Come fare l'esperimento dell'elettrolisi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
19

Introduzione

Con il termine derivante dal greco "elettrolisi" si intende la rottura con l'elettricità. Di conseguenza, sottoporre ad elettrolisi una sostanza vuol dire scomporla nei propri elementi costitutivi.
L’elettrolisi è un processo in grado di trasformare l'energia elettrica in energia chimica. Praticamente, viene adoperata l'elettricità per determinare una reazione chimica che non avverrebbe in modo spontaneo.
Nella presente guida davvero particolare, andremo a spiegare nel dettaglio come bisogna fare l'esperimento dell'elettrolisi. Si tratta di un lavoro facile da eseguire e molto interessante da compiere. Buona sperimentazione!!!

29

Occorrente

  • Fili elettrici con morsetti alle estremità
  • 1 pila da "9 V"
  • 1 recipiente di vetro
  • Acqua
  • Nastro adesivo o plastilina
  • 1 piccola lampadina
  • Sale
  • Zucchero
  • 1 cucchiaio di plastica
39

Innanzitutto, per sperimentare l'elettrolisi, dovremo collegare un filo elettrico ad ogni polo della pila da "9 V". Immergiamo l'estremità libera di uno dei fili dentro un contenitore pieno d'acqua e blocchiamo il filo al recipiente con il nastro adesivo.
Colleghiamo l'estremità dell'altro filo alla piccola lampadina e poi un altro filo all'altro contatto della stessa. A questo punto dobbiamo immergere l'estremità libera di questo filo elettrico nella soluzione, ad alcuni centimetri di distanza dal primo filo. Successivamente, fissiamo il tutto con del nastro adesivo.

49

Adesso dovremo aggiungere gradualmente un po' di sale da cucina nell'acqua. Grazie a questo esperimento assisteremo all'elettrolisi. Mescoliamo con attenzione, cercando di non spostare i fili. A questo punto, ci accorgeremo che la lampadina si accenderà sempre di più man mano che aggiungiamo il cloruro di sodio.
Ora proviamo a ripetere questo interessante esperimento partendo da un recipiente con acqua semplice. Al posto del sale, aggiungiamo lo zucchero. In questo caso vedremo che la lampadina non si accende affatto. Questo perché l'acqua zuccherata non è un elettrolita come quella salata.

Continua la lettura
59

L'elettrolisi è un fenomeno che si verifica grazie al passaggio della corrente elettrica nella soluzione di un elettrolita o nell'elettrolita stesso allo stato fuso. Nelle applicazioni chimiche, si può eseguire un'elettrolisi facendo passare la corrente continua nella soluzione o nella massa fusa. Ciò avviene mediante due elettrodi.
Gli elettrodi generano dunque un campo elettrico. Sotto l'azione di quest'ultimo, gli ioni presenti nell'elettrolita migrano. Quelli di carica positiva (o cationi) si dirigono verso il catodo. Invece, quelli di carica negativa (o anioni) si spostano verso l'anodo.

69

Quando i cationi entrano in contatto con un catodo, allora si scaricano. Ciascuno di essi acquisisce dal catodo un numero di elettroni pari al numero delle sue cariche positive. In questo modo il catione diventa passa da ione ad atomo libero, dunque privo di carica.
Per quanto riguarda gli anodi, se uno di essi si forma da un metallo facilmente attaccabile, allora il il processo anodico si tramuta in un passaggio di atomi del metallo sotto forma di ioni. In questo modo, non si avrà una scarica di ioni presenti in soluzione.

79

Un anodo di argento che viene sottoposto a elettrolisi, in una soluzione di nitrato, si discioglie sotto forma di nitrato d'argento. In sintesi esso passa in soluzione sotto forma di ioni Ag+, cedendo all'elettrodo un corrispondente numero di elettroni.
Secondo la legge di Faraday, la quantità di ioni che si scaricano dipende da vari fattori, ossia dal peso atomico e dalla carica specifica degli ioni stessi e dalla quantità di corrente che attraversa complessivamente la cella elettrolitica. In altre parole, una determinata quantità di materia si trasforma in un certo tempo in base all'anodo e al catodo.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate vari esperimenti per osservare l'elettrolisi dell'acqua in diverse situazioni.
  • Per qualunque dubbio, consultate un manuale di chimica.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come effettuare l'esperimento di riconoscimento degli anioni

L'anione è un elemento chimico formato da degli atomi che hanno acquisito uno o più elettroni che l'hanno trasformato in uno ione negativo: infatti il loro nome deriva appunto dalla migrazione del loro anodo quando si trovano all'interno di un campo...
Superiori

Come calcolare la solubilità del nitrato di potassio

La solubilità di una sostanza in un dato solvente è la sua concentrazione nella soluzione satura. Cosa significa questa ostica definizione? Bene, una soluzione satura è un miscuglio di solvente e soluto nel quale è presente la massima concentrazione...
Superiori

Come identificare gli anioni e i cationi nelle soluzioni

In questa guida di carattere strettamente tecnico, ci preoccupiamo di analizzare alcune reazioni chimiche che si verificano in determinate soluzioni, a seconda dei reagenti che inseriamo. Inoltre, è possibile identificare alcune molecole che si vengono...
Superiori

Appunti di chimica: le pile

La chimica è una materia complessa e allo stesso tempo interessante. Solo chi decide di intraprendere questa strada ne approfondisce le dinamiche, sviluppando poi studi specifici. Non possono mancare delle buone basi, che permettono di affrontare in...
Università e Master

Come Mettere In Atto L'esperienza Di Crookes

La chimica è una materia molto affascinante e difficile da imparare. Rispetto alla matematica ha il vantaggio di vedere delle applicazioni pratiche in modo molto più diretto. Infatti l'esperienza diretta attraverso gli esperimenti, è gratificante ed...
Superiori

Appunti di fisica sull'elettricità

L'elettricità e l' energia elettrica sono argomenti che vengono trattati nelle scuole durante le ore di fisica, ma spesso agli studenti questa materia non è del tutto chiara, perché ricevono troppe informazioni e in poco tempo. Per fare chiarezza...
Superiori

Appunti di elettronica: il diodo

L'elettronica è quella branca della tecnica che fa uso dei principi teorici della fisica dei semiconduttori per la realizzazione di dispositivi lineari e non lineari, utilissimi in svariate applicazioni tecniche e scientifiche. I diodi, detti anche "dispositivi...
Superiori

Come calcolare il grado di dissociazione di un acido

Il grado di dissociazione è una grandezza adimensionale. In chimica, con questo termine si intende il rapporto tra il numero di moli dissociate e le moli iniziali della stessa sostanza. Il grado di dissociazione avviene in funzione della temperatura...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.