei modi. Esistono differenti tipi di testi regolativi di cui facciamo abitualmente uso: basti pensare a leggi o norme che regolano...
Superiori

Come fare l'analisi di un saggio

Molti testi vengono considerati un'opera letteraria e farne l'analisi serve a capirne in modo profondo i motivi. Che si tratti di letteratura, filosofia, psicologia o sociologia un saggio è comunque un componimento letterario paragonabile a qualunque...
Università e Master

Come fare un riassunto di un testo universitario

Essere all'università significa dover stravolgere completamente le proprie abitudini di studio rispetto alle vecchie metodologie che si adottavano fino alle superiori. Ci si trova, infatti, difronte a testi e libri di notevole spessore, sia in termini...
Elementari e Medie

Come fare un riassunto in inglese

Anche chi riesce a scrivere riassunti senza difficoltà in lingua italiana può incontrare degli ostacoli quando lo stesso lavoro deve essere effettuato in lingua inglese. Infatti, poiché spesso si è abituati a pensare solo nella propria lingua, cercando...
Superiori

Come scrivere un tema scolastico in maniera corretta

Ecco una semplicissima e pratica guida su Come scrivere un tema scolastico in maniera corretta. Alcune persone hanno la dote innata dello saper scrivere, altre fanno più fatica. Sei uno studente e fai parte della seconda categoria, nonostante tu sappia...
Superiori

Come scrivere un tema

Per molti studenti il tema d'italiano rappresenta un momento di leggera apprensione. Elaborare una traccia con il tempo che scorre inesorabile e le idee che faticano ad organizzarsi è davvero una situazione critica. Con un un buon metodo e la giusta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.